.
Annunci online

  Aurora86 AZZURRA LIBERTA' - * BLOG MORALMENTE INFERIORE *
 
Diario
 





   


HOME PAGE BLOG

AZZURRA LIBERTA'-ASCOLTA
 

INNO FORZA ITALIA-ASCOLTA
 



In una democrazia è il popolo
che sceglie i leader, non sono
i leader che scelgono il popolo.
Silvio Berlusconi 02/12/2006

MENO MALE CHE SILVIO C'E'



PROGRAMMA DI GOVERNO
2008-2013


TUTTI I CANDIDATI DEL
POPOLO DELLA LIBERTA'





Vota Berlusconi

 




...andremo avanti con la forza
della gente contro i parrucconi
della politica.-Silvio Berlusconi
P.zza S.Babila Milano 18/11/2007





Vota Berlusconi
 






"Lightmysite.it promuove il tuo blog  
sui motori di ricerca con
Promoblog
- fai luce sul tuo blog..."                  


"La difesa della libertà è la
missione più alta,più nobile,
più entusiasmante che      
ciascuno di noi possa avere
l'avventura di fare."     
Silvio Berlusconi  
























"E' sorta in questi anni 
un'altra Italia, umile e  
tenace , orgogliosa e    
onesta, moderata  ma   
ferma  nel  difendere   
i  principi  di  libertà,   
che  non  ha  nessun    
passato da nascondere 
e  che  soprattutto non 
ha paura di sperare e di
credere. Questa  Italia 
siamo  noi,  si  chiama  
FORZA  ITALIA  "     
Silvio Berlusconi





STO LEGGENDO:
CAMBIARE REGIME
La sinistra e gli ultimi
45 dittatori(Einaudi)


"Cos'altro dovrebbe fare
la sinistra,se non lottare
contro  le dittature  e
battersi per liberare i
popoli oppressi?"



LA GRANDE BUGIA 
"Le sinistre italiane e
il sangue dei vinti".
 


GRAZIE ORIANA: PENSIERI
E PAROLE INEDITI DOPO
L'11 SETTEMBRE.



Technorati Profile

Add to Technorati Favorites

Save This Page
del.icio.us my del.icio.us
Registra il tuo Blog
I am Aurora86 on del.icio.us
Add me to your network




Aurora86
? Grab this Headline Animator

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Subscribe in a reader


Add to Google Reader or Homepage
Subscribe in NewsGator Online
Subscribe in Rojo
Add to My AOL
Add to netvibes
Subscribe in Bloglines
Add to The Free Dictionary

Add to Plusmo
Subscribe in NewsAlloy
Add to Excite MIX
Add to netomat Hub
Add to fwicki
Add to flurry
Add to Webwag
Add to Attensa
Receive IM, Email or Mobile alerts when new content is published on this site.
Add Aurora86 to ODEO
Subscribe in podnova

Add to Pageflakes

Subscribe to Aurora86

I heart FeedBurner

Visit the Widget Gallery
View blog reactions


Liquida



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog Aggregator 3.3 - The Filter

Elenco dei Blog italiani blog Directory, inserisci il tuo

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!












































PUBBLICIZZA GRATUITAMENTE
IL TUO SITO CON FREE -      
PUBBLICITA' GRATIS ! ! !      
CLICCA QUI...










"Troppo spesso è stata dimenticata   
la moralità del fare, la moralità del    
realizzare il programma annunciato  
agli elettori, la moralità dell’operare  
per mantenere gli impegni e per         
mantenere la parola data.                  
Per noi, la moralità nella politica        
consiste soprattutto nel mantenere  
gli impegni."   Silvio Berlusconi 


ARCHIVIO
SETTEMBRE 2008
AGOSTO 2008
LUGLIO 2008
GIUGNO 2008

MAGGIO 2008
APRILE 2008
MARZO 2008
FEBBRAIO 2008
GENNAIO 2008
DICEMBRE 2007
NOVEMBRE 2007
OTTOBRE 2007
SETTEMBRE 2007
AGOSTO 2007
LUGLIO 2007 

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006
NOVEMBRE 2006
OTTOBRE 2006
SETTEMBRE 2006
AGOSTO 2006
LUGLIO 2006
GIUGNO 2006
MAGGIO 2006







who's online


      

AURORA86
FEED IMAGES








8 luglio 2009

NESSUNA SANATORIA

Il sottosegretario Giovanardi e altri esponenti della maggioranza, l’opposizione, la CEI, l’associazionismo cattolico ecc. , che si preoccupano per l’assistenza alle famiglie dopo l’approvazione del DL sicurezza che prevede tra gli altri il reato di “immigrazione clandestina”, e chiedono una sanatoria per le colf e le badanti , possono dormire sonni tranquilli,  non ci sarà nessuna sanatoria perché non serve a nulla, le leggi infatti non possono essere retroattive ma valgono per il futuro, quindi colf e badanti che danno il loro valido contributo alle famiglie italiane non hanno nulla da temere anche se entrarono in Italia irregolarmente.

E poi se si fa una sanatoria per queste categorie di lavoratori, bisognerebbe estenderla anche ad altre categorie, senza contare comunque che è la stessa UE che le vieta tassativamente.

Chissà perché in Italia c’è questo vizio di perdere tempo a discutere su questioni che alla fine si rivelano del tutto insussistenti.

Così come a  proposito dell’approvazione del “pacchetto sicurezza” , sul quale lo stesso Berlusconi ha espresso profonda soddisfazione : “ una legge fortemente voluta da tutto il governo e in particolare dal presidente del consiglio” ,   si è parlato soltanto dell’introduzione del reato di immigrazione clandestina, delle ronde e del trattenimento sino a 180 giorni nei centri di identificazione e di espulsione dei clandestini e non dell’aumento di quattro anni del carcere duro per chi è accusato di mafia o il vincolo per gli imprenditori di denunciare il “pizzo”, e del fatto che vengono allontanati non solo sindaci e consigli comunali in odor di mafia, ma anche singoli dirigenti tecnici o amministrativi se risultanti collusi.

Ma si sa, gli sponsor dei clandestini in Italia, sono poi i migliori alleati dei mercanti di carne umana.

 

 


17 marzo 2009

GENCHI ANCORA A PIEDE LIBERO

Mentre l’ex PM di Catanzaro già titolare dell’inchiesta Why Not, De Magistris , trasferito d’ufficio dal CSM e destinato ad altro ruolo per gravi violazioni d’ufficio, non perde il”vizietto” di rilasciare interviste in cui racconta le sue “verità” ai media annunciando un probabile ingresso in politica ( come dubitarne visto che appartiene a quella categoria di magistrati che in crisi di autostima perché non compaiono sulle prime pagine dei media, si auto eleggono “rappresentanti della società civile” e si pongono l’obiettivo di cambiare la società da dentro le istituzioni (Sic), e lui bisogna riconoscere che almeno ad avere l’obiettivo dei media c’è riuscito), il suo super consulente Gioacchino Genchi, invece è ancora a piede libero, al centro di due inchieste, una della procura di Roma e l’altra di Marsala.
Pochi giorni fa il presidente del COPASIR Rutelli e il ministro della giustizia Alfano hanno lanciato l’allarme sui rischi per la sicurezza nazionale , visto che il super spione per due anni ha acquisito dati estremamente sensibili riguardanti l’ex direttore del SISMI, generale Nicolò Pollari, nonché i tabulati di traffico telefonico di altre 17 utenze mobili e 11 utenze fisse utilizzate da appartenenti ai servizi di sicurezza, questo oltre l’attività sviluppata dal consulente cui l’ex pm di Catanzaro ha delegato lo svolgimento degli accertamenti che ha portato ad acquisire un numero impressionante di dati, una cifra oscillante tra i 14 e i 18 milioni di righe di traffico telefonico, dati a disposizione di tre diverse procure, Catanzaro, Salerno e Roma e dello stesso consulente che non ha distrutto i dati in suo possesso.
I carabinieri dei Ros su mandato della procura di Roma hanno perquisito l’ufficio e l’abitazione del consulente sequestrando l’archivio per due presunte violazioni di legge, La prima: abuso d'ufficio «perché in più azioni esecutive nell'ambito di un medesimo disegno criminoso », Genchi «acquisiva, elaborava e trattava illecitamente i tabulati telefonici in uso a parlamentari, intenzionalmente arrecando agli stessi un danno ingiusto consistente nella conoscibilità di dati interni di traffico relativi alle loro comunicazioni, in assenza di vaglio ed autorizzazione preventiva delle Camere di appartenenza »; violando in questo modo, le garanzie sancite dalla Costituzione per deputati e senatori. Secondo ipotetico reato: abuso d'ufficio perché, sempre nell'ambito del «medesimo disegno criminoso», l'ex consulente di De Magistris «acquisiva i tabulati telefonici relativi ad utenze in uso ad appartenenti ai Servizi segreti, senza il rispetto delle relative procedure, con danno per la sicurezza dello Stato».
E non è tutto, Genchi è anche indagato per violazioni dell’anagrafe tributaria, circostanza denunciata dall’Agenzia delle Entrate, dove ha visionato, grazie a una password fornita dalla procura di Marsala, posizioni relative a persone che non risultano indagate.
Il ministro della giustizia Angelino Alfano, nell’ambito della nuova legge sulle intercettazioni , ha predisposto un intervento normativo a tutela dei servizi di sicurezza, in pratica viene affidata solo al procuratore della Repubblica la richiesta di disporre intercettazioni o acquisire dati dei tabulati telefonici di persone appartenenti ai servizi di sicurezza, ma tale documentazione sarà soggetta a secretazione e dovrà essere trasmessa al Premier che dovrà pronunciarsi entro 30 giorni per l’acquisizione del materiale nel fascicolo processuale, che, in caso di non pronuncia, avverrà automaticamente.
Intanto dopo circa 20 anni di aspettativa, Gioacchino Genchi è rientrato in servizio nella Polizia di Stato, e subito è stato sottoposto a “procedimento disciplinare” per interviste non autorizzate, il che è francamente ridicolo, costui dopo lo scempio fatto della sicurezza dello stato e della privacy di parlamentari e cittadini, dovrebbe stare in galera, perlomeno come misura cautelare, invece è ancora a piede libero.
Proprio perché in Italia c’è un sistema anomalo, dove casi come questo rischiano di essere la normalità, è indispensabile approvare al più presto la nuova legge sulle intercettazioni che limiterà drasticamente abusi e anomalie.







4 agosto 2008

ARRIVANO I MILITARI IN CITTA’

Come previsto dal decreto sicurezza recentemente approvato e dall’accordo tra i ministri dell’interno e della difesa,Maroni e La Russa,da oggi 3000 soldati saranno schierati nei grandi centri urbani con il compito di coadiuvare le forze dell’ordine e la sorveglianza di obiettivi sensibili,saranno anche impiegati in pattuglie composte da due militari che affiancheranno uno o due poliziotti e carabinieri.
I soldati hanno ricevuto un addestramento specifico, si muoveranno a piedi, avranno un'arma corta, potranno svolgere compiti di pubblica sicurezza ma non di polizia giudiziaria: in pratica potranno arrestare in flagranza di reato.
L’operazione avrà la durata di sei mesi,rinnovabili, il numero non è certamente elevato,ma la loro presenza è sicuramente importante per i cittadini soprattutto a livello psicologico, oltre che sostanziale, visto che i soldati permetteranno di liberare da compiti di mera sorveglianza personale delle forze dell’ordine da impiegare nei servizi sul territorio.
Il partito democratico è contrario a questa iniziativa e francamente non si capisce perché,visto che da un recente sondaggio risulta che l’ 82% dei cittadini sono favorevoli alla presenza dei militari in appoggio alle forze dell’ordine, o forse si capisce sin troppo bene, il Loft con vista sul Circo Massimo non è mai stato così sicuro.
Eppure anche autorevoli esponenti del PD su territorio come il sindaco di Venezia,Cacciari, e anche il sindaco di Padova, plaudono all’iniziativa, a questo punto resta da capire se sono i cittadini a non capire il PD, oppure è il PD a non capire i cittadini, io propendo per quest’ultima.




22 maggio 2008

LA MORALITA' DEL FARE

Il primo consiglio dei ministri operativo del nuovo governo Berlusconi, che si è tenuto a Napoli come promesso in campagna elettorale ha prodotto rilevanti novità in materia di sicurezza, rifiuti, fisco.
-EMERGENZA RIFUTI : Un decreto legge di 17 articoli. La nomina di Bertolaso a sottosegretario, la secretazione dell'elenco delle nuove discariche, la loro equiparazione alle aree di interesse strategico nazionale (una sorta di militarizzazione) e l'arresto per chi le blocca, l'ordine al sindaco di Napoli di individuare entro 30 giorni un'area urbana in cui costruire un termovalorizzatore cittadino. Inoltre alla direzione distrettuale antimafia di Napoli sono trasferiti tutti i procedimenti per reati in materia ambientale e di rifiuti, mentre la competenza sui sequestri passerà da un pm a un organo collegiale.
In pratica oltre ai tre termovalorizzatori in progetto e costruzione Acerra, S. Maria La Fossa e Salerno, se ne aggiunge un quarto a Napoli : "Il sindaco avrà 30 giorni per indicare un sito in cui realizzarlo, altrimenti deciderà direttamente Bertolaso”, le discariche saranno protette dall’esercito e scatterà l’arresto immediato per disordini e boicottaggio.
Tutti i comuni che non si adegueranno alle nuove norme e alla gestione differenziata dei rifiuti saranno commissariati d’autorità,i rifiuti saranno tolti al più presto dalle strade grazie alle nuove discariche che saranno ubicate una in ciascuna provincia della Campania.
Trenta mesi per tornare alla normalità, per dare vita nuova a Napoli, perché tornino i fiori al posto della monnezza, così Berlusconi nella conferenza stampa che ha seguito il consiglio dei ministri.
-PACCHETTO SICUREZZA : Il pacchetto si compone di un decreto legge con "misure urgenti in materia di sicurezza pubblica", a operatività immediata; di due ddl sempre con "disposizioni in materia di sicurezza pubblica", in vigore entro un mese; di una serie di decreti legislativi in materia di "ricongiungimenti familiari dei cittadini stranieri", "riconoscimento e revoca dello status di rifugiato" e "libera circolazione dei cittadini comunitari".
Dunque lotta alla criminalità organizzata e giro di vite su clandestinità e micro delinquenza. Saranno ampliati i casi giudicabili per direttissima. Non verrà ammesso il patteggiamento nei processi di mafia.
Quanto agli altri reati, verranno soprattutto prevenuti attraverso l'espulsione immediata dei clandestini e l'istituzione della banca dati del Dna. Il tutto "nel rispetto delle direttive comunitarie". E sarà proprio anticipando una norma europea che i clandestini potranno essere trattenuti nei CPT fino a diciotto mesi. Verranno inoltre confiscati gli appartamenti fittati a clandestini "quando sia accertato lo scopo di lucro". Verrà imposto uno stop ai così detti matrimoni di convenienza, quelli cioè finalizzati a una più rapida acquisizione della cittadinanza italiana: i due aspiranti coniugi dovranno prima convivere per due anni.
Viene introdotto il reato di accattonaggio e verrà tolta la patria potestà a chi utilizza i bambini per chiedere l'elemosina. Qualunque pena sarà aumentata di un terzo se chi delinque è un clandestino.
Saranno sottoposti a controlli anche i cittadini comunitari: ne verranno verificati il reddito e l'assicurazione sulle malattie, "per evitare che abbiano a gravare sulla comunità". I poteri dei sindaci verranno estesi "
Il reato di clandestinità è stato varato all'interno di uno dei disegni di legge. La norma, nella stesura del testo entrata nel Consiglio dei ministri, prevede che "lo straniero che fa ingresso nel territorio dello Stato in violazione delle disposizioni" di legge "è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni".
PACCHETTO FISCO: Come previsto dal programma di governo,abolizione totale dell’ICI sulla prima casa, e detassazione di straordinari e premi aziendali su cui si pagherà un aliquota fissa del 10% , l’aliquota agevolata si applicherà per i redditi non superiori ai 30.000 euro annui, esclusi per il momento i lavoratori statali e forze dell’ordine che potranno beneficiare di norme successive che sono allo studio.
MUTUI : Onde evitare gli inasprimenti fiscali alle banche , promessi dal ministro Tremonti ,è stata raggiunta un intesa tra l’ABI e il governo per la rinegoziazione dei mutui a tasso variabile che stanno strangolando migliaia di famiglie.
La convenzione, secondo quanto ha spiegato il presidente Silvio Berlusconi, consentirà di pagare con le stesse modalità del 2006. L'intesa, secondo quanto è stato illustrato contemporaneamente dall'Abi in una conferenza stampa a Milano, prevede che la differenza rispetto all'importo attuale delle rate dei mutui venga addebitata su un conto del cliente al quale si applicherà un tasso fisso a 10 anni maggiorato di uno spread dello 0,50 per cento. I clienti potranno chiedere quindi alle banche la rinegoziazione entro il prossimo 31 dicembre.
L'accordo, secondo alcune stime diffuse dall'Abi, potrebbe riguardare circa 1.250.000 famiglie: considerando un mutuo ventennale di 80.000 euro, il minor esborso previsto ammonterebbe a circa 850 euro su base annua.
Questi dunque sommariamente i provvedimenti approvati oggi nel primo consiglio dei ministri a pochi giorni dall’insediamento del nuovo esecutivo, a dimostrazione,casomai se ne fosse ancora bisogno, che c’è un “governo che governae che ha le idee chiare, non sono miracoli ma cose che messe tutte insieme danno sollievo alle famiglie preoccupate dall’emergenza economica e dal futuro.

Ed è questa principalmente la differenza tra un governo di centrodestra e uno di centrosinistra, ovvero tra chi adopera la “moralità del fare” per realizzare i programmi presentati agli elettori e mantenere gli impegni e la parola data, e chi invece fa di programmi e impegni “carta straccia” immediatamente dopo il voto, tutti ricordano gli impegni e le promesse fatte dalla sinistra nella campagna elettorale del 2006, in particolare “noi non aumenteremo le tasse,le abbasseremo” e tutti hanno potuto constatare come questi impegni siano stati mantenuti.












21 maggio 2008

ROM TENTANO DI RAPIRE BIMBA

Un altro tentativo di rapimento dopo quello successo a Napoli una decina di giorni fa, dove una donna sorprese in casa una giovanissima nomade che tentava di fuggire con in braccio la figlia di sei mesi poi arrestata, è successo nel centro commerciale Auchan di San Giuseppe La Rena a Catania.
La piccola era in compagnia della mamma intenta a fare la spesa quando una nomade si è avvicinata per chiedere l'elemosina. La signora garbatamente ha risposto di non avere spiccioli.
Pochi istanti dopo, mentre la mamma stava caricando la spesa in auto, la rom ha tentato di sollevare la bambina dal carrello della spesa con l'aiuto di un uomo, anche lui romeno.
La donna è moglie di un ispettore di polizia che, avvertito con il cellulare, ha fatto intervenire una volante del commissariato San Cristoforo.
I due romeni, di 24 e 19 anni, sono accusati di violenza privata, sottrazione di minore e tentato sequestro di persona, appartenevano al campo nomadi che si era installato da tempo nel piazzale vicino al centro commerciale dove è avvenuto il fatto, stamane, il piazzale è stato liberato dalle roulotte e i nomadi si sono trasferiti altrove.
Ogni commento mi sembra superfluo, non è un caso che oltre l’80% degli italiani sono favorevoli alle misure annunciate nel “pacchetto sicurezza” che verrà emanato oggi dal governo, ossia tolleranza zero contro i clandestini e coloro che delinquono, non lavorano e sono socialmente pericolosi e accoglienza per coloro che vengono per lavorare e integrarsi.
E meno male che ha vinto Berlusconi,questo probabilmente pensano anche coloro che alle ultime elezioni hanno votato a sinistra, poiché anche loro sono favorevoli alla misure annunciate dal governo con punte sino al 70%, così come nella stessa percentuale sono gli italiani favorevoli alle ronde civili e addirittura 1 su 5 ne vorrebbe far parte, questi i risultati di un recente sondaggio IPSOS.
Non è superfluo invece ricordare che, gran parte dei problemi con i cittadini comunitari, specialmente con Rom e delinquenti romeni lo dobbiamo al governo Prodi e alla “politica delle porte aperte”, che al momento dell’ingresso nell’Unione Europea di paesi come Romania e Bulgaria sì è guardato bene dall’applicare una moratoria alla libera circolazione dei cittadini provenienti da quegli stati in Italia ,cosa peraltro prevista dalle leggi della UE e applicata da tutti gli altri stati dell’unione, così come aveva fatto il governo Berlusconi nel 2004 al momento dell’ingresso di dieci nuovi stati tra i quali Polonia,Ungheria ecc.
L'Italia non cambierà la politica delle porte aperte in materia di immigrazione
Quella dell’apertura è una politica che ho scelto, che ritengo responsabile e che non cambio”, per i nuovi paesi membri dell’Unione, Bulgaria e Romania, “il flusso di ingressi avrà una tendenza all'assestamento e alla diminuzione molto rapida perché sta cambiando la struttura economica di questi paesi”.
In questa materia i problemi sono reali”, ha detto successivamente il premier, che ha espresso una certa preoccupazione per le reazioni dell'opinione pubblica italiana invitando a non criminalizzare certe situazioni e ad “esigere rispetto integrale della legge”.
Romano Prodi 04 Ottobre 2007
Di questo regalo di Prodi e del governo del partito democratico gli italiani non avevano proprio bisogno.




20 aprile 2008

A ROMA LA SINISTRA HA PAURA

Dopo l’aggressione,il ferimento e la violenza alla giovane studentessa africana originaria del Lesotho,da parte di un balordo romeno fortunatamente arrestato dai carabinieri,grazie a due cittadini che hanno prontamente fatto intervenire le forze dell’ordine, il problema della sicurezza a Roma è al centro della campagna elettorale che domenica prossima vedrà al ballottaggio Rutelli e Alemanno.
La dinamica dell’aggressione ricalca in modo preoccupante quella della povera signora Reggiani aggredita e uccisa a Tor di Quinto , sempre da un romeno dopo essere uscita da una stazione ferroviaria lo scorso ottobre, fortunatamente in questo caso la ragazza è fuori pericolo.
Questo però dimostra che a cinque mesi dall’omicidio Reggiani che indignò l’opinione pubblica,nulla è stato fatto, gli accampamenti dove vivono questi balordi sono sempre al loro posto,e il decreto sicurezza emanato dal governo Prodi nel dicembre scorso è decaduto per gli insanabili contrasti nell’ex maggioranza seppur fortemente edulcorato rispetto a quello che sarebbe servito.
La “politica delle porte aperte” del governo Prodi e del partito democratico ha prodotto questi risultati, è stato un gravissimo errore non applicare nei confronti dei nuovi stati aderenti alla UE una moratoria al flusso degli immigrati così come aveva fatto il governo Berlusconi,con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti, Roma è diventata come Calcutta, con la favelas nelle periferie e lungo il Tevere ,dove si aggirano centinaia di balordi pronti a tutto, questo il modello di Rutelli e Veltroni,fortunatamente l’Italia non diventerà come Roma.
Il candidato sindaco del PDL Gianni Alemanno ha annunciato che se sarà eletto in occasione della prima riunione di giunta, approveremo una delibera comunale per destinare le risorse necessarie affinché vengano dispiegate tutte le forze dell'ordine e della polizia municipale nelle aree a rischio. Vogliamo un raddoppio di organico della polizia municipale che possa essere una polizia di prossimità", e a seguire lo sgombero di tutti i campi abusivi, questo in attesa che dal nuovo governo arrivi subito un decreto sicurezza che riscriva le regole per le espulsioni.
Rutelli invece ricandidato a sindaco di Roma, nonostante una condanna definitiva per la restituzione di oltre un miliardo di vecchie lire da parte sua e della giunta da lui guidata per “consulenze facili agli amici”, accusa Alemanno di soffiare sul fuoco(Sic) ,ma di proposte concrete nemmeno l’ombra.
A Roma la sinistra ha paura di perdere, probabilmente Rutelli ce la farà, ma se la fanno sotto dalla paura, rispetto a due anni fa,quando Veltroni fu eletto sindaco al primo turno con il 61% dei voti, Rutelli ha preso oltre 15 punti in meno, e se dopo la sconfitta alle politiche nazionali, regionali con la perdita del Friuli e la sconfitta e il distacco di oltre 30 punti in Sicilia, perdessero anche a Roma, il partito democratico e Veltroni imploderebbero con conseguenze inimmaginabili.
Non a caso Veltroni con una lettera si appella ai Romani per sostenere Rutelli che rappresenta la “continuità” (Sic), poi ha chiesto a Casini i voti dell’UDC e infine ha fatto scendere in campo un “vecchio trombone comunistacome Ingrao che fa appello alla sinistra radicale affinché non diserti le urne contro la destra reazionaria di Berlusconi, e meno male che andavano da soli.
I rappresentanti dell’UDC di Roma hanno sconfessato intanto la posizione del partito espressa da Cesa, Casini e Buttiglione che avevano lasciato libertà di voto agli elettori e si sono schierati con Alemanno, staremo a vedere come finirà.









19 dicembre 2007

ALTRO CHE SICUREZZA.

Non passa giorno che questa banda di incapaci e dilettanti allo sbaraglio al governo non producano qualche pasticcio, oggi è arrivata la conferma ufficiale che,il decreto legge sulla sicurezza varato dal governo, fortemente voluto da Walter Veltroni all’indomani dell’omicidio da parte di un romeno della signora Reggiani a Roma, sarà fatto decadere .
Il decreto che già durante l’iter parlamentare era stato fortemente svuotato di contenuti e norme più stringenti sulla sicurezza,si era invece arricchito di una norma anti omofobia che nulla aveva a che fare con l’oggetto del decreto contenente un errore giuridico “insanabile”,tanto che il Presidente della Repubblica aveva già fatto sapere che difficilmente lo avrebbe promulgato se non fosse stato corretto, e così per evitare di ritornare al senato dove il governo sicuramente sarebbe stato sfiduciato visto che la cancellazione della norma anti omofobia non avrebbe avuto i voti della sinistra massimalista si preferisce la “decadenza” del decreto.
Il governo fa sapere che sta “lavorando”(Sic) ad un nuovo decreto per evitare vuoti legislativi che sarà approvato il 28 Dicembre, insomma si gioca con la pelle dei cittadini, la decadenza del decreto potrebbe provocare il ricorso dei cittadini comunitari espulsi con tutte le falle conseguenti che si aprirebbero nel sistema giuridico.
C’è una sola parola per commentare tutto questo : VERGOGNA!
Chissà cosa ne pensa Veltroni
che si era tanto speso per questo decreto sicurezza, nonostante si sia toccato il fondo si continua a scavare.





6 novembre 2007

IL GOVERNO DELLA SICUREZZA .

La migliore dimostrazione,caso mai ce ne fosse ancora bisogno, della concretezza,impegno, e determinazione del governo Berlusconi per la “sicurezza attiva dei cittadini” al contrario della sinistra “PAROLAIA&INCONCLUDENTE”, è la lettera di ringraziamento del sindaco di Roma Veltroni al ministro dell’interno Beppe Pisanu al momento del cambio di governo.
Parole che valgono più di tutte le cifre e le statistiche che si potrebbero citare sull’argomento, allo stesso tempo è un formidabile strumento per rinfrescare la memoria a quei cittadini(pochi in verità) e a quei politici ed esponenti di governo(tra i quali lo stesso Veltroni) , che tentano in modo goffo e ridicolo di nascondere la loro inadeguatezza e incapacità,chiamando in causa “presunte mancanze” del precedente governo.

GRAZIE MINISTRO PISANU  di Walter Veltroni

 

COLGO l’occasione dell’ormai imminente formazione del nuovo governo per rivolgere un pensiero e qualche parola al ministro dell’Interno dimissionario, con il quale come Sindaco della Capitale ho avuto, insieme con gli altri esponenti dell’amministrazione e, credo, con tutti i cittadini un rapporto fondato su una grande correttezza, la piena collaborazione tra le istituzioni e un dialogo sempre aperto e sincero.
La mia stima per Giuseppe Pisanu è fondata sul riconoscimento di alcuni fatti concreti, sulla percezione di certe sue qualità, la sua pacatezza, la sua capacità di mettersi in relazione con gli altri parlando e ascoltandone le ragioni.
I fatti concreti. L’opera di prevenzione del terrorismo internazionale è stata efficace. Si può discutere il merito di alcune misure (dando atto al ministro di aver sempre ammesso che la discussione era legittima), ma le indagini preventive sono state efficaci ed è un fatto che sul territorio nazionale non ci sono stati attentati quando è invece evidente che l’Italia è nel mirino delle organizzazioni terroristiche, come gli attacchi alle nostre truppe in Iraq e in Afghanistan ci hanno tragicamente ricordato. […]
Il terrorismo italiano ha ricevuto colpi duri e anche in questo caso va dato atto al ministro dell’Interno di aver mantenuto i toni giusti: allarmati, perché qualche ragione di allarme c’era e probabilmente c’è, ma sanamente pacati. Penso con qualche brivido a quali danni avrebbe potuto indurre un corto circuito tra il giudizio sulle imprese delle Brigate Rosse o delle frange anarchiche e le accuse di “comunismo” agli avversari politici evocate ossessivamente dal capo del governo. […]
La lotta alla grande criminalità, con Pisanu alla guida del ministero dell’Interno, si è fatta e ha prodotto risultati, nonostante fosse evidente che il governo nel suo complesso non la considerasse esattamente tra le sue priorità. Molti latitanti sono stati arrestati ed è stato catturato il “più latitante” di tutti, il boss Provenzano.
Nel governo che arriva avremo certamente un ottimo ministro. Ma un grazie a Beppe Pisanu, mi pare, lo dobbiamo tutti.

 

12/05/2006




5 novembre 2007

DECRETO SICUREZZA : CDL,NO A QUESTO TESTO.

Si è tenuto  nella residenza romana di Silvio Berlusconi il vertice della CDL, uscito dal vertice dei capi dell'opposizione, in corso a Palazzo Grazioli, Gianfranco Fini ha dichiarato che «al momento non ci sono le condizioni per esprimere un voto favorevole al decreto, nonostante le parole di Padoa-Schioppa e di Amato. Se il testo è quello presentato alle Camere non lo voteremo». Fini ha spiegato inoltre che «nel testo non c'è la norma che abbiamo tutti invocato per l'espulsione dei cittadini comunitari, anche per coloro che sono nell'impossibilità di dimostrare un reddito e anche per la parte relativa alle espulsioni attraverso un intervento coatto. Nel testo - ha concluso Fini - non c'è nulla di esplicito. Di conseguenza - ha sottolineato Fini - presenteremo degli emendamenti unitari che recepiscono questi principi».
Per Pierferdinando Casini (Udc) «la sicurezza dei cittadini italiani merita che l'opposizione si presenti unita. L'esasperazione e la frustrazione davanti alla delinquenza è qualcosa che riguarda tutti i cittadini».
«Abbiamo presentato emendamenti - ha commentato Roberto Maroni, della Lega Nord - Se vengono accolti votiamo sì. Faremo un'azione in fasi: la prima è emendare questo decreto che si limita ai cittadini comunitari» mentre, ha proseguito il capogruppo del Carroccio alla Camera, «il problema è ben più ampio dei cittadini comunitari». E poi «la definizione di una proposta condivisa della Cdl sulla sicurezza, sulla legge Bossi-Fini, sui cittadini extracomunitari e sui clandestini che verrá studiata nei prossimi giorni».
Una posizione critica è stata ribadita anche da Francesco Nucara, segretario del Pri: «Abbiamo deciso di presentare pochissimi emendamenti unitari, cinque o sei. Ma se questi non verranno ammessi voteremo contro». Nucara ha aggiunto ancora che «verrà presentato dalla CDL anche un pacchetto con proposte sulla sicurezza in generale, che riguardano anche gli extracomunitari».
05/11/2007

Bene così, il decreto del governo è un “pannicello caldo” che non serve assolutamente per estirpare un cancro come quello dell’invasione e della delinquenza di comunitari ed extracomunitari.
Non serve a nulla un decreto di espulsione se non è seguito dal rimpatrio coatto,così come non serve a nulla espellere soltanto coloro che vengono colti in flagranza di reato,ignorando tutti coloro che senza un reddito certo e dimostrabile per vivere delinquono o si aggregano a bande di criminali.
E quand’anche si faccia tutto questo non serve a nulla se non si procede a una moratoria dei flussi nel rispetto del trattato europeo,contro i paesi nuovi entrati nell’unione,almeno per qualche anno per arrivare a una stabilizzazione.
Se accolgono le giuste richieste della CDL, il decreto diventa una cosa seria e si può senz’altro votare,altrimenti se lo votino loro,non è un certo un problema.
Il problema purtroppo è dei cittadini,costretti da un governo inetto,indeciso e inefficiente , a vivere con il terrore anche di scendere sotto casa per depositare il sacchetto della spazzatura.




1 novembre 2007

VERGOGNA SICUREZZA.

Dopo che ieri la montagna ha partorito cinque topolini, a causa delle insanabili divisioni tra i ministri, sotto forma di disegno di legge e tre emendamenti alla finanziaria sulla sicurezza,che suonano come un autentica beffa per i cittadini in quanto saranno operativi se, come e quando usciranno dal parlamento, sull’onda dello sdegno e della rabbia popolare per la barbara aggressione di Roma dove una donna è stata aggredita,seviziata e buttata in un fosso da un Rom e adesso versa in condizioni disperate,il governo è stato costretto a fare marcia indietro e convocare un consiglio dei ministri straordinario per approvare uno dei disegni,esattamente quello che prevede più poteri per i prefetti, sotto forma di decreto legge per renderlo immediatamente operativo, e qui se non ci sarà la collaborazione dell’opposizione il decreto difficilmente avrà l’approvazione definitiva nei termini di legge, viste e considerate le divisioni di cui sopra.
E’ un autentica “vergogna” ,dopo che da anni a Roma si tollerano baraccopoli di abusivi e clandestini,addirittura in pieno centro,soltanto oggi Veltroni si è deciso a chiedere ufficialmente al governo misure straordinarie per la sicurezza dei cittadini e all’ Unione Europea collaborazione per l’immigrazione comunitaria, come mai se ne accorge soltanto adesso?
Prima evidentemente non poteva, forse perché troppo preso tra notti bianche e manifestazioni cinematografiche, forse per la cittadinanza era meglio occuparsi di far sgomberare le favelas romane e trasferire i campi rom fuori dall’abitato.
Soltanto oggi Prodi ha sentito la necessità di contattare il governo Romeno per stabilire una qualche collaborazione allo scopo di frenare il flusso delle centinaia di migliaia di romeni che sono venuti nel nostro paese negli ultimi mesi,in pratica si tenta di chiudere la stalla quando i buoi sono già scappati,quando sarebbe bastato recepire e applicare una norma comunitaria che stabilisce le espulsioni anche per i cittadini comunitari.
"La direttiva europea stabilisce in modo molto chiaro che i cittadini dell'Ue, quindi rumeni, bulgari o altri, possano spostarsi liberamente negli altri Paesi, ma devono dimostrare che hanno mezzi di sostentamento legittimi, quindi non vivere con il profitto di attivita' criminose", e nel caso contrario questi cittadini, anche se comunitari, devono "tornare nel loro Paese d'origine" attraverso misure di riaccompagnamento o rimpatrio.
Lo ha ricordato al governo qualche settimana fa,il vice presidente della Commissione Europea Franco Frattini, ma da questo orecchio evidentemente il governo non ci sente.
E’ tutto inutile fino a che ci sarà questa sinistraPAROLAIA&INCONCLUDENTE”al governo,la sicurezza per i cittadini rimarrà un optional.
Non passa giorno che questo governo non faccia danni e crei problemi ai cittadini, sotto forma di criminalità, immigrazione clandestina, delinquenza cittadina,tasse,rincari,impoverimento, burocrazia, privacy e chi più ne ha più ne metta.
Insomma,parafrasando l’On. Martino: “ il peggior governo della storia dai tempi di Nerone, e nel confronto Nerone non ne esce male”.




24 ottobre 2007

I PACCHETTINI SULLA SICUREZZA.

Il governo aveva  preso l’impegno sin da fine Agosto di presentare un “pacchetto” di nuove norme sulla sicurezza per contrastare la criminalità e microcriminalità dilagante, soprattutto a causa di immigrati di tutte le etnie comunitarie e non che ormai albergano stabilmente nel nostro paese.
Dopo circa due mesi di studio e approfondimento e dopo lo spacchettamento in quattro del provvedimento per non urtare le suscettibilità di tutte le anime di maggioranza,portato oggi per l’approvazione in Consiglio dei Ministri,dopo lunga e approfondita discussione si è deciso di  il rinvio alla prossima settimana poiché sono emerse “divisioni consistenti” e il presidente del consiglio ha concluso che “è necessaria una riscrittura del provvedimento”.
E’ tutto da ridere se non fosse una cosa tremendamente seria, evidentemente costoro considerano la sicurezza dei cittadini un optional, in fondo sono solo due mesi che aspettano una settimana in più o in meno cosa vuoi che sia? Tanto i problemi con la criminalità non li subiscono loro,senza contare che le ulteriori modifiche al ribasso che ci saranno,renderanno del tutto insufficiente il provvedimento.
Bertinotti oggi ha dichiarato che “il governo è un ammalato grave al quale è stato dato un brodino”, in qualunque paese serio un governo di tale pochezza e inconsistenza si sarebbe dimesso da un pezzo,questo in un paese normale ma non in Prodilandia,dove tutto si digerisce pur  di mantenere le poltrone.






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo rinvio sicurezza divisioni pacchetto

permalink | inviato da Aurora86 il 24/10/2007 alle 2:35 | Versione per la stampa


14 ottobre 2007

MENO TASSE PIU' SICUREZZA

 












Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. manifestazione tasse sicurezza immagini an

permalink | inviato da Aurora86 il 14/10/2007 alle 18:17 | Versione per la stampa


6 settembre 2007

LA SICUREZZA E' UN OPTIONAL.

Il tutti contro tutti, che domina sin dal suo insediamento questa sgangherata coalizione di governo,ha avuto oggi un altro mirabile esempio di come si riesca a passare  sopra anche ai bisogni più elementari dei cittadini  pur di rimanere incollati alle poltrone.
E’ bastato l’annuncio, si badi bene l’annuncio,dello studio di un provvedimento ad hoc da parte del governo sulla microcriminalità e la sicurezza dei cittadini,con particolare attenzione alle molestie e violenze sulle donne,che arriva tardi,si chiude la stalla quando i buoi sono scappati, per scatenare le ire e il malcontento della sinistra radicale che parla di approccio sbagliato ai problemi, di non inseguire le destre sul loro terreno, di mettere sullo stesso piano criminali e lavavetri e chi più ne ha più ne metta,tanto che da parte di Verdi,Comunisti, e Rifondazione  sono iniziati subito gli avvertimenti : “servono i nostri voti,dovranno fare i conti con noi”.
E’ del tutto evidente la distanza siderale che separa questa gente dai problemi reali dei cittadini,in fondo non hanno tutti i torti,violenza e criminalità non li subiscono certo loro.
Un primo effetto intanto è già stato ottenuto, fonti della presidenza del consiglio precisano che il provvedimento sarà approntato con il contributo di tutte le forze della coalizione,come a dire che se mai il provvedimento vedrà la luce ,sarà qualcosa di talmente annacquato e pieno di pregiudizi ideologici, da non avere effetti pratici rilevanti e decisivi nella lotta alla microcriminalità e sulla sicurezza  dei cittadini, un bluff insomma,tanto che oggi in un’intervista a Repubblica anche il ministro degli interni Amato ha sbottato: “basta con i dibattiti burattineschi,è assurdo dividerci sui temi della legalità e sicurezza”, e così la sicurezza dei cittadini diventa un’optional a seconda dell’umore, dell’ideologia  e dei desiderata di questo o quel partito,di questo o quel ministro.
Quando su temi così importanti e delicati come la sicurezza dei cittadini , si registrano tante e tali contraddizioni,qualsiasi governo degno di questo nome rassegnerebbe le dimissioni, questo nei paesi normali ma non in Prodilandia,dove tutto si digerisce pur di mantenere le poltrone.
Basta con l’accanimento terapeutico, basta con questo spettacolo indecente, per il bene del paese qualcuno stacchi la spina a questo governicchio.



27 marzo 2007

MILANO: BAGNO DI FOLLA PER BERLUSCONI .

Impossibile per Silvio Berlusconi non salire sul palco. La piazza è sua, lo spinge, lo trascina tra coretti e acclamazioni fino alla fine del corteo per la sicurezza. Il programma prevedeva un monologo del sindaco di Milano, Letizia Moratti, ma l’ex premier è quasi costretto a parlare alla gente in attesa, che guarda in alto sulle impalcature di piazza Argentina e aspetta che il leader detti la linea. Lui non li delude e dice esattamente ciò che ogni manifestante sogna di sentirsi dire, che il Cavaliere è in armi per scalzare Romano Prodi. «È tempo che questo governo si dimetta. Siamo venuti qui per dire basta. Uno Stato che non difende i cittadini è illegittimo. Tagliano i fondi sulla sicurezza, concedono l’amnistia ai terroristi, lasciano che interi quartieri siano invasi dagli extracomunitari» scandisce tra i palloncini che volano su corso Buenos Aires, la strada dello shopping che un anno fa è stata oltraggiata dalla violenza degli estremisti di sinistra e questa sera è un inseguirsi di lumini e fiaccole, striscioni e sciarpe colorate. All’appello mancano solo le bandiere dei partiti, un’assenza voluta per lasciare spazio ai cittadini.

Eppure. «Questa è una manifestazione politica. Uno Stato che non protegge non è legittimo» ripete Berlusconi. Non sono parole da comizio, al contrario annunciano un atto parlamentare concretissimo, l’astensione sul voto per il rifinanziamento della missione in Afghanistan. Il messaggio è chiaro: nessuna stampella al governo che non garantisce la sicurezza dei soldati, così come nessuna stampella al governo che non garantisce la sicurezza dei cittadini. È un discorso che vale per l’esercito, per la lotta alla criminalità e all’immigrazione clandestina. «La sicurezza non è nemmeno presente nei dodici punti del nuovo programma di governo illustrato dal presidente del Consiglio» accusa. Va oltre: «Sono stati fatti passi indietro».

Sotto accusa i tagli ai fondi a disposizione delle forze dell’ordine e l’attacco alla Bossi-Fini che, spiega Berlusconi, ha reso ancora più insicure le città. «La politica delle porte aperte sull’immigrazione è insensata e i cittadini fanno bene a manifestare per la sicurezza» è la critica, a cui segue l’interpretazione. Ancora una volta, è il prevalere delle posizioni più radicali dell’Unione a determinare la linea del governo Prodi: «La sinistra estrema vede nell’immigrato un fattore di contrasto rispetto allo Stato fondato sulla proprietà privata». Il governo è responsabile anche di aver decurtato i fondi per la sicurezza: «Da un lato, con la Finanziaria, si sono ridotti di 500 miliardi i fondi a disposizione delle forze dell’ordine. Dall’altro si è sottratto alle questure per trasferirlo ai Comuni, molti dei quali sono di sinistra, il compito di controllare la legittimità della permanenza dei cittadini stranieri in Italia». Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: «Basta presentare un documento e dire che si è in cerca di lavoro per potersi fermare tre mesi e rimanere ancora in Italia».

Poi si è concesso alla gente. Come per esempio a Maddalena, una giovane donna di Sesto san Giovanni presente alla manifestazione nonostante sia costretta da anni su una sedia a rotelle per una malattia congenita. «Ho chiesto al presidente - ha detto Maddalena - che ci aiuti a far cadere questo Governo. Perchè questo Governo mi ha tolto la fisioterapia e le medicine». E lui? «Lui mi ha detto "brava, sei stata coraggiosa a venire"».

Milano lo accoglie come un liberatore. Berlusconi procede a fatica, c’è chi gli chiede di firmargli un autografo sulla mano, chi cerca di fermarlo. «Un presidente, c’è solo un presidente» gli cantano dai fianchi. Lo inseguono, esagerano: «Silvio, santo subito». Lo incalzano: «Tutti a casa, tutti a casa domani». È la folla, il suo elemento naturale, e a mano a mano che la attraversa perde anche l’iniziale malumore dovuto al processo Sme. Il bagno di gente lo porta velocemente al sorriso. «Se pensano di fermarmi si sbagliano di grosso, vuol dire che non mi conoscono» confida a chi lo avvicina per solidarizzare.

Oltre la protesta, a caccia di soluzioni. «Chiediamo al governo di cambiare la sua politica, di dare attenzione alla difesa del cittadino e di non lasciarsi guidare dall’ideologia della sinistra». Conclude: «Questa è una manifestazione di cittadini che chiedono al governo di fare il suo dovere». Intorno i palloncini sono di tutti i colori.

 26/03/2007







Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. milano manifestazione sicurezza governo berlusconi moratti folla

permalink | inviato da il 27/3/2007 alle 17:46 | Versione per la stampa

sfoglia     giugno       
 

 rubriche

Diario
Immagini del giorno
Trinariciuti
Politica
Miseria,Terrore e Morte
Silvio Berlusconi
Parole in libertà

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

MARA CARFAGNA
IDEAZZURRA
NON SOLO NAPOLI
AG BELLUNO
KOMUNISTELLI
PER IL POPOLO DELLA LIBERTA'
FILIPPO
IL BERRETTO A SONAGLI
FAZIOSO LIBERALE
PENSIERI IN VOLO
VOCERIBELLE
MARALAI
AMPIORESPIRO
F. STORACE
LA DESTRA NEWS
IL VELINO
YOUTUBE
CASA DELLE LIBERTA':
FORZA ITALIA
FORZA ITALIA GIOVANI
FORZA ITALIA SENATO
FORZA ITALIA CAMERA
FORZA ITALIA GRUPPO EUROPEO
ALLEANZA NAZIONALE
LEGA NORD
UDC
NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA
NUOVO PSI
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA
PARTITO LIBERALE
PARTITO REPUBBLICANO
RIFORMATORI LIBERALI
STEFANIA CRAXI
ALESSANDRA MUSSOLINI
PENSIONATI
MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE
PARTITO POPOLARE EUROPEO
CIRCOLO DELLA LIBERTA'
CIRCOLO GIOVANI
MEDIA:
ADNKRONOS
ANSA
AVVENIRE
CORRIERE DELLA SERA
DAGOSPIA
FAMIGLIA CRISTIANA
IL FOGLIO
IL GIORNALE
IL LEGNO STORTO
IL MANIFESTO
IL MESSAGGERO
IL SECOLO XIX
ILSOLE24ORE
IL TEMPO
ITALIA LIBERA
LA 7
LA DISCUSSIONE
L'ESPRESSO
LIBERAZIONE
LIBERO
L'OPINIONE
L'OSSERVATORE ROMANO
LA PADANIA
LA STAMPA
LA TV DELLA LIBERTA'
L'UNITA'
MEDIASET
NOI PRESS
PANORAMA
POTERE SINISTRO
QUOTIDIANONAZIONALE
RAGIONPOLITICA
RAI
RAI TELEVIDEO
RASSEGNA STAMPA
REPUBBLICA
SONDAGGI POLITICO-ELETTORALI
TGCOM
THINK-TANK:
FONDAZIONE LIBERAL
FREE FOUNDATION
IDEAZIONE
ISTITUTO BRUNO LEONI
MAGNA CARTA
WEB JOURNAL:
BLOG-SHOW
BOOKCAFE
LIQUIDA
DICEVI? BLOGS JOINER
TOCQUEVILLE-LA CITTA' DEI LIBERI
FORUM:
ALFEMMINILE
CORRIERE FORUM
DONNA MODERNA
FORUM NUOVO PSI
FUORI DI TESTA
GIOVANI IT.- POLITICA
L’UNITA’
LA STAMPA FORUM
MARCO TRAVAGLIO FORUM
POLITICA ON LINE
REPUBBLICA
ULIVO/PD
SITI…ONOREVOLI:
ANTONIO PALMIERI
BENEDETTO DELLA VEDOVA
CLEMENTE MASTELLA
CARLO GIOVANARDI
GIULIO TREMONTI
RENATO BRUNETTA
PAOLO GUZZANTI
TOTO’ CUFFARO
AURORA86 CONSIGLIA:
!!:::GOVERNO PRODI
123 BETA
A CONSERVATIVE MIND
ACROSS THE BORDER
ADESTRA
AD SIDERA
AG AVERSA
AGE-VERNACOLESE
AKELA THE WOLF
ALEPUZIO
ALESSANDRA FONTANA
A LOOK TO THE RIGHT
ALTERNATIVA POPOLARE
AMANDACCO
AMERICAMERCATOINDIVIDUO
AMERICA THE BEAUTIFUL
ANNI DI SANGUE
ANTIKOMUNISTA
ANTIEUROPEO
ARCHEOPTERIX
ARMONIA DEI SENSI
ASTROLABIO
ATROCE PENSIERO
AZIONE GIOVANI
BALESTRATESI
BANDO ALL'IPOCRISIA
BARNEY PANOFSKY
BARRY GOLDWATER
BATTITORE LIBERO
BIETTO(ANCHE SE NON CI SEI PIU')
BIG DOGS WEBLOG
BLAKNIGHTS
BLOGIORNALE
BLOG PER SILVIO
BOTTOMLINE
C'E' WALTER
CALAMITYJANE
CALIMERO
CALVIN
CAMELOT DESTRA IDEALE
CAMILLO
CANTOR
CAPPERI
CARLO MENEGANTE
CATEPOL
CASTELLO BIANCO
CENSURAROSSA
CENTRODESTRA
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ GOLFO DEL TIGULLIO
CIRCOLO GIOVANI FIRENZE CENTRO STORICO
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ IL CAMINETTO
CIRCOLO LIBERTA’ TORINO
CHE CI DEVI FARE
CIVILTA'
COMMERCIALISTA
CONTROCORRENTE
C'E' POCO DA RIDERE
DALL’ALTRA PARTE
DAVERIK
DAW
DEBORAH FAIT
DEEARIO
DEIMM
DESTRA LAB
DIETRO LE LINEE NEMICHE
DILLA TUTTA
DORIA
DUMBS OX DAILY
EL BOARO
FABIO SACCO
FACE THE TRUTH
FATTI&MISFATTI
FENOMENI IN GIRO NON C’E’ NE
FREEDOMLAND
FREE THOUGHTS
FORT
FORZA FRIULI
FORZA ITALIA-BLOG
FULVIA LEOPARDI
GABIBBO
GAETANO SAGLIMBENI
GAWFER
GEMELLE GLITTER
GERMANYNEWS
GIANNI DE MARTINO
GIANFRANCO FINI PREMIER
GIANGIACOMO’S THINK THANK
GINO
GIOVANNI VAGNONE
GIOVANI AZZURRI VENETO
GIOVANI CON SILVIO
GIULIA NY
GRAZIE BERLUSCONI
GRENDEL FROM THE MOOR
HARRY
HARRY'S WORLD
HURRICANE
I DIAVOLI NERI
IGNAZIO ARTIZZU
IN GOD WE TRUST
ING.GAS NEO CON WEBLOG
INGEGNERBLOG
INNOVAZIONE GIOVANI
IL BARONE NERO
IL BLOG DELL'ANARCA
IL CAMPER
IL CASTELLO
IL CIELO SOPRA KABUL
IL FILO A PIOMBO
IL GIOVINE OCCIDENTE
IL GIULIVO
IL GRANDE GABBIANO
IL GRINCH
IL MANGO DI TREVISO
IL MASCELLARO
IL MIO MONDO
IL MISCREDENTE
IL NANO
IL RE DELLA MONNEZZA
IL REAZIONARIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
IL SORVEGLIATO SPECIALE
IN ETERE
INYQUA
IL MOTEL DEI POLLI ISPIRATI
IL RUMORE DEI MIEI VENTI
IO&LUI
ITALIA LAICA
ITALIAN LIBERTARIANS
ITURADASTRA
JIHADI DU JOUR
JOYCE
KAGLIOSTRO
KATTOLICO
KRILLIX
L'USSARO
LA CASA DELLE LIBERTA' BLOG
LA CITTADELLA
LADYJADINA
LA GRANDE FORZA DELLE IDEE
LA LIBERTA’ VA CONQUISTATA OGNI GIORNO
LA RISCOSSA
LA TAVOLA ROTONDA
LA TERRA DI MEZZO
LA TESTATA
LA VOCE DEL PADRONE
LE BARRICATE
LEFTKILLER
LE GUERRE CIVILI
LIBERALIDEA
LIBERALI PER ISRAELE
LIBERIAMO MASSA
LIBERTA' AZZURRA(LA)
LIBERTARIAN POST
LISISTRATA
LOGICA
LUCAP.
LUCARIELLO.TK
LUXOR
M&A
MANOLO
MAODDI
MARCOPAOLOEMILI
MARINIELLO
MATTEO SANNA
MELANDRINA
MEMORIE DI UN TERRONE
MEZZOGIORNOEUROPEO
MIKEREPORTER
MITHRANDIR
MISSIONARIO
MONDIAL POST
MONDOPICCOLO
MUSICAEPOLITICA
NNHOCAPITO
NEBBIA IN VALPADANA
NE QUID NIMIS
NEOCON ITALIANI
NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA
NON SI ABBIA TIMORE DI PUNIRE CAINO
NEXTCON
OGGI
OLIFANTE
ORPHEUS
OTIMASTER
PARBLEU
PARLA PER TE
PAROLIBERO
PARTIGIANO WILLIAM
PASSAGGIO A NORD EST
PASSAGGIO AL BOSCO
PAROLE&PENSIERI
PATRIOTI SI NASCE
PEGGIO SORU
PENDENTE A DESTRA
PERLAS
PESCARA LIBERA
POLITICALLY-SCORRECT
POLITICANDO
PORNOROMANTICA
POSIZIONE AUTARCHICA
PRO AMERICAN MOVEMENT
PROVOCAZIONE
PSEUDOSAURO
QUALCOSA DI DESTRA
QUID TUM?
RADICI E LIBERTA'
REJECT THE UN
ROBI
ROBINIK
ROLLI
SALVATORE LAURO
SARA-90
SARA PETELLA
SAURA PLESIO
SCHEGGE DI VETRO
SCHELETRI-SINISTRI
SCIOPENAUER
SGS
SICILIA RADICALE
SIETE PROPRIO COGLIONI
SIGLOBAL
SILVIOBERLUSCONIFANSCLUB
SILVIO NON FARMI ASTENERE PIU'
SINISTRERIA
SLIVERS OF MY SOUL
SONGCODES
SOSTIENI LANDRIANO
STARSAILOR
STATO MINIMO
STUDENTI PER LA LIBERTA'-MI
STUDIO LEGALE FIORIN
SUPERUOMO
SVULAZEN
TBLOG
TEXAS FRED
TEOCON
THANK YOU AMERICA
THE BRAIN WASH
THE HOLE IN THE WALL
THE JUST CHOICE
THE MOTE IN GOD’S EYE
THE NEW OBJECTIVIST
THE REAL CONSERVATIVE
THE RIGHT NATION
THUMBRIA
UGO MARIA CHIRICO
UPL
USER 2501
VALEFORN
VALERIO METRONIO
VELVET
VEXILLA
VIRGILIO FALCO
VITA E PASSIONI
VIVENDO E IMPARANDO
VOCIRPINE
VOTA SILVIO
W LA LIBERTA'
WALKING CLASS
WIND ROSE HOTEL
ZANZARA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom