.
Annunci online

  Aurora86 AZZURRA LIBERTA' - * BLOG MORALMENTE INFERIORE *
 
Diario
 





   


HOME PAGE BLOG

AZZURRA LIBERTA'-ASCOLTA
 

INNO FORZA ITALIA-ASCOLTA
 



In una democrazia è il popolo
che sceglie i leader, non sono
i leader che scelgono il popolo.
Silvio Berlusconi 02/12/2006

MENO MALE CHE SILVIO C'E'



PROGRAMMA DI GOVERNO
2008-2013


TUTTI I CANDIDATI DEL
POPOLO DELLA LIBERTA'





Vota Berlusconi

 




...andremo avanti con la forza
della gente contro i parrucconi
della politica.-Silvio Berlusconi
P.zza S.Babila Milano 18/11/2007





Vota Berlusconi
 






"Lightmysite.it promuove il tuo blog  
sui motori di ricerca con
Promoblog
- fai luce sul tuo blog..."                  


"La difesa della libertà è la
missione più alta,più nobile,
più entusiasmante che      
ciascuno di noi possa avere
l'avventura di fare."     
Silvio Berlusconi  
























"E' sorta in questi anni 
un'altra Italia, umile e  
tenace , orgogliosa e    
onesta, moderata  ma   
ferma  nel  difendere   
i  principi  di  libertà,   
che  non  ha  nessun    
passato da nascondere 
e  che  soprattutto non 
ha paura di sperare e di
credere. Questa  Italia 
siamo  noi,  si  chiama  
FORZA  ITALIA  "     
Silvio Berlusconi





STO LEGGENDO:
CAMBIARE REGIME
La sinistra e gli ultimi
45 dittatori(Einaudi)


"Cos'altro dovrebbe fare
la sinistra,se non lottare
contro  le dittature  e
battersi per liberare i
popoli oppressi?"



LA GRANDE BUGIA 
"Le sinistre italiane e
il sangue dei vinti".
 


GRAZIE ORIANA: PENSIERI
E PAROLE INEDITI DOPO
L'11 SETTEMBRE.



Technorati Profile

Add to Technorati Favorites

Save This Page
del.icio.us my del.icio.us
Registra il tuo Blog
I am Aurora86 on del.icio.us
Add me to your network




Aurora86
? Grab this Headline Animator

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Subscribe in a reader


Add to Google Reader or Homepage
Subscribe in NewsGator Online
Subscribe in Rojo
Add to My AOL
Add to netvibes
Subscribe in Bloglines
Add to The Free Dictionary

Add to Plusmo
Subscribe in NewsAlloy
Add to Excite MIX
Add to netomat Hub
Add to fwicki
Add to flurry
Add to Webwag
Add to Attensa
Receive IM, Email or Mobile alerts when new content is published on this site.
Add Aurora86 to ODEO
Subscribe in podnova

Add to Pageflakes

Subscribe to Aurora86

I heart FeedBurner

Visit the Widget Gallery
View blog reactions


Liquida



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog Aggregator 3.3 - The Filter

Elenco dei Blog italiani blog Directory, inserisci il tuo

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!












































PUBBLICIZZA GRATUITAMENTE
IL TUO SITO CON FREE -      
PUBBLICITA' GRATIS ! ! !      
CLICCA QUI...










"Troppo spesso è stata dimenticata   
la moralità del fare, la moralità del    
realizzare il programma annunciato  
agli elettori, la moralità dell’operare  
per mantenere gli impegni e per         
mantenere la parola data.                  
Per noi, la moralità nella politica        
consiste soprattutto nel mantenere  
gli impegni."   Silvio Berlusconi 


ARCHIVIO
SETTEMBRE 2008
AGOSTO 2008
LUGLIO 2008
GIUGNO 2008

MAGGIO 2008
APRILE 2008
MARZO 2008
FEBBRAIO 2008
GENNAIO 2008
DICEMBRE 2007
NOVEMBRE 2007
OTTOBRE 2007
SETTEMBRE 2007
AGOSTO 2007
LUGLIO 2007 

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006
NOVEMBRE 2006
OTTOBRE 2006
SETTEMBRE 2006
AGOSTO 2006
LUGLIO 2006
GIUGNO 2006
MAGGIO 2006







who's online


      

AURORA86
FEED IMAGES








13 febbraio 2007

BERLUSCONI: DICO NO .

Questo il testo integrale dell’intervista che Silvio Berlusconi ha rilasciato al quotidiano il Messaggero:

‘E’ sempre dell’idea di lasciare libertà di coscienza a Forza Italia in materia di coppie di fatto? Se così fosse, e se in Senato il governo si salvasse su questo tema anche grazie a voti di Forza Italia, vi sarebbero ugualmente conseguenze politiche?

“Sui temi di questo tipo, in un partito liberale, la libertà di coscienza è doverosa. E su una materia delicata ed essenziale per la società come la difesa della famiglia e la tutela dei diritti delle persone non credo vadano fatte speculazioni politiche. Purtroppo invece il governo ha prodotto, proprio per tutelare i difficili equilibri politici all’interno del centrosinistra, un cattivo compromesso fra esigenze diverse. Un compromesso che nella sostanza modifica di poco i diritti dei singoli, ma che ha un grande valore simbolico. Crea esattamente quello che noi non volevamo, una sorta di matrimonio di serie b, che svilisce il significato della famiglia, il suo valore sociale e civile ed è certamente prodromico alla concessione dell’adozione di figli anche a coppie dello stesso sesso. Su questo tema, nonostante lo sforzo di conciliare esigenze contraddittorie, la maggioranza non riuscirà a mantenersi compatta ed accelererà il processo di disgregazione già in atto. Ed è assolutamente certo che nessun senatore di Forza Italia farà da stampella a questo governo.”

Tra i primi problemi la politica estera, presidente. Come valuta la tensione diplomatica che si è aperta con gli Usa dopo la risposta di D’Alema alla lettera degli ambasciatori sull’Afghanistan?
“La valuto naturalmente con grande preoccupazione. Abbiamo lavorato cinque anni per costruire non solo un’immagine positiva del nostro Paese, ma un ruolo politico dell’Italia credibile e autorevole nel mondo. Malgrado le critiche provinciali e strumentali dei nostri avversari, c’eravamo riusciti. L’Italia era diventata uno dei protagonisti attivi ed ascoltati della politica internazionale.

Ora questo patrimonio viene svenduto da un governo che segue una politica ondivaga, ostaggio di una maggioranza che non ha una politica estera. Da leader di un’opposizione responsabile, devo sottolineare ancora una volta che senza l’apporto determinante del centro-destra, questo governo non sarebbe in grado di assicurare neppure il rispetto minimo degli impegni internazionali del nostro Paese. Come si sta vedendo nella vicenda dell’allargamento della base Nato di Vicenza.”

Non è effettivamente «irrituale», come ha dichiarato il ministro degli Esteri, che gli ambasciatori di sei paesi alleati dell’Italia si rivolgano direttamente all’opinione pubblica italiana invece che alla Farnesina?
"Il ministro degli esteri, di fronte alle preoccupazioni dei nostri alleati per il progressivo disimpegno del governo dalla lotta al terrorismo, ha preferito nascondersi dietro un aggettivo. Nell’epoca delle comunicazioni di massa, che hanno realmente “sciolto” le ingessature diplomatiche tradizionali è alla sostanza dei problemi  che bisogna guardare, più che alla forma. D’Alema con quella dichiarazione ha più che altro guardato al giardino di casa propria, cercando e ottenendo il consenso della sinistra radicale. Dal ministro degli Esteri, anziché rilievi “formali”, ci si sarebbe attesa una risposta che andasse al nodo del problema: il deterioramento progressivo e inarrestabile delle relazioni del nostro Paese con gli Usa. E il caso non si è certamente chiuso con l’incontro di giovedì tra D’Alema e l’ambasciatore Spogli.”

Negli anni della sua presidenza, è noto che i rapporti con Washington sono stati particolarmente stretti e amichevoli anche sul piano personale. Continua a sentire, anche informalmente, il presidente Bush?
"Ho conservato con il Presidente Bush un eccellente rapporto personale, basato sulla stima reciproca e sul suo apprezzamento per l’azione svolta dal nostro governo. Mi permetto di aggiungere che la stessa stima ho sempre trovato in tutti gli ambienti politici americani, sia repubblicani che democratici. Quando ho avuto l’onore di parlare al Congresso degli Stati Uniti - un onore reso non alla mia persona, ma alla credibilità del nostro Paese - ho ricevuto amplissimi consensi da parte di tutti i presenti, vale a dire dai maggiori esponenti di entrambi gli schieramenti politici americani.”

Ed essendosi occupato personalmente tanto di esteri, sia da Palazzo Chigi sia assumendo l’interim della Farnesima, qual è il suo giudizio, presidente Berlusconi, sull’operato di D’Alema come ministro degli Esteri, caratterizzato almeno all’inizio da un notevole feeling, anche personale, con Condoleezza Rice?
"La signora Rice è una persona acuta ed esperta, consapevole dell’opportunità di stabilire un buon rapporto personale con i suoi interlocutori. Non mi stupisco che sia accaduto anche con l’on. D’Alema, del quale ho stima personale. Stima che non mi porta però a condividere una politica estera che reputo contraria all’interesse del nostro Paese. Nella maggioranza convivono almeno due linee di tendenza pericolose.

Una, quella più visibile, è quella esplicitamente anti-occidentale   di chi brucia la bandiera Usa o israeliana, grida 10-100-1000 Nassiriya, chiama i terroristi combattenti della resistenza. L’altra, meno esplicita ma non meno insidiosa, è quella di chi vorrebbe tornare a un’Italia marginale, che rinvia tutti i problemi a presunti consessi internazionali, come alibi per non assumersi responsabilità. Un‘Italia inaffidabile per tutti, che fa dell’Europa un pretesto per chiamarsi fuori da ogni scelta attiva.”

Venendo alle vicende interne, lei ha ripetutamente detto lo scorso autunno di non credere a una “spallata” che avrebbe mandato a casa il governo sulla Finanziaria, ed è andata davvero così. Ora, di fronte alle tensioni in politica estera e sui temi etici, a cominciare dai pacs, ritiene che Prodi sia più debole? Per intenderci, a suo avviso, questo governo lo mangerà un altro panettone? O soltanto una colomba pasquale?
"La sinistra, al di là delle festività natalizie e pasquali, è tenuta unita da un mastice straordinario che è quello del potere. La campagna elettorale scorsa è stata condotta, dalla sinistra, tutta sul filo della menzogna continuativa ed organizzata, quella sul presunto declino del Paese. Il clamoroso aumento delle entrate fiscali ha smentito clamorosamente quelle calunnie.

Oggi con l’economia che ha ripreso a tirare e con i conti pubblici ereditati da noi in ordine, la sinistra non realizza le riforme strutturali che servirebbero a consolidarla nel lungo periodo e riesce a produrre solo le cosiddette liberalizzazioni di parrucchieri e benzinai.
Per il resto si accapiglia attorno ai veri problemi, dalla riforma delle pensioni alla privatizzazione delle aziende pubbliche locali, vero e proprio groviglio di interessi clientelari. Si trova d’accordo soltanto nel demolire sistematicamente le nostre riforme. Hanno già cancellato la riforma Moratti, ma il loro obbiettivo è la Legge Biagi: la legge grazie alla quale l’occupazione in Italia è cresciuta negli ultimi anni come mai era accaduto in passato, soprattutto fra i giovani, nel mezzogiorno, nei settori più deboli della società.” 

Quanto delle sorti del governo dipende dal risultato delle amministrative di primavera?
"Le amministrative dimostreranno quanto la sinistra sia riuscita a perdere consenso in un anno: davvero un record dato che solo il 26,8 % degli italiani dichiara di avere fiducia nel governo Prodi.

In più, grazie all’ultima Finanziaria del nostro governo, si è verificato un incremento delle entrate fiscali di 37 miliardi, che il governatore Draghi ha definito “inaudito”. Si è dimostrato così che i conti erano in ordine e che non c’era alcun bisogno di tartassare gli italiani con  un diluvio di nuove tasse. Le prime buste paga di gennaio inferiori a quelle precedenti fanno giustizia di quanto denunciavamo: solo una sparuta pattuglia di contribuenti ha trovato qualche euro in più, che dovrà però restituire a partire da primavera, quando entreranno in vigore le addizionali comunali e regionali. Del cuneo fiscale, i lavoratori dipendenti non hanno visto un solo euro. In sovrappiù, si prepara la tosatura dei risparmiatori, con l’estensione anche ai vecchi Bot della nuova tassazione al 20%.”

E se mai si giungesse alla caduta di questo governo, cosa ci sarebbe dopo? Elezioni? Un altro governo? O, senza più Prodi, tornerebbe attuale per quanto la riguarda l’ipotesi di sostenere un governo di larghe intese che escluderebbe soltanto le cosiddette ”estreme”?
"Decidere delle sorti della legislatura è un potere che spetta esclusivamente al Capo dello Stato. Non sta a me interpretare il suo pensiero o le sue intenzioni. Quello che è certo è che un governo di larghe intese non appare attuale in questa fase politica. A fronte di un sostanziale pareggio, lo proposi subito dopo le elezioni, per affrontare insieme alcune urgenti priorità. Era comunque una proposta a termine, per qualche mese, in attesa di ridare la parola ai cittadini. Allora quella proposta, che era un atto di responsabilità politica, venne respinta con irridente arroganza. Non vedo come possa oggi tornare di attualità.”

A quest’ultimo proposito, se la sinistra radicale è l”estrema” dell’Unione, qual è l”estrema” del centrodestra? Forse la Lega?
"L’ipotesi di un governo di larghe intese – e ripeto oggi non ne vedo le condizioni – dovrebbe essere concordata, per quanto ci riguarda, con tutti, e sottolineo tutti, gli alleati. Non potremmo neanche prendere in considerazione un’ipotesi nella quale qualcuno fosse messo da parte. La Lega non è un’estrema, si è dimostrata una forza di governo responsabile e autorevole, come d’altronde tutti gli altri partiti della Casa delle Libertà. L’accordo con gli alleati per noi è il primo presupposto. Come sempre, anche in tale improbabile evenienza decideremmo insieme il da farsi.”

C’è in Parlamento qualche provvedimento del governo su cui Forza Italia e il resto dell’opposizione potrebbero far convergere i loro voti? Magari sulle liberalizzazioni?
"Lo abbiamo già detto e già fatto. Noi sosteniamo i provvedimenti che ci paiono utili al Paese, indipendentemente da chi li proponga. Lo abbiamo fatto e lo faremo sul finanziamento della missione in Afghanistan. Per il resto vale lo stesso criterio che valeva quando eravamo al governo. Prima di varare un provvedimento, mi accertavo se rendesse gli italiani più liberi o meno liberi. Se la risposta era “meno liberi”, quel provvedimento non andava avanti.

Oggi il nostro voto dipende dalle stesse considerazioni. Quindi un provvedimento di vere liberalizzazioni lo voteremmo. Ma i provvedimenti di Bersani, in realtà, non sono vere liberalizzazioni. C’è un misto di demagogia, di dirigismo, di volontà punitiva degli artigiani e dei piccoli esercenti che, unita agli interessi delle cooperative rosse e ad una apparente tutela dei consumatori, vengono spacciate per liberalizzazione dei mercati.”

Riforma delle pensioni: se il governo mostra coraggio e va avanti sulla linea del cambiamento, avrà il vostro sostegno?
"Dipende da cosa significa cambiamento. Io ritengo che la riforma che abbiamo realizzato sia sufficiente ad assicurare l’equilibrio dei conti pensionistici, senza toccare i diritti acquisiti e senza penalizzare inutilmente nessuno.

Cancellare la nostra riforma, come invece mi pare si voglia fare, non richiede coraggio, dimostra irresponsabilità. Significa rendere impossibile l’equilibrio dei conti, e quindi, in prospettiva, venir meno agli impegni internazionali del nostro Paese. Significa anche, alla lunga, che le giovani generazioni non potranno contare su una pensione certa. Significherebbe dunque ipotecare gravemente il futuro del nostro Paese.”

Altro tema bipartisan per definizione dovrebbero essere le riforme istituzionali e la legge elettorale. Crede sul serio alla possibilità che si arrivi a una nuova legge elettorale in Parlamento? Fini non esclude il ricorso al referendum; e lei?
"Ho già detto più volte che considero impossibile riformare la legge elettorale per referendum. Il referendum è tutt’al più un utile strumento per indurre il parlamento a legiferare. Con An, come con tutti gli alleati, siamo d’accordo nel privilegiare la scelta parlamentare.”

Se dipendesse unicamente da lei, manterrebbe la legge elettorale attuale, varata dal suo governo, o apporterebbe alcuni cambiamenti? Se sì, quali?
"La legge elettorale che abbiamo varato nella scorsa legislatura è una buona legge. Ricordo però che l’introduzione al Senato di un premio di governabilità eguale a quello della Camera, assegnato cioè su base nazionale, fu resa impossibile da obiezioni di ordine costituzionale. Oggi si tratta di rimettere mano alla questione Senato, in modo da garantire anche nell’altro ramo del parlamento la piena governabilità. Ricordo anche che quando varammo questa legge fummo fatti oggetto dalla sinistra delle peggiori ingiurie. La legge fu giudicata strumentale e inefficace. L’esperienza, la forza dei fatti, ha dimostrato il contrario. Anche per questo, un ragionamento sulla riforma elettorale non può che partire della legge esistente, per apportarle utili miglioramenti. Ma per la maggioranza degli italiani la cosa più importante è quella di andare a votare al più presto, con qualunque legge elettorale, pur di mandare a casa questo governo che mette a rischio i nostri interessi e la nostra libertà.”’




permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 15:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio        marzo
 

 rubriche

Diario
Immagini del giorno
Trinariciuti
Politica
Miseria,Terrore e Morte
Silvio Berlusconi
Parole in libertà

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

MARA CARFAGNA
IDEAZZURRA
NON SOLO NAPOLI
AG BELLUNO
KOMUNISTELLI
PER IL POPOLO DELLA LIBERTA'
FILIPPO
IL BERRETTO A SONAGLI
FAZIOSO LIBERALE
PENSIERI IN VOLO
VOCERIBELLE
MARALAI
AMPIORESPIRO
F. STORACE
LA DESTRA NEWS
IL VELINO
YOUTUBE
CASA DELLE LIBERTA':
FORZA ITALIA
FORZA ITALIA GIOVANI
FORZA ITALIA SENATO
FORZA ITALIA CAMERA
FORZA ITALIA GRUPPO EUROPEO
ALLEANZA NAZIONALE
LEGA NORD
UDC
NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA
NUOVO PSI
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA
PARTITO LIBERALE
PARTITO REPUBBLICANO
RIFORMATORI LIBERALI
STEFANIA CRAXI
ALESSANDRA MUSSOLINI
PENSIONATI
MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE
PARTITO POPOLARE EUROPEO
CIRCOLO DELLA LIBERTA'
CIRCOLO GIOVANI
MEDIA:
ADNKRONOS
ANSA
AVVENIRE
CORRIERE DELLA SERA
DAGOSPIA
FAMIGLIA CRISTIANA
IL FOGLIO
IL GIORNALE
IL LEGNO STORTO
IL MANIFESTO
IL MESSAGGERO
IL SECOLO XIX
ILSOLE24ORE
IL TEMPO
ITALIA LIBERA
LA 7
LA DISCUSSIONE
L'ESPRESSO
LIBERAZIONE
LIBERO
L'OPINIONE
L'OSSERVATORE ROMANO
LA PADANIA
LA STAMPA
LA TV DELLA LIBERTA'
L'UNITA'
MEDIASET
NOI PRESS
PANORAMA
POTERE SINISTRO
QUOTIDIANONAZIONALE
RAGIONPOLITICA
RAI
RAI TELEVIDEO
RASSEGNA STAMPA
REPUBBLICA
SONDAGGI POLITICO-ELETTORALI
TGCOM
THINK-TANK:
FONDAZIONE LIBERAL
FREE FOUNDATION
IDEAZIONE
ISTITUTO BRUNO LEONI
MAGNA CARTA
WEB JOURNAL:
BLOG-SHOW
BOOKCAFE
LIQUIDA
DICEVI? BLOGS JOINER
TOCQUEVILLE-LA CITTA' DEI LIBERI
FORUM:
ALFEMMINILE
CORRIERE FORUM
DONNA MODERNA
FORUM NUOVO PSI
FUORI DI TESTA
GIOVANI IT.- POLITICA
L’UNITA’
LA STAMPA FORUM
MARCO TRAVAGLIO FORUM
POLITICA ON LINE
REPUBBLICA
ULIVO/PD
SITI…ONOREVOLI:
ANTONIO PALMIERI
BENEDETTO DELLA VEDOVA
CLEMENTE MASTELLA
CARLO GIOVANARDI
GIULIO TREMONTI
RENATO BRUNETTA
PAOLO GUZZANTI
TOTO’ CUFFARO
AURORA86 CONSIGLIA:
!!:::GOVERNO PRODI
123 BETA
A CONSERVATIVE MIND
ACROSS THE BORDER
ADESTRA
AD SIDERA
AG AVERSA
AGE-VERNACOLESE
AKELA THE WOLF
ALEPUZIO
ALESSANDRA FONTANA
A LOOK TO THE RIGHT
ALTERNATIVA POPOLARE
AMANDACCO
AMERICAMERCATOINDIVIDUO
AMERICA THE BEAUTIFUL
ANNI DI SANGUE
ANTIKOMUNISTA
ANTIEUROPEO
ARCHEOPTERIX
ARMONIA DEI SENSI
ASTROLABIO
ATROCE PENSIERO
AZIONE GIOVANI
BALESTRATESI
BANDO ALL'IPOCRISIA
BARNEY PANOFSKY
BARRY GOLDWATER
BATTITORE LIBERO
BIETTO(ANCHE SE NON CI SEI PIU')
BIG DOGS WEBLOG
BLAKNIGHTS
BLOGIORNALE
BLOG PER SILVIO
BOTTOMLINE
C'E' WALTER
CALAMITYJANE
CALIMERO
CALVIN
CAMELOT DESTRA IDEALE
CAMILLO
CANTOR
CAPPERI
CARLO MENEGANTE
CATEPOL
CASTELLO BIANCO
CENSURAROSSA
CENTRODESTRA
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ GOLFO DEL TIGULLIO
CIRCOLO GIOVANI FIRENZE CENTRO STORICO
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ IL CAMINETTO
CIRCOLO LIBERTA’ TORINO
CHE CI DEVI FARE
CIVILTA'
COMMERCIALISTA
CONTROCORRENTE
C'E' POCO DA RIDERE
DALL’ALTRA PARTE
DAVERIK
DAW
DEBORAH FAIT
DEEARIO
DEIMM
DESTRA LAB
DIETRO LE LINEE NEMICHE
DILLA TUTTA
DORIA
DUMBS OX DAILY
EL BOARO
FABIO SACCO
FACE THE TRUTH
FATTI&MISFATTI
FENOMENI IN GIRO NON C’E’ NE
FREEDOMLAND
FREE THOUGHTS
FORT
FORZA FRIULI
FORZA ITALIA-BLOG
FULVIA LEOPARDI
GABIBBO
GAETANO SAGLIMBENI
GAWFER
GEMELLE GLITTER
GERMANYNEWS
GIANNI DE MARTINO
GIANFRANCO FINI PREMIER
GIANGIACOMO’S THINK THANK
GINO
GIOVANNI VAGNONE
GIOVANI AZZURRI VENETO
GIOVANI CON SILVIO
GIULIA NY
GRAZIE BERLUSCONI
GRENDEL FROM THE MOOR
HARRY
HARRY'S WORLD
HURRICANE
I DIAVOLI NERI
IGNAZIO ARTIZZU
IN GOD WE TRUST
ING.GAS NEO CON WEBLOG
INGEGNERBLOG
INNOVAZIONE GIOVANI
IL BARONE NERO
IL BLOG DELL'ANARCA
IL CAMPER
IL CASTELLO
IL CIELO SOPRA KABUL
IL FILO A PIOMBO
IL GIOVINE OCCIDENTE
IL GIULIVO
IL GRANDE GABBIANO
IL GRINCH
IL MANGO DI TREVISO
IL MASCELLARO
IL MIO MONDO
IL MISCREDENTE
IL NANO
IL RE DELLA MONNEZZA
IL REAZIONARIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
IL SORVEGLIATO SPECIALE
IN ETERE
INYQUA
IL MOTEL DEI POLLI ISPIRATI
IL RUMORE DEI MIEI VENTI
IO&LUI
ITALIA LAICA
ITALIAN LIBERTARIANS
ITURADASTRA
JIHADI DU JOUR
JOYCE
KAGLIOSTRO
KATTOLICO
KRILLIX
L'USSARO
LA CASA DELLE LIBERTA' BLOG
LA CITTADELLA
LADYJADINA
LA GRANDE FORZA DELLE IDEE
LA LIBERTA’ VA CONQUISTATA OGNI GIORNO
LA RISCOSSA
LA TAVOLA ROTONDA
LA TERRA DI MEZZO
LA TESTATA
LA VOCE DEL PADRONE
LE BARRICATE
LEFTKILLER
LE GUERRE CIVILI
LIBERALIDEA
LIBERALI PER ISRAELE
LIBERIAMO MASSA
LIBERTA' AZZURRA(LA)
LIBERTARIAN POST
LISISTRATA
LOGICA
LUCAP.
LUCARIELLO.TK
LUXOR
M&A
MANOLO
MAODDI
MARCOPAOLOEMILI
MARINIELLO
MATTEO SANNA
MELANDRINA
MEMORIE DI UN TERRONE
MEZZOGIORNOEUROPEO
MIKEREPORTER
MITHRANDIR
MISSIONARIO
MONDIAL POST
MONDOPICCOLO
MUSICAEPOLITICA
NNHOCAPITO
NEBBIA IN VALPADANA
NE QUID NIMIS
NEOCON ITALIANI
NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA
NON SI ABBIA TIMORE DI PUNIRE CAINO
NEXTCON
OGGI
OLIFANTE
ORPHEUS
OTIMASTER
PARBLEU
PARLA PER TE
PAROLIBERO
PARTIGIANO WILLIAM
PASSAGGIO A NORD EST
PASSAGGIO AL BOSCO
PAROLE&PENSIERI
PATRIOTI SI NASCE
PEGGIO SORU
PENDENTE A DESTRA
PERLAS
PESCARA LIBERA
POLITICALLY-SCORRECT
POLITICANDO
PORNOROMANTICA
POSIZIONE AUTARCHICA
PRO AMERICAN MOVEMENT
PROVOCAZIONE
PSEUDOSAURO
QUALCOSA DI DESTRA
QUID TUM?
RADICI E LIBERTA'
REJECT THE UN
ROBI
ROBINIK
ROLLI
SALVATORE LAURO
SARA-90
SARA PETELLA
SAURA PLESIO
SCHEGGE DI VETRO
SCHELETRI-SINISTRI
SCIOPENAUER
SGS
SICILIA RADICALE
SIETE PROPRIO COGLIONI
SIGLOBAL
SILVIOBERLUSCONIFANSCLUB
SILVIO NON FARMI ASTENERE PIU'
SINISTRERIA
SLIVERS OF MY SOUL
SONGCODES
SOSTIENI LANDRIANO
STARSAILOR
STATO MINIMO
STUDENTI PER LA LIBERTA'-MI
STUDIO LEGALE FIORIN
SUPERUOMO
SVULAZEN
TBLOG
TEXAS FRED
TEOCON
THANK YOU AMERICA
THE BRAIN WASH
THE HOLE IN THE WALL
THE JUST CHOICE
THE MOTE IN GOD’S EYE
THE NEW OBJECTIVIST
THE REAL CONSERVATIVE
THE RIGHT NATION
THUMBRIA
UGO MARIA CHIRICO
UPL
USER 2501
VALEFORN
VALERIO METRONIO
VELVET
VEXILLA
VIRGILIO FALCO
VITA E PASSIONI
VIVENDO E IMPARANDO
VOCIRPINE
VOTA SILVIO
W LA LIBERTA'
WALKING CLASS
WIND ROSE HOTEL
ZANZARA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom