.
Annunci online

  Aurora86 AZZURRA LIBERTA' - * BLOG MORALMENTE INFERIORE *
 
Diario
 





   


HOME PAGE BLOG

AZZURRA LIBERTA'-ASCOLTA
 

INNO FORZA ITALIA-ASCOLTA
 



In una democrazia è il popolo
che sceglie i leader, non sono
i leader che scelgono il popolo.
Silvio Berlusconi 02/12/2006

MENO MALE CHE SILVIO C'E'



PROGRAMMA DI GOVERNO
2008-2013


TUTTI I CANDIDATI DEL
POPOLO DELLA LIBERTA'





Vota Berlusconi

 




...andremo avanti con la forza
della gente contro i parrucconi
della politica.-Silvio Berlusconi
P.zza S.Babila Milano 18/11/2007





Vota Berlusconi
 






"Lightmysite.it promuove il tuo blog  
sui motori di ricerca con
Promoblog
- fai luce sul tuo blog..."                  


"La difesa della libertà è la
missione più alta,più nobile,
più entusiasmante che      
ciascuno di noi possa avere
l'avventura di fare."     
Silvio Berlusconi  
























"E' sorta in questi anni 
un'altra Italia, umile e  
tenace , orgogliosa e    
onesta, moderata  ma   
ferma  nel  difendere   
i  principi  di  libertà,   
che  non  ha  nessun    
passato da nascondere 
e  che  soprattutto non 
ha paura di sperare e di
credere. Questa  Italia 
siamo  noi,  si  chiama  
FORZA  ITALIA  "     
Silvio Berlusconi





STO LEGGENDO:
CAMBIARE REGIME
La sinistra e gli ultimi
45 dittatori(Einaudi)


"Cos'altro dovrebbe fare
la sinistra,se non lottare
contro  le dittature  e
battersi per liberare i
popoli oppressi?"



LA GRANDE BUGIA 
"Le sinistre italiane e
il sangue dei vinti".
 


GRAZIE ORIANA: PENSIERI
E PAROLE INEDITI DOPO
L'11 SETTEMBRE.



Technorati Profile

Add to Technorati Favorites

Save This Page
del.icio.us my del.icio.us
Registra il tuo Blog
I am Aurora86 on del.icio.us
Add me to your network




Aurora86
? Grab this Headline Animator

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Subscribe in a reader


Add to Google Reader or Homepage
Subscribe in NewsGator Online
Subscribe in Rojo
Add to My AOL
Add to netvibes
Subscribe in Bloglines
Add to The Free Dictionary

Add to Plusmo
Subscribe in NewsAlloy
Add to Excite MIX
Add to netomat Hub
Add to fwicki
Add to flurry
Add to Webwag
Add to Attensa
Receive IM, Email or Mobile alerts when new content is published on this site.
Add Aurora86 to ODEO
Subscribe in podnova

Add to Pageflakes

Subscribe to Aurora86

I heart FeedBurner

Visit the Widget Gallery
View blog reactions


Liquida



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog Aggregator 3.3 - The Filter

Elenco dei Blog italiani blog Directory, inserisci il tuo

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!












































PUBBLICIZZA GRATUITAMENTE
IL TUO SITO CON FREE -      
PUBBLICITA' GRATIS ! ! !      
CLICCA QUI...










"Troppo spesso è stata dimenticata   
la moralità del fare, la moralità del    
realizzare il programma annunciato  
agli elettori, la moralità dell’operare  
per mantenere gli impegni e per         
mantenere la parola data.                  
Per noi, la moralità nella politica        
consiste soprattutto nel mantenere  
gli impegni."   Silvio Berlusconi 


ARCHIVIO
SETTEMBRE 2008
AGOSTO 2008
LUGLIO 2008
GIUGNO 2008

MAGGIO 2008
APRILE 2008
MARZO 2008
FEBBRAIO 2008
GENNAIO 2008
DICEMBRE 2007
NOVEMBRE 2007
OTTOBRE 2007
SETTEMBRE 2007
AGOSTO 2007
LUGLIO 2007 

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006
NOVEMBRE 2006
OTTOBRE 2006
SETTEMBRE 2006
AGOSTO 2006
LUGLIO 2006
GIUGNO 2006
MAGGIO 2006







who's online


      

AURORA86
FEED IMAGES








23 gennaio 2009

RIFORMA EPOCALE

E’ stato firmato ieri a palazzo Chigi l’accordo quadro sul nuovo modello contrattuale, che manda definitivamente in pensione il modello Ciampi del 1993.
Il nuovo modello contrattuale comune nel settore pubblico e privato ha una durata triennale e conferma l'assetto della contrattazione collettiva su due livelli: quello nazionale e quello di secondo livello. Scompare l'inflazione programmata e arriva un nuovo indice previsionale basato sugli standard europei e depurato dalla componente energetica.
L’obiettivo è quello di favorire la contrattazione locale o aziendale adeguando i salari alla produttività, soddisfazione è stata espressa dal ministro del welfare Sacconi, dal ministro della funzione pubblica Brunetta, dal presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, leader sindacali e rappresentanti del commercio e artigianato.
Sono 35 le sigle che hanno firmato o si apprestano a firmare l’intesa, insomma cambia tutto tranne il no della CGIL che ancora una volta si è chiamata fuori dallo storico accordo, credo non ci voglia molto per capire dove sta la ragione e dove sta il torto, stia pure sull’Aventino Epifani, ma finalmente una cosa è certa: “ nessuno ha diritto di veto e l’unità sindacale non è più un dogma”, chi vuole il mantenimento dello status quo faccia pure battaglie demagogiche e di retroguardia mentre gli altri faticosamente avanzano verso la modernizzazione.









13 novembre 2008

IL NUOVO COLLATERALISMO

I sindacati confederali divisi su tutto, è questo il risultato che ha portato il nuovo collateralismo tra la CGIL , Veltroni e il PD.
Epifani fa tutto tranne il sindacalista, questa l’accusa rivolta dagli altri leader confederali, Bonanni, Angeletti e Polverini al segretario della CIGL, infatti più che trattare, il neo cavaliere solitario, come Don Chisciotte contro i mulini a vento, si infuria, pone veti e minaccia scioperi a raffica, così mentre gli altri trattano e firmano il contratto degli statali lui sdegnosamente rifiuta, gli altri leader incontrano il ministro dell’istruzione Gelmini e iniziano a sfilarsi dallo sciopero previsto per domani e lui niente, la CGIL sarà in piazza, si tratta faticosamente con Confindustria per arrivare a un nuovo modello di contratto per i lavoratori che premi chi lavora di più, risponde con un secco no,anzi proclama uno sciopero generale per il 12 dicembre,
insomma tutto tranne che fare gli interessi di chi rappresenta,cioè i lavoratori.
L’unico interesse che persegue Epifani è quello di radicalizzare lo scontro sociale , opponendo un becero massimalismo al riformismo e alla modernizzazione che sono necessari più che mai in una nuova società, dove la lotta di classe è finita da un pezzo.
Come Luciano Lama negli anni 80 era collaterale al PCI, così lo è Cofferati oggi verso il PD, l’antipasto si è avuto nella trattativa su Alitalia, dove prima ha abbandonato le trattative,salvo poi tornare precipitosamente indietro e firmare, solo perché alcune teste “pensanti” del PD, tra le quali Enrico Letta e D’Alema, hanno convinto lui e Veltroni che il mancato accordo a causa della CGIL, sarebbe stato un tremendo boomerang per il partito.
Negli anni 80 Luciano Lama e il PCI furono sconfitti dal riformismo di Craxi, basta ricordare per tutti il disastroso referendum sulla scala mobile, oggi non c’è bisogno di arrivare a tanto, gli iscritti alla CGIL capiscono e sanno che la loro organizzazione fa politica,non sindacato, non si spiega altrimenti tutta questa voglia di sciopero contro il governo Berlusconi, quando nei confronti del governo Prodi, che ai lavoratori ha tolto anche le mutande, non ha mosso un dito, come lamentava il segretario della FIOM,Cremaschi il 31/01/2007 all’Ansa, dopo che i lavoratori dipendenti avevano verificato nelle buste paga gli effetti della finanziaria di Prodi,Visco &C.
Se a Cofferati piace portare i suoi iscritti in piazza per non ricavarne nulla,anzi facendo perdere retribuzione ai lavoratori faccia pure,non sarà certo lui a impedire al paese di modernizzarsi inaugurando un nuovo sistema di relazioni sindacali con Confindustria e governo.

UPDATE : Oggi si registrano nuovi durissimi attacchi da parte dei segretari di CISL e UIL, Bonanni : ''La Cgil si auto isola'' e Guglielmo Epifani ''e' come colui che va contromano in autostrada e dice che ad andare nel senso di marcia sbagliato sono gli altri'' ;
Angeletti: ''la Cgil ha deciso che doveva scioperare già prima dell’estate ma le ragioni di fondo non sono sindacali, ma di politica e di politica interna, perché avrebbe dovuto fare uno sciopero a prescindere, come direbbe Toto', e per questo non hanno sottoscritto accordi già da settembre''.
''Siccome non avrebbero potuto proclamare uno sciopero facendo degli accordi con Confcommercio e Confindustria hanno lavorato scientificamente per costruire una causa per proclamare lo sciopero.
Adnkronos

UPDATE/2 : I biglietti dei treni per permettere agli studenti di manifestare a Roma sembra siano stati pagati dal PRC e dalla CGIL, evidentemente il nuovo collateralismo coinvolge anche la “spontanea protesta” (Sic) degli studenti, altro che sindacato, questi sono solo dei mestatori che fanno l’opposizione politica, lo capiscono anche i bambini .






25 giugno 2008

PRONTO IL NUOVO LODO SCHIFANI

Sarà varato nel prossimo consiglio dei ministri,probabilmente venerdì, il cd nuovo lodo Schifani, ovvero la legge che blocca i processi per le più alte cariche dello stato durante il loro mandato, lo ha annunciato il ministro della giustizia Angelino Alfano.
Si tratta di una norma che tutela le alte cariche dello stato,Presidente della Repubblica, Premier,presidenti di camera e senato e presidente della corte costituzionale, sospendendo i processi penali in corso per la durata in carica del mandato, restano sospesi naturalmente anche tutti i termini di decorrenza e prescrizione, una norma vigente in molte democrazie occidentali.
In pratica si tratta della riedizione del lodo Schifani già approvato nella legislatura 2001-2006, opportunamente corretto e integrato dai rilievi della corte costituzionale che ne provocarono la bocciatura.
C’è da registrare su questo fronte l’apertura del capogruppo al senato del partito democratico Anna Finocchiaro che, sfidando il manettaro Di Pietro ha dichiarato di non avere pregiudizi al riguardo, così come anche l’UDC guarda con favore a un provvedimento di questo tipo.
Si tratta di un provvedimento di assoluto buon senso, nessuna impunità,ma solo posticipo del giudizio, cosa che consente a chi è stato chiamato dal popolo di espletare il suo mandato al meglio senza nessuna remora, ed è il primo argine a quella parte di magistratura e procure eccellenti politicizzate, che vorrebbero sovvertire il libero e democratico voto,magari con accuse risibili e infondate come ha dimostrato recentemente il caso Mastella.
E non è certamente un caso che solo il 21% degli italiani ha fiducia nell’operato della magistratura, nel 1992-93 erano oltre l’80%.
Naturalmente è solo l’inizio, urge rimettere mano a quella parte della riforma giudiziaria approvata durante l’ultimo governo Berlusconi che non fece in tempo ad entrare a regime, ovvero struttura e burocrazia degli uffici giudiziari, netta separazione delle carriere tra PM e giudici, avanzamento di carriera per merito e concorsi e non per anzianità , test psichico attitudinali obbligatori poiché come in tutte le altre categorie anche tra i magistrati può esserci qualche “disturbato mentale”, ecc. ecc.
E’ utile ricordare infine che la magistratura non è un potere, bensì un organo amministrativo dello stato,seppur indipendente, e che la supremazia della politica che rappresenta il “popolo sovrano” non può essere messa in discussione se non da chi le ha conferito il mandato.
Più chiaramente :” LA SOVRANITA’ APPARTIENE AL POPOLO NON ALLE PROCURE”.




20 maggio 2008

DA SOLI MA ANCHE NO

Dopo che il capolista della monnezza campana Massimo D’Alema ha ufficializzato l’esistenza di “correnti” (Sic) nel partito democratico “basta guardare come si danno gli incarichi”, e che “bipolarismo non significa necessariamente bipartitismo”, Walter Veltroni ha iniziato a lavorare per costruire un nuovo centrosinistra, incontrando al Loft Claudio Fava coordinatore della sinistra democratica.
Al termine dell’incontro quest’ultimo commenta: “ E’ la fine dell’autosufficienza proclamata e declamata” , si guarda alla sinistra che sia disposta ad accettare la sfida del governo fanno sapere dal Loft, si dunque a un “nuovo centrosinistra su base programmatica”.
Finisce dunque l’era del no ai veti, della vocazione maggioritaria e di tutte le novità contrabbandate in campagna elettorale, a cui gli italiani tra l’altro non hanno minimamente creduto, è l’ammissione del fallimento.
D’Altronde la sconfitta alle politiche e alle amministrative è stata pesantissima e la resa dei conti nel partito democratico è stata soltanto rinviata, le uniche possibilità di sopravvivenza di Veltroni alla guida del PD sono legate al dialogo con Berlusconi sulle riforme e alla costruzione di una nuova alleanza programmatica del centrosinistra,anche perché alle europee del prossimo anno il risultato delle politiche già non esaltante, difficilmente sarà ripetuto in assenza di “voti utili” e antiberlusconismo.
Insomma bisogna tornare a parlare e presto anche con Rifondazione e compagni, non mi meraviglierei certo se anche Prodi ritornasse in pista, sarebbe la migliore dimostrazione di come tutto deve cambiare senza che cambi nulla.




8 maggio 2008

L’ITALIA HA VOLTATO PAGINA, E’ LA NUOVA STAGIONE

Il nuovo governo Berlusconi è entrato ufficialmente in carica oggi dopo il giuramento di rito di tutti i ministri e del Presidente del Consiglio nelle mani del Presidente della Repubblica al Quirinale.
Subito dopo la cerimonia c’è stato il passaggio di consegne tra il premier dimissionario Romano Prodi e il nuovo premier Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi dove si è svolto anche il primo consiglio dei ministri che ha ufficialmente nominato Gianni Letta come sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri e assegnato le deleghe ai ministri senza portafoglio.
Inoltre è stato nominato Antonio Tajani commissario UE in sostituzione del dimissionario Franco Frattini nominato ministro degli esteri del nuovo governo.
Successivamente il premier si affacciato al balcone e ha salutato la folla mandando baci con le mani alla folla raccolta davanti Palazzo Chigi, che ha lasciato a piedi,concedendosi alla gente che lo ha accolto con “Meno male che Silvio c’è” , ha salutato tutti ripetendo “c’è tanto da lavorare”, ricevendo anche dei fiori rossi da una fan.
L’Italia ha voltato pagina,inizia la nuova stagione.













7 maggio 2008

NASCE IL NUOVO GOVERNO BERLUSCONI

Il nuovo governo Berlusconi nasce già con un record positivo, per la prima volta infatti nella storia della Repubblica, il presidente del consiglio incaricato,all’atto del conferimento dell’incarico ha sciolto immediatamente la riserva e presentato al capo dello stato la lista dei ministri.
Il giuramento dei ministri avverrà al Quirinale domani alle 17, il dibattito sulla fiducia ci sarà la prossima settimana e poi il governo entrerà nella pienezza dei poteri.
Sono 21 i ministri del nuovo governo Berlusconi: 12 ministri con portafoglio e 9 senza portafoglio. Successivamente verranno nominati i vice ministri che avranno deleghe importanti, 9 o 10,e una trentina di sottosegretari, per un totale di sessanta in tutto, molti meno dell’ultimo governo Prodi composto da ben 102 elementi in totale.
Al presidente Berlusconi i migliori auguri di un proficuo lavoro, nell’interesse innanzi tutto dell’Italia e degli italiani, che in modo plebiscitario lo hanno riportato per la terza volta a Palazzo Chigi.
Questa la lista dei ministri:

Presidente del Consiglio: Silvio Berlusconi
Sottosegretario alla presidenza del Consiglio: Gianni Letta.

Ministri con Portafoglio
 
Esteri: Franco Frattini
Economia: Giulio Tremonti
Interno: Roberto Maroni
Giustizia: Angelino Alfano
Difesa: Ignazio La Russa
Attivita’ produttive: Claudio Scajola
Welfare: Maurizio Sacconi
Politiche Agricole: Luca Zaia
Ambiente: Stefania Prestigiacomo
Infrastrutture e Trasporti: Altero Matteoli
Istruzione- Università - Ricerca: Maria Stella Gelmini
Beni Culturali: Sandro Bondi

Ministri senza Portafoglio

Riforme Federalistiche: Umberto Bossi
Funzione Pubblica e innovazione: Renato Brunetta
Rapporti con il Parlamento: Elio Vito
Semplificazione: Roberto Calderoli
Affari Regionali: Raffaele Fitto
Politiche Comunitarie: Andrea Ronchi
Pari Opportunita’: Mara Carfagna
Attuazione del Programma: Gianfranco Rotondi
Politiche Giovanili: Giorgia Meloni









Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. video berlusconi governo prodi nuovo

permalink | inviato da Aurora86 il 7/5/2008 alle 22:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


30 aprile 2008

IL NUOVO PRESIDENTE DELLA CAMERA

E’ Gianfranco Fini il nuovo presidente della camera dei deputati , il leader di An e cofondatore del Popolo Della Libertà è stato eletto dopo le tre fumate nere di ieri, quando il quorum era alto (due terzi dei deputati e poi dei votanti), oggi il candidato del PDL ha centrato l'elezione ottenendo 335 voti (ne servivano 306) su 611 votanti.
Quando, al termine dello scrutinio, il presidente della seduta Pierluigi Castagnetti ha proclamato il presidente di An, l’aula è esplosa in un lungo applauso: tanto i deputati di maggioranza quanto quelli di opposizione si sono alzati in piedi tributando al neo eletto un lungo applauso.







29 aprile 2008

SCHIFANI NUOVO PRESIDENTE DEL SENATO

Un applauso corale, proveniente da tutti i banchi dell’emiciclo, saluta l’annuncio ufficiale dell'elezione del Sen. Schifani alla presidenza del senato,dato dal presidente della seduta Giulio Andreotti
Tutti in piedi i senatori del centrodestra. Seduti quelli del centrosinistra che, però, si uniscono cavallerescamente nell’applauso, seppur più timido, per l’esponente del PDL che sale sullo scranno più alto di Palazzo Madama.
"Mi impegno ad adempiere il mio compito - ha detto il neopresidente del Senato - con il massimo scrupolo di garante delle regole, dei diritti dell’opposizione, della maggioranza e delle esigenze del governo. Essere il garante sarà missione principale da me più volte sentita in questa funzione".
Schifani ha ottenuto178 voti, 4 in più rispetto ai 174 dei senatori del PDL, della Lega e dell’MPA e 16 in più della maggioranza assoluta richiesta (162 voti).






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. video senato nuovo presidente schifani

permalink | inviato da Aurora86 il 29/4/2008 alle 15:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


29 marzo 2008

IL 10 APRILE IL NUOVO CONTRATTO CON GLI ITALIANI

Se ci sono molti dubbi sulla possibilità che Silvio Berlusconi e Walter Veltroni facciano uno o più duelli tv, la certezza è invece che il Cavaliere in questa campagna elettorale vorrà firmare un nuovo contratto con gli italiani. Stesso studio del 2001, (quello di Porta a Porta); stesso cerimoniere (Bruno Vespa); stessa scrivania in ciliegio (conservata con cura in Via Teulada). Un contratto in cinque punti da tener segreto per evitare “che Veltroni copi anche quelli”, scherzano gli azzurri. Un patto tv con gli italiani che – considerando l’annullamento della puntata di giovedì 27 marzo di Porta a Porta con ospite proprio Berlusconi – sarà firmato solo nell’ultima settimana prima del voto, quando sia il Cavaliere sia Veltroni avranno da Vespa lo spazio per un “soliloquio” finale.
Le date già sono state concordate: mercoledì 9 aprile toccherà a Veltroni; giovedì 10 a Berlusconi.
Intanto dopo la puntata di Porta a Porta saltata per “indisponibilità” di Veltroni, salta anche il confronto a distanza su RAI 3 nella trasmissione “ In Mezz’ora “ di Lucia Annunziata prevista nelle prossime due domeniche per indisponibilità stavolta di Berlusconi che ha reso immediatamente il “favore” a Veltroni e subito dal partito democratico sono arrivati puntuali i lamenti contro il Cav. accusato di fare “ripicche da bambini” ,certo che hanno uno strano modo di ragionare questi democratici, se lo fanno loro va tutto bene, se lo fanno gli altri no, è la solita storia della verità che deve essere adattata secondo la convenienza del momento, i retaggi comunisti sono duri a morire,hai voglia a cambiare nomi e simboli.
Il tutto grazie a una legge insulsa come la “par condicio”, ed è bello vedere il contrappasso di una legge fatta per “imbavagliare Berlusconi” penalizzare gli stessi autori, Veltroni continua a chiedere insistentemente un confronto in televisione con Berlusconi che non si può fare poiché si dovrebbe fare lo stesso con tutti i candidati premier da Casini a Bertinotti fino a Giuliano Ferrara, ed inoltre non è stato previsto proprio per questo dalla commissione parlamentare di vigilanza dove pure la sinistra è in maggioranza,diversamente dalle elezioni del 2006 dove i confronti tra candidati premier erano stati previsti e programmati dalla commissione.
Berlusconi ha dichiarato più volte di non aver problemi a confrontarsi con chicchessia, specie se il confronto verte su chi ha fatto una vita di chiacchiere contro chi nella vita ha fatto solo fatti, e credo che nemmeno il più acerrimo nemico possa dubitare del coraggio del “leone della libertà” .
Veltroni abolisca la “par condicio” e avrà tutte le soddisfazioni che desidera, certo se nel frattempo vincesse anche almeno uno scudetto o una Coppa dei Campioni il confronto sarebbe leggermente più interessante.




20 marzo 2008

IL NUOVO E' GIA' PENSIONATO.

«Ancora una volta Veltroni parla in un modo e razzola in un altro. Si è presentato come l'uomo nuovo della politica italiana, ma in realtà è un pensionato della politica, che ha ricevuto la pensione da parlamentare dal 2001».
Così Silvio Berlusconi in una tripla intervista serale al TG1,TG2,TG5 è intervenuto sulla polemica che ieri ha visto contrapposti Veltroni che proponeva di ridurre l’indennità ai parlamentari, e Fini che gli dato dell’ipocrita ricordando che riceve un vitalizio di 5.216 euro mensili.
Veltroni da parte sua ha ribadito che lui quei soldi “ proprio non li voleva” (Sic),ma non è stato possibile rifiutare, controreplica di Fini: «L'ho preso con il sorcio in bocca. Doveva dire: premesso che percepisco 5.200 euro di pensione e li uso per fare del bene, bisogna ridurre il vitalizio ai parlamentari. Se così avesse fatto non starei qui a polemizzare».
Chiude Veltroni che precisa:” in questi anni ho finanziato con 25.000 euro la Caritas, con 25.000 Sant'Egidio, con 25.000 l'Amref per una scuola in Africa e con 25.000 un progetto di sostegno a ragazzi autistici”.
E secondo me a questo punto la toppa è stata peggio del buco,il buon Walter evidentemente ha ignorato, e mi meraviglio, una massima di Gesù riportata dal vangelo : “Quando dunque fai l'elemosina, non fare suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere onorati dagli uomini”.
Ogni ulteriore commento mi sembra inutile e di troppo, si è perso completamente il senso del ridicolo, e meno male che ogni tanto arriva qualche polemichetta a farci sorridere,questa campagna elettorale che barba,che noia…

                   

 


14 febbraio 2008

MENOMALE CHE SILVIO C’E’ !!!

Sarà questo il nuovo inno del PDL?
E' la storia di una persona qualunque che lavora, che non ha potere né privilegi, ma che si sente tutelato dalla presenza in politica di Berlusconi: "Menomale che Silvio c’è".
Sarebbe stato lo stesso leader azzurro a presentarlo ad una cinquantina di giovani militanti che, al termine di 'Porta a porta' di martedì scorso, lo attendevano sotto palazzo Grazioli.
L'autore è Andrea Vantini, 38 anni, "cantautore da quando ne avevo 12". Nessuna tessera politica in tasca — è già contento così perché sa perfettamente che "queste sono decisioni che spettano al nostro amato presidente". Intanto si è organizzato, e infatti tutti gli estimatori possono acquistare online il pacchetto T-shirt e cd a 15 euro più spese di spedizione.
Qui puoi ascoltare lo spot.

http://www.menomalechesilvioce.it/Ascolta.html







Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nuovo inno pdl menomale che silvio c'è

permalink | inviato da Aurora86 il 14/2/2008 alle 15:19 | Versione per la stampa


19 dicembre 2007

ALTRO CHE SICUREZZA.

Non passa giorno che questa banda di incapaci e dilettanti allo sbaraglio al governo non producano qualche pasticcio, oggi è arrivata la conferma ufficiale che,il decreto legge sulla sicurezza varato dal governo, fortemente voluto da Walter Veltroni all’indomani dell’omicidio da parte di un romeno della signora Reggiani a Roma, sarà fatto decadere .
Il decreto che già durante l’iter parlamentare era stato fortemente svuotato di contenuti e norme più stringenti sulla sicurezza,si era invece arricchito di una norma anti omofobia che nulla aveva a che fare con l’oggetto del decreto contenente un errore giuridico “insanabile”,tanto che il Presidente della Repubblica aveva già fatto sapere che difficilmente lo avrebbe promulgato se non fosse stato corretto, e così per evitare di ritornare al senato dove il governo sicuramente sarebbe stato sfiduciato visto che la cancellazione della norma anti omofobia non avrebbe avuto i voti della sinistra massimalista si preferisce la “decadenza” del decreto.
Il governo fa sapere che sta “lavorando”(Sic) ad un nuovo decreto per evitare vuoti legislativi che sarà approvato il 28 Dicembre, insomma si gioca con la pelle dei cittadini, la decadenza del decreto potrebbe provocare il ricorso dei cittadini comunitari espulsi con tutte le falle conseguenti che si aprirebbero nel sistema giuridico.
C’è una sola parola per commentare tutto questo : VERGOGNA!
Chissà cosa ne pensa Veltroni
che si era tanto speso per questo decreto sicurezza, nonostante si sia toccato il fondo si continua a scavare.





11 dicembre 2007

QUALE LOOK PER SILVIO?

Nelle sue ultime comparse tra le folle , Silvio Berlusconi sfoggia un nuovo look , ovvero la T-shirt girocollo sotto la giacca, di conseguenza si è acceso il dibattito non solo tra la gente comune ma anche tra gli stilisti e il mondo dell’alta moda italiana che si dividono con pareri contrastanti tra loro.
Meglio la T-shirt o la camicia? La giacca mono o doppio petto? Voi che ne pensate?
Ho trovato molto interessante sull’argomento questo articolo di Michela Tamburino,pubblicato oggi sul quotidiano La Stampa, tanto che ve lo propongo.

ADDIO CRAVATTA E GIACCHE A DOPPIO PETTO
Michela Tamburino

A tutta prima, qualcuno non ha creduto ai propri occhi. Silvio Berlusconi in maglietta e giacca come fosse Nembo Kid. Via la camicia candida e la cravatta di Marinella, via ogni condizionamento formale; il Cavaliere degli italiani è apparso con questo look sbarazzino in varie occasioni. La rivoluzione della T Shirt è molto più audace di quella della bandana, la rivoluzione della T Shirt sottintende l’abbraccio con la piazza, rivela intenti da descamisado, è in nuance con i gazebo e non stride con le manifestazioni antiFinanziaria. E consente di sfatare la diceria che l’ex premier porti il fondotinta a bordo mento. Ora, con il collo in bellavista, l’uniformità del colore bronzeo cancella ogni dubbio sull’uso della lampada solare.
Ma, a proposito di collo all’aria e di immagine più rock che lenta, qualcuno ha qualcosa da dire e da ridire. Per esempio un maestro come Beppe Modenese, universalmente riconosciuto come uno degli uomini più chic del mondo, presidente onorario della Camera Nazionale della Moda. «Credo che Berlusconi voglia essere sempre attuale e che attraverso l’esteriorità voglia dichiarare l’appartenenza a una categoria anagrafica che non gli corrisponde più. A me non piace, io non lo farei, ci sono altri modi per restare ancorati al mondo d’oggi che non portare un girocollo. Per dirla tutta, il collo in primo piano mi sembra denunci, più della camicia, l’età di chi lo indossa. La camicia per l’uomo, soprattutto se abbinata alla cravatta, dunque chiusa, è come per la donna il girocollo di perle: un antirughe perfetto, ottimo per celare un sottomento non più a tenuta di telecamera. Detto questo, bisogna anche ricordare che questi personaggi si avvalgono di consulenti che fanno studi approfonditi prima di dare un consiglio tanto importante. Un personaggio come Berlusconi non si butta allo sbaraglio. Ma se insiste con la sua maglietta, deve assolutamente cambiare tipo di giacca. Altrimenti sembra uno che è uscito di corsa da casa».
Allora vediamo che ne pensa Luca Litrico che da settembre e in gran segreto, ha sostituito Caraceni nel cuore del guardaroba romano di Berlusconi in un continuo via vai di sarte dall’atelier a Palazzo Grazioli dove abita il cavaliere. «La maglietta non è un nostro suggerimento - mette le mani avanti Litrico - noi abbiamo cominciato con giacche bianche d’estate e una serie di camicie in seta e cotone che gli consegneremo a giorni. Lui è un uomo molto attento al suo look infatti ha accettato di buon grado il nostro consiglio di passare dalle giacche a doppio petto a quelle a un petto con i revers con le punte a lancia; snelliscono e ringiovaniscono. Le stiamo preparando. Il look del Presidente va rinnovato e noi lo faremo per gradi».
E gli esperti di moda? Per Santo Versace, «ognuno è libero di vestire la propria anima come meglio crede. Significa essere a proprio agio con un vestito e restare in armonia con se stessi. Maglietta o camicia, basta che non strida con il proprio umore». Non plaude al rinnovamento Guillermo Mariotto, stilista di Gattinoni, colui che ha sdoganato il lato B delle donne: «L’ho vista, deve essere una maglietta a un filo di cashmere. Io penso ci sia un’età e un fisico per tutto e che un ruolo istituzionale vada rispettato anche nel look. La credibilità di un leader si vede anche la quello: se Berlusconi ha deciso di presentarsi in pubblico come scendesse dalla scaletta di un panfilo a Porto Cervo, chissà che cosa pensa. O si è convinto che chi vuol dare spallate politiche lo possa fare solo in maglietta».
Non sono dello stesso avviso due giovani stiliste. Federica Fendi trova la T shirt «elegantissima. Basta con tutti questi politici incravattati e lontani dalla gente. Una maglietta sotto la giacca regala un’immagine più svelta. In fondo, anche il suo ruolo ora è meno formale». Un’altra giovane è Lavinia Biagiotti: «A me piace. Questo è l’anno dei cambiamenti per una Bilancia come lui. Trovo sia una forma di evoluzione, una sensibilità al mutamento dei costumi questo suo non mascherare più i difetti fisici. Magari in futuro passerei ai dolce vita sotto la giacca come faceva Strehler. Dietro ci vedo il consiglio delle figlie. Brave».

La Stampa 10/12/2007




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi nuovo t-shirt look

permalink | inviato da Aurora86 il 11/12/2007 alle 1:30 | Versione per la stampa


18 novembre 2007

NASCE IL PARTITO DEL POPOLO ITALIANO DELLA LIBERTA’

 "Forza Italia si scioglierà dentro una nuova formazione politica" che si chiamerà "Partito del popolo italiano della libertà". Lo ha affermato il presidente Silvio Berlusconi, lasciando piazza San Babila dove ha annunciato la nascita di una nuova formazione politica:
"Una nuova creatura protagonista della libertà e democrazia dei prossimi decenni". Alla domanda su quale sarà il destino di Forza Italia, Berlusconi ha replicato: "E’ un nome che ha contato e che contribuirà a rendere più grande la nuova formazione".
Il nuovo partito, ha spiegato Berlusconi ai microfoni dei cronisti, "lo vogliono tutti i cittadini; in più di 7 milioni, una cosa mai successa nella storia della Repubblica, si sono recati ai chioschi per dire basta alla situazione attuale, uniti contro la frammentazione, per fronteggiare la sinistra che è sotto i diktat della sinistra estrema. Metà di coloro che sono venuti da noi ai gazebo non erano di Forza Italia". Berlusconi ha ripetuto: "Diamo via qui oggi stesso a questo nuovo futuro della politica italiana. Spero che aderiscano tutti, nessuno escluso". "Il partito lo rappresenteranno coloro che avranno avuto un’investitura democratica dalla gente".
"Domani presenteremo ufficialmente questa nuova iniziativa". Ci sarà una conferenza stampa? è stato chiesto dai cronisti. "Più conferenza stampa di questa, in mezzo alla gente..." ha sorriso Berlusconi. Il numero uno di Forza Italia, poi, ha spiegato che i gazebo - che in questi giorni hanno raccolto le firme per un ritorno al voto - resteranno aperti tutta la settimana e che cercheranno di essere presenti in tutte le regioni italiane.
Adnkronos 18/11/2007

Non impareranno mai, se qualcuno, avversari o alleati ,avevano immaginato Berlusconi nell’angolo con le spalle al muro è meglio che si rassegnino.
E’ proprio nei momenti difficili che Berlusconi da il meglio di se,il suo eccezionale tempismo e decisionismo, unito alla straordinaria dote di capire prima e meglio di tutti gli umori del paese, nonché il feeling con la gente, lo mettono in grado di non temere nulla e nessuno.
L’annuncio del nuovo soggetto politico che già nel prossimo week-end raccoglierà le adesioni dei cittadini,ottiene prima ancora della nascita, tre o quattro notevolissimi risultati:
-Si conferma l’indubbia leadership nel popolo di centrodestra e l’avversario con il quale la sinistra deve cercare di trattare per arrivare a una nuova legge elettorale e un piano minimo di riforme.
-Si libera in un solo colpo di Fini e Casini, perché presto i loro partiti saranno prosciugati,Casini potrebbe emigrare anche a sinistra, ma i suoi elettori li lascerà a Berlusconi, per Fini è ancora più dura, dopo che è stato eroso a destra da Storace e Santanchè rischia un profondo salasso dal nuovo soggetto politico,e lui non può nemmeno andare a sinistra, a meno che non si presenti da Berlusconi con il capo cosparso di cenere.
-Si libera di tutto l’apparato e i colonnelli di Forza Italia,che dalle prossime settimane se non mostreranno di valere,si ritroveranno a spasso.
-Tutti i piccoli partiti che sono nella CDL , tipo Nuova DC,Nuovo PSI,PRI, ecc .ecc. non hanno più scelta o si fondono nel nuovo soggetto o scompaiono.
Insomma è già una vittoria su tutti i fronti, quest’uomo non finirà mai di stupirmi, da domani e per i prossimi mesi non si parlerà che di questo.




17 novembre 2007

DINI: NUOVA MAGGIORANZA PER NUOVO GOVERNO.

Il senatore Lamberto Dini insiste, durante la trasmissione tv 'Otto e mezzo, sul suo cavallo di battaglia delle larghe intese. La soluzione, sottolinea l'ex premier, potrebbe essere quella di raccogliere le grandi forze del paese per governare insieme.
"Io non accetterei. Non ho nessun interesse ad entrare nel governo, tanto piu' in un Prodi rimaneggiato". Lamberto Dini risponde cosi' quando gli viene chiesto se, con un eventuale rimpasto a gennaio, accetterebbe di entrare a far parte del governo. "Stando al governo non potrei piu' dire quello che penso. Preferisco continuare la costruzione del partito Liberal democratico".
"Ho votato la finanziaria per senso di responsabilità", ha aggiunto l'ex premier, ma "sono sempre più convinto che ci sia necessità di un cambiamento del quadro politico", perchè ciò che fa il governo "non è adeguato per consentire la ripresa economica e il risanamento". Nel dettaglio, Dini ha spiegato che "l'accordo sulle pensioni raggiunto coi sindacati è un buon compromesso" ma se il governo "dovesse cedere ad alcune pressioni" che stanno arrivando soprattutto da sinistra non esiterebbe a votare contro.
Dini ha parlato di un nuovo gruppo ha fatto i nomi di Scalera e D'Amico, e non ha detto no quando Giuliano Ferrara ha citato i 'dissidenti' dell'Unione Bordon e Manzione. "Lavoreremo al gruppo dalla prossima settimana".
Un'alleanza con Clemente Mastella e l'Udeur? "No, perchè con Mastella la pensiamo diversamente, in particolare sul futuro... Mastella mira a ottenere un chiarimento in questa coalizione, magari arrivando a un rimpasto, ma questa non è la mia ottica; la mia è superamento di questo quadro. Io non penso alla sopravvivenza". Parola di Lamberto Dini.
Adnkronos

Se possibile Dini è stato ancora più chiaro di quanto ha fatto in aula sfiduciando il governo,la sua prospettiva politica a cui sta lavorando si può riassumere così:
-No al governo Prodi e a un Prodi bis;
-No a un governo con la sinistra massimalista;
-Si a un governo di larghe intese o istituzionale che dia risposte al paese e che faccia le riforme strettamente necessarie,in primis la legge elettorale prima del voto;
E pensare che qualcuno è convinto che l’altra sera, durante la votazione sulla finanziaria, non sia successo nulla di “politicamente rilevante”…




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo prodi maggioranza larghe intese nuovo bordon dini

permalink | inviato da Aurora86 il 17/11/2007 alle 1:52 | Versione per la stampa


31 ottobre 2007

UN NUOVO CARBONARO DELLA LIBERTA' .

Silvio Berlusconi è diventato nonno per la terza volta. E' infatti nato il figlio di Barbara, Alessandro. Lo ha annunciato lo stesso Berlusconi ai deputati di Forza Italia, riuniti a Montecitorio, per valutare gli aspetti organizzativi della manifestazione contro il governo che è prevista nei giorni 16, 17 e 18 novembre. Durante la riunione Berlusconi ha telefonato al capogruppo Elio Vito per sostenere e incoraggiare i 'suoi' deputati nelle iniziative della manifestazione. Vorrei essere li con voi, ha detto detto il Cavaliere, ma non posso essere presente perché in queste ore sono diventato nonno un'altra volta.
La notizia della nascita del nipotino del Cavaliere è stata salutata da un lungo applauso dei deputati di Fi riuniti per discutere della prossima due giorni azzurra del 17-18 novembre. Per ora, l'ufficalità sul nome del nuovo rampollo non è data, ma appare probabile che il primo figlio di Barbara Berlusconi e Giorgio Valaguzza si chiamerà Alessandro.

AUGURI PRESIDENTE PER LA NASCITA DI QUESTO NUOVO CARBONARO DELLA LIBERTA’ !!!




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi nuovo auguri nonno terzo barbara nipote carbonaro

permalink | inviato da Aurora86 il 31/10/2007 alle 15:9 | Versione per la stampa

sfoglia     dicembre        febbraio
 

 rubriche

Diario
Immagini del giorno
Trinariciuti
Politica
Miseria,Terrore e Morte
Silvio Berlusconi
Parole in libertà

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

MARA CARFAGNA
IDEAZZURRA
NON SOLO NAPOLI
AG BELLUNO
KOMUNISTELLI
PER IL POPOLO DELLA LIBERTA'
FILIPPO
IL BERRETTO A SONAGLI
FAZIOSO LIBERALE
PENSIERI IN VOLO
VOCERIBELLE
MARALAI
AMPIORESPIRO
F. STORACE
LA DESTRA NEWS
IL VELINO
YOUTUBE
CASA DELLE LIBERTA':
FORZA ITALIA
FORZA ITALIA GIOVANI
FORZA ITALIA SENATO
FORZA ITALIA CAMERA
FORZA ITALIA GRUPPO EUROPEO
ALLEANZA NAZIONALE
LEGA NORD
UDC
NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA
NUOVO PSI
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA
PARTITO LIBERALE
PARTITO REPUBBLICANO
RIFORMATORI LIBERALI
STEFANIA CRAXI
ALESSANDRA MUSSOLINI
PENSIONATI
MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE
PARTITO POPOLARE EUROPEO
CIRCOLO DELLA LIBERTA'
CIRCOLO GIOVANI
MEDIA:
ADNKRONOS
ANSA
AVVENIRE
CORRIERE DELLA SERA
DAGOSPIA
FAMIGLIA CRISTIANA
IL FOGLIO
IL GIORNALE
IL LEGNO STORTO
IL MANIFESTO
IL MESSAGGERO
IL SECOLO XIX
ILSOLE24ORE
IL TEMPO
ITALIA LIBERA
LA 7
LA DISCUSSIONE
L'ESPRESSO
LIBERAZIONE
LIBERO
L'OPINIONE
L'OSSERVATORE ROMANO
LA PADANIA
LA STAMPA
LA TV DELLA LIBERTA'
L'UNITA'
MEDIASET
NOI PRESS
PANORAMA
POTERE SINISTRO
QUOTIDIANONAZIONALE
RAGIONPOLITICA
RAI
RAI TELEVIDEO
RASSEGNA STAMPA
REPUBBLICA
SONDAGGI POLITICO-ELETTORALI
TGCOM
THINK-TANK:
FONDAZIONE LIBERAL
FREE FOUNDATION
IDEAZIONE
ISTITUTO BRUNO LEONI
MAGNA CARTA
WEB JOURNAL:
BLOG-SHOW
BOOKCAFE
LIQUIDA
DICEVI? BLOGS JOINER
TOCQUEVILLE-LA CITTA' DEI LIBERI
FORUM:
ALFEMMINILE
CORRIERE FORUM
DONNA MODERNA
FORUM NUOVO PSI
FUORI DI TESTA
GIOVANI IT.- POLITICA
L’UNITA’
LA STAMPA FORUM
MARCO TRAVAGLIO FORUM
POLITICA ON LINE
REPUBBLICA
ULIVO/PD
SITI…ONOREVOLI:
ANTONIO PALMIERI
BENEDETTO DELLA VEDOVA
CLEMENTE MASTELLA
CARLO GIOVANARDI
GIULIO TREMONTI
RENATO BRUNETTA
PAOLO GUZZANTI
TOTO’ CUFFARO
AURORA86 CONSIGLIA:
!!:::GOVERNO PRODI
123 BETA
A CONSERVATIVE MIND
ACROSS THE BORDER
ADESTRA
AD SIDERA
AG AVERSA
AGE-VERNACOLESE
AKELA THE WOLF
ALEPUZIO
ALESSANDRA FONTANA
A LOOK TO THE RIGHT
ALTERNATIVA POPOLARE
AMANDACCO
AMERICAMERCATOINDIVIDUO
AMERICA THE BEAUTIFUL
ANNI DI SANGUE
ANTIKOMUNISTA
ANTIEUROPEO
ARCHEOPTERIX
ARMONIA DEI SENSI
ASTROLABIO
ATROCE PENSIERO
AZIONE GIOVANI
BALESTRATESI
BANDO ALL'IPOCRISIA
BARNEY PANOFSKY
BARRY GOLDWATER
BATTITORE LIBERO
BIETTO(ANCHE SE NON CI SEI PIU')
BIG DOGS WEBLOG
BLAKNIGHTS
BLOGIORNALE
BLOG PER SILVIO
BOTTOMLINE
C'E' WALTER
CALAMITYJANE
CALIMERO
CALVIN
CAMELOT DESTRA IDEALE
CAMILLO
CANTOR
CAPPERI
CARLO MENEGANTE
CATEPOL
CASTELLO BIANCO
CENSURAROSSA
CENTRODESTRA
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ GOLFO DEL TIGULLIO
CIRCOLO GIOVANI FIRENZE CENTRO STORICO
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ IL CAMINETTO
CIRCOLO LIBERTA’ TORINO
CHE CI DEVI FARE
CIVILTA'
COMMERCIALISTA
CONTROCORRENTE
C'E' POCO DA RIDERE
DALL’ALTRA PARTE
DAVERIK
DAW
DEBORAH FAIT
DEEARIO
DEIMM
DESTRA LAB
DIETRO LE LINEE NEMICHE
DILLA TUTTA
DORIA
DUMBS OX DAILY
EL BOARO
FABIO SACCO
FACE THE TRUTH
FATTI&MISFATTI
FENOMENI IN GIRO NON C’E’ NE
FREEDOMLAND
FREE THOUGHTS
FORT
FORZA FRIULI
FORZA ITALIA-BLOG
FULVIA LEOPARDI
GABIBBO
GAETANO SAGLIMBENI
GAWFER
GEMELLE GLITTER
GERMANYNEWS
GIANNI DE MARTINO
GIANFRANCO FINI PREMIER
GIANGIACOMO’S THINK THANK
GINO
GIOVANNI VAGNONE
GIOVANI AZZURRI VENETO
GIOVANI CON SILVIO
GIULIA NY
GRAZIE BERLUSCONI
GRENDEL FROM THE MOOR
HARRY
HARRY'S WORLD
HURRICANE
I DIAVOLI NERI
IGNAZIO ARTIZZU
IN GOD WE TRUST
ING.GAS NEO CON WEBLOG
INGEGNERBLOG
INNOVAZIONE GIOVANI
IL BARONE NERO
IL BLOG DELL'ANARCA
IL CAMPER
IL CASTELLO
IL CIELO SOPRA KABUL
IL FILO A PIOMBO
IL GIOVINE OCCIDENTE
IL GIULIVO
IL GRANDE GABBIANO
IL GRINCH
IL MANGO DI TREVISO
IL MASCELLARO
IL MIO MONDO
IL MISCREDENTE
IL NANO
IL RE DELLA MONNEZZA
IL REAZIONARIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
IL SORVEGLIATO SPECIALE
IN ETERE
INYQUA
IL MOTEL DEI POLLI ISPIRATI
IL RUMORE DEI MIEI VENTI
IO&LUI
ITALIA LAICA
ITALIAN LIBERTARIANS
ITURADASTRA
JIHADI DU JOUR
JOYCE
KAGLIOSTRO
KATTOLICO
KRILLIX
L'USSARO
LA CASA DELLE LIBERTA' BLOG
LA CITTADELLA
LADYJADINA
LA GRANDE FORZA DELLE IDEE
LA LIBERTA’ VA CONQUISTATA OGNI GIORNO
LA RISCOSSA
LA TAVOLA ROTONDA
LA TERRA DI MEZZO
LA TESTATA
LA VOCE DEL PADRONE
LE BARRICATE
LEFTKILLER
LE GUERRE CIVILI
LIBERALIDEA
LIBERALI PER ISRAELE
LIBERIAMO MASSA
LIBERTA' AZZURRA(LA)
LIBERTARIAN POST
LISISTRATA
LOGICA
LUCAP.
LUCARIELLO.TK
LUXOR
M&A
MANOLO
MAODDI
MARCOPAOLOEMILI
MARINIELLO
MATTEO SANNA
MELANDRINA
MEMORIE DI UN TERRONE
MEZZOGIORNOEUROPEO
MIKEREPORTER
MITHRANDIR
MISSIONARIO
MONDIAL POST
MONDOPICCOLO
MUSICAEPOLITICA
NNHOCAPITO
NEBBIA IN VALPADANA
NE QUID NIMIS
NEOCON ITALIANI
NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA
NON SI ABBIA TIMORE DI PUNIRE CAINO
NEXTCON
OGGI
OLIFANTE
ORPHEUS
OTIMASTER
PARBLEU
PARLA PER TE
PAROLIBERO
PARTIGIANO WILLIAM
PASSAGGIO A NORD EST
PASSAGGIO AL BOSCO
PAROLE&PENSIERI
PATRIOTI SI NASCE
PEGGIO SORU
PENDENTE A DESTRA
PERLAS
PESCARA LIBERA
POLITICALLY-SCORRECT
POLITICANDO
PORNOROMANTICA
POSIZIONE AUTARCHICA
PRO AMERICAN MOVEMENT
PROVOCAZIONE
PSEUDOSAURO
QUALCOSA DI DESTRA
QUID TUM?
RADICI E LIBERTA'
REJECT THE UN
ROBI
ROBINIK
ROLLI
SALVATORE LAURO
SARA-90
SARA PETELLA
SAURA PLESIO
SCHEGGE DI VETRO
SCHELETRI-SINISTRI
SCIOPENAUER
SGS
SICILIA RADICALE
SIETE PROPRIO COGLIONI
SIGLOBAL
SILVIOBERLUSCONIFANSCLUB
SILVIO NON FARMI ASTENERE PIU'
SINISTRERIA
SLIVERS OF MY SOUL
SONGCODES
SOSTIENI LANDRIANO
STARSAILOR
STATO MINIMO
STUDENTI PER LA LIBERTA'-MI
STUDIO LEGALE FIORIN
SUPERUOMO
SVULAZEN
TBLOG
TEXAS FRED
TEOCON
THANK YOU AMERICA
THE BRAIN WASH
THE HOLE IN THE WALL
THE JUST CHOICE
THE MOTE IN GOD’S EYE
THE NEW OBJECTIVIST
THE REAL CONSERVATIVE
THE RIGHT NATION
THUMBRIA
UGO MARIA CHIRICO
UPL
USER 2501
VALEFORN
VALERIO METRONIO
VELVET
VEXILLA
VIRGILIO FALCO
VITA E PASSIONI
VIVENDO E IMPARANDO
VOCIRPINE
VOTA SILVIO
W LA LIBERTA'
WALKING CLASS
WIND ROSE HOTEL
ZANZARA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom