.
Annunci online

  Aurora86 AZZURRA LIBERTA' - * BLOG MORALMENTE INFERIORE *
 
Diario
 





   


HOME PAGE BLOG

AZZURRA LIBERTA'-ASCOLTA
 

INNO FORZA ITALIA-ASCOLTA
 



In una democrazia è il popolo
che sceglie i leader, non sono
i leader che scelgono il popolo.
Silvio Berlusconi 02/12/2006

MENO MALE CHE SILVIO C'E'



PROGRAMMA DI GOVERNO
2008-2013


TUTTI I CANDIDATI DEL
POPOLO DELLA LIBERTA'





Vota Berlusconi

 




...andremo avanti con la forza
della gente contro i parrucconi
della politica.-Silvio Berlusconi
P.zza S.Babila Milano 18/11/2007





Vota Berlusconi
 






"Lightmysite.it promuove il tuo blog  
sui motori di ricerca con
Promoblog
- fai luce sul tuo blog..."                  


"La difesa della libertà è la
missione più alta,più nobile,
più entusiasmante che      
ciascuno di noi possa avere
l'avventura di fare."     
Silvio Berlusconi  
























"E' sorta in questi anni 
un'altra Italia, umile e  
tenace , orgogliosa e    
onesta, moderata  ma   
ferma  nel  difendere   
i  principi  di  libertà,   
che  non  ha  nessun    
passato da nascondere 
e  che  soprattutto non 
ha paura di sperare e di
credere. Questa  Italia 
siamo  noi,  si  chiama  
FORZA  ITALIA  "     
Silvio Berlusconi





STO LEGGENDO:
CAMBIARE REGIME
La sinistra e gli ultimi
45 dittatori(Einaudi)


"Cos'altro dovrebbe fare
la sinistra,se non lottare
contro  le dittature  e
battersi per liberare i
popoli oppressi?"



LA GRANDE BUGIA 
"Le sinistre italiane e
il sangue dei vinti".
 


GRAZIE ORIANA: PENSIERI
E PAROLE INEDITI DOPO
L'11 SETTEMBRE.



Technorati Profile

Add to Technorati Favorites

Save This Page
del.icio.us my del.icio.us
Registra il tuo Blog
I am Aurora86 on del.icio.us
Add me to your network




Aurora86
? Grab this Headline Animator

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Subscribe in a reader


Add to Google Reader or Homepage
Subscribe in NewsGator Online
Subscribe in Rojo
Add to My AOL
Add to netvibes
Subscribe in Bloglines
Add to The Free Dictionary

Add to Plusmo
Subscribe in NewsAlloy
Add to Excite MIX
Add to netomat Hub
Add to fwicki
Add to flurry
Add to Webwag
Add to Attensa
Receive IM, Email or Mobile alerts when new content is published on this site.
Add Aurora86 to ODEO
Subscribe in podnova

Add to Pageflakes

Subscribe to Aurora86

I heart FeedBurner

Visit the Widget Gallery
View blog reactions


Liquida



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog Aggregator 3.3 - The Filter

Elenco dei Blog italiani blog Directory, inserisci il tuo

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!












































PUBBLICIZZA GRATUITAMENTE
IL TUO SITO CON FREE -      
PUBBLICITA' GRATIS ! ! !      
CLICCA QUI...










"Troppo spesso è stata dimenticata   
la moralità del fare, la moralità del    
realizzare il programma annunciato  
agli elettori, la moralità dell’operare  
per mantenere gli impegni e per         
mantenere la parola data.                  
Per noi, la moralità nella politica        
consiste soprattutto nel mantenere  
gli impegni."   Silvio Berlusconi 


ARCHIVIO
SETTEMBRE 2008
AGOSTO 2008
LUGLIO 2008
GIUGNO 2008

MAGGIO 2008
APRILE 2008
MARZO 2008
FEBBRAIO 2008
GENNAIO 2008
DICEMBRE 2007
NOVEMBRE 2007
OTTOBRE 2007
SETTEMBRE 2007
AGOSTO 2007
LUGLIO 2007 

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006
NOVEMBRE 2006
OTTOBRE 2006
SETTEMBRE 2006
AGOSTO 2006
LUGLIO 2006
GIUGNO 2006
MAGGIO 2006







who's online


      

AURORA86
FEED IMAGES








21 marzo 2008

ALITALIA COME SME ?

Sicuramente lo avranno pensato in tanti, questa trattativa in esclusiva con Air France ricorda molto il tentativo di svendita del colosso alimentare SME da parte di Romano Prodi allora presidente dell’IRI , svendita poi sventata grazie a una cordata di imprenditori ,tra i quali Silvio Berlusconi a cui il presidente del consiglio dell’epoca Bettino Craxi aveva chiesto di intervenire e fare un offerta.
E’ molto strano infatti che si accetti una trattativa in esclusiva con Air France che ha fatto un offerta inferiore a quella di un'altra azienda interessata come Air One , ma non solo, ai francesi è stato consentito di fare una seria ricognizione sui conti dell’ Alitalia mentre a Air One questo non è stato consentito.
A queste conclusioni è giunto anche Silvio Berlusconi che ha bollato come “arrogante e irricevibilel’offerta di Air France per rilevare Alitalia, e ha promosso una cordata di imprenditori italiani.
"Ho già avuto contatti non posso dire chi sono, devo mantenere il riserbo, ma ho fiducia e conto che si possa fare. Credo che per salvare l’Alitalia si dovrà presentare una cordata di imprenditori italiani e che, ne ho parlato stamattina con Prodi al telefono, il governo debba prestarsi a un prestito ponte che dovrebbe consentire a questa cordata di mettere assieme un piano industriale e di fare una, due, diligence come non era stato consentito nella prima gara".
Così il leader del PDL Silvio Berlusconi che ha così proseguito,"non penso che un Paese che abbia voglia di essere protagonista nel mondo possa rinunciare ad avere una compagnia di bandiera. Le condizioni presentate da Air France sono davvero irricevibili: tutti gli accordi che Alitalia dovesse fare con gli altri Paesi in tema di trasporto aereo dovranno avere il benestare di Air France, e’ inaccettabile.
Basta col trasporto merci in Italia, tutto passa sotto la Francia, dal 2011 non si possono avere più cargo nostri. E poi la rinuncia ad una causa fatta da SEA nei confronti di Alitalia che ha mancato a certi impegni e la legge italiana e quella europea ci vietano di poterlo fare. Quindi hanno fatto una proposta arrogante ma soprattutto da parte nostra irricevibile. La compagnia di bandiera e’ il primo richiamo dei turisti stranieri per un Paese. Tutti gli uffici e le agenzie di Alitalia nel mondo sono il primo contatto degli stranieri che devono venire a visitare il nostro Paese. Se non avessimo la compagnia di bandiera, gli stranieri, i 100 milioni di ricchi indiani, i 100 milioni di ricchi cinesi che ci sono che dovrebbero aumentare nei prossimi anni del 50% il turismo internazionale, i tedeschi e i francesi li portano prima in Italia? Prima di tutto li porteranno a visitare la Francia, i castelli della Loira, e noi saremo la Cenerentola dell’Europa con uno status da Paese a cui mi ribello e di cui tutti dovremo vergognarci. Per cui, io che ero stato zitto perché non volevo intervenire nelle trattative con il governo, ieri sono sbottato e ho detto che non e’ possibile accettare questa cosa e ho fatto un appello agli imprenditori italiani, se hanno un briciolo di orgoglio e un briciolo di capacità di vedere il futuro. Un imprenditore del Nord per andare in giro nel mondo deve andare a Parigi? Ci sono aziende che hanno 20-30 sedi in tutto il mondo e devono passare attraverso un hub che non e’ situato in Italia?".
Questo ieri,oggi se possibile, Berlusconi è apparso ancora più determinato: "comincio ad operare perché l’operazione Alitalia possa riuscire e in previsione di avere la responsabilità di Governo sono sicuro che arriveremo ad un risultato positivo: adesso che sono in campo io, questa cosa si fa".
"Le condizioni poste da Air France sono irricevibili e quindi non ci resta che dar vita a una offerta che sarà sicuramente presentata da imprenditori italiani insieme a banche italiane.
Sono stato in disparte fino a oggi. Ho lasciato fare a questo governo che ha fatto il peggio possibile: ha escluso dalla possibilità di conoscere i dati su Alitalia tutti coloro che potevano avere un interesse. A questo punto dobbiamo avere il tempo e il modo di concretizzare il tutto, ma credo che le condizioni poste da Air France sono condizioni che il paese non può accettare".
"La risposta ad Air France la darà il prossimo presidente del Consiglio, è un chiaro e secco 'no'". "Una risposta contraria- puntualizza il Cavaliere- non contro la Francia ma contro le condizioni ricevute".
"Poco fa con una battuta avevo detto 'O si fa Alitalia o si muore'. Mentre ero in macchina mi è venuto in mente un nuovo slogan: 'Rialzati Alitalia!'".
Bene,dunque Berlusconi fa sul serio, è di estrema importanza avere in Italia una compagnia di bandiera sana ed efficiente,speriamo che ci riesca,anche perché i sindacati e molti esponenti del governo dimissionario sono d’accordo a verificare l’ipotesi di un offerta alternativa , all’italiana AirOne non è stato consentito di presentare un “offerta vincolante" , e il commissariamento e il fallimento sono dietro l'angolo.
C’è da augurarsi davvero che anche questa volta Silvio Berlusconi riesca ad evitare una seconda SME.






26 ottobre 2007

PROCESSO SME : ANCHE LA CASSAZIONE ASSOLVE BERLUSCONI !

La sesta sezione penale della Cassazione ha confermato l’ assoluzione di Silvio Berlusconi per la vicenda Sme. Il collegio della Suprema Corte, presieduto da Giorgio Lattanzi, ha infatti rigettato il ricorso presentato dalla procura generale di Milano contro la sentenza con cui, il 27 aprile scorso, la Corte d’appello del capoluogo lombardo aveva pronunciato l’assoluzione nei confronti dell’ex premier, accusato di corruzione in atti giudiziari, “PER NON AVER COMMESSO IL FATTO” e “PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE”. Anche il pg di Cassazione Oscar Cedrangolo, aveva stamani, nella sua requisitoria, sollecitato il rigetto del ricorso.
Adesso chi risarcirà questo “MARTIRE DELLA MALAGIUSTIZIA” ?
Chi risarcirà la democrazia italiana di 12 anni di veleni e uso politico della giustizia?
A quando un monumento o una medaglia per il cittadino Berlusconi che impedì la svendita a "prezzi e condizioni di favore" di un'azienda statale che aveva soltanto bisogno come poi fu fatto di essere rilanciata?
Mi piacerebbe una risposta a queste domande,ma forse la migliore risposta l’hanno data in tutti questi anni i tantissimi cittadini e elettori che hanno dato il loro consenso a Silvio Berlusconi e alla CDL ,convinti di votare per un galantuomo.
E così dopo 12 anni di veleni, accuse gratuite,gogna mediatica ,finalmente giustizia è fatta, accuse che si basavano come sempre,come al solito  sul teoremanon poteva non sapere  e nulla più.
E’ vero il Cav. ha le spalle larghe ne ha passate tante, chiunque altro al suo posto, dopo gli attacchi più micidiali e sleali che gli sono stati rivolti,avrebbe mollato tutto da un pezzo,sarebbe scomparso non solo dalla scena politica,ma anche da quella imprenditoriale, non lui però che è un leone, il leone della libertà.
Di fronte alla inconsistenza delle accuse fabbricate da PM che vogliono “governi condivisi” (Sic) e operano per “cambiare la società da dentro le istituzioni” ,la magistratura giudicante non si è potuta esimere,come già nel processo di appello, dal riconoscere la totale estraneità alle accuse che gli venivano contestate
Si è arrivati all’assurdo, lo stato di diritto recita che si è presunti innocenti sino a prova o sentenza definitiva inappellabile contraria, in tutti questi anni invece è accaduto esattamente l’opposto, c’era un colpevole che è rimasto tale sino a prova contraria, ossia sino a riconosciuta innocenza.
Esultiamo tutti dunque,poiché a un galantuomo è stata riconosciuta,al di la di ogni ragionevole dubbio,la sua innocenza dopo dodici anni di “persecuzione giudiziaria”.



Update 27/10/2007 : Il commento di Silvio Berlusconi:” la Cassazione mi ha assolto definitivamente sulla vicenda Sme dopo una battaglia durata dodici anni. Battaglia durante la quale mi sono sempre proclamato innocente ,abbiamo la dimostrazione che la giustizia è stata usata per fini politici, cosa che in futuro non dovrà più accadere”.


12 maggio 2007

IGNORATE LE “PROVE DELL’INNOCENZA”.

Dopo l’assoluzione del 27 Aprile scorso di Silvio Berlusconi  al processo SME  per “non aver commesso il fatto” e “perché il fatto non sussiste” ,le motivazioni della sentenza sono state depositate ieri dai giudici della seconda sezione della Corte d’Appello di Milano.

Il quadro che esce dalle motivazioni è “devastante” ,per i magistrati della Corte d’Appello di Milano si sono “ignorate le prove dell’innocenza di Berlusconi” in pratica vengono sconfessati undici anni di inchieste e di “accanimento giudiziario senza precedenti”.

Questi in sintesi i principali punti delle motivazioni :

 

-E’ concretamente «ravvisabile carenza e contraddittorietà» nella sentenza con cui il tribunale, il 10 dicembre 2004, aveva deciso di assolvere Berlusconi solo per prescrizione dopo la concessione delle attenuanti generiche dall’accusa di aver versato sul conto svizzero «Rowena» del giudice Renato Squillante 434mila dollari (bonifico «Orologio», del 1991) attraverso il conto «Mercier» di Cesare Previti, e di aver concorso (con lo stesso Previti e Pietro Barilla) a corrompere con 200 milioni nel 1988 il giudice civile Filippo Verde, estensore della sentenza che nel 1986 bloccò la cessione a De Benedetti del colosso alimentare Sme. Per la corte d’Appello, infatti, non esiste correlazione tra il versamento «Orologio» e «atti riconducibili alla funzione giudiziaria concretamente esercitata» dall’ex capo dei gip di Roma. In primo grado, infatti, il tribunale, «mentre ha disatteso la testimonianza dell’Ariosto in merito alle dazioni corruttive in contante a favore di Squillante e ha, per altro verso, escluso la riferibilità a Berlusconi del bonifico del 26/7/88 al fine di condizionare l’esito del processo Sme, ha nel contempo ravvisato nel solo bonifico del 6/3/91 da Previti a Squillante (con fondi di provenienza Fininvest) la prova del continuativo asservimento del giudice agli interessi dell’imputato, senza individuare atti riconducibili alla funzione giudiziaria concretamente esercitata». Perché «a parere della corte, il dato più rilevante per contrastare la prova a carico è costituito dal fatto, (assolutamente incontroverso) e tuttavia ignorato dai pubblici ministeri territoriali, che, nel periodo in contestazione (tra il 1986 e il 6 marzo del 1991), nessun procedimento approdato all’ufficio Gip del Tribunale di Roma, ove Squillante avrebbe potuto influire direttamente o indirettamente, ha rivelato aspetti irregolari o discutibili». «Risulta, al contrario, che in quei pochi casi in cui poteva profilarsi un interesse di Berlusconi o di società del gruppo Fininvest i titolari dei procedimenti decisero coerentemente in conformità alla richiesta della pubblica accusa o, “mostrandosi più realisti del re”, assunsero iniziative contro le richieste del pm, ma in senso sfavorevole agli interessi di Berlusconi».

-Perché mai - scrivono i giudici - un imprenditore avveduto come Berlusconi, dotato di immensa disponibilità finanziaria, avrebbe dovuto effettuare, o meglio fare effettuare, un pagamento corruttivo attraverso la modalità (bonifico bancario) destinata a lasciare tracce, anziché con denaro contante, e per quale ragione il pagamento avrebbe dovuto essere eseguito attraverso il transito sui conti di Previti, anziché direttamente al destinatario?. E, infine, nemmeno valgono le testimonianze rese da Stefania Ariosto (la teste “Omega”), perché dalle sue dichiarazioni «possono trarsi elementi di giudizio sulla propensione corruttiva di Previti», ma «nessun serio indizio» a carico di Berlusconi.

-Nessun indizio può trarsene a carico di Silvio Berlusconi in ordine al reato a lui contestato a meno di non ritenere che tra lui e Previti, che certo era avvocato di affari Fininvest, si sia attuato un inedito procedimento di fusione identitaria, dando luogo a un nuovo, complesso soggetto di diritto derogativo del principio della responsabilità penale, proprio l’ineludibile distinzione giuridica delle posizioni dei personaggi comporta l’irrilevanza, rispetto a Berlusconi, di altre vicende narrate dall’Ariosto.

 Non solo dunque  i “PM territoriali” (Procura di Milano) , hanno ignorato le prove dell’innocenza di Berlusconi,ma anche i magistrati giudicanti di primo grado lo hanno fatto con una sentenza “carente e contraddittoria”, viene da chiedersi  se per “conclamata incapacità” o “accanimento e malafede” , io propendo per la seconda ipotesi.

Si è arrivati all’assurdo, lo stato di diritto recita che si è presunti innocenti sino a prova o sentenza definitiva inappellabile contraria, in tutti questi anni invece è accaduto esattamente l’opposto, c’era un colpevole che è rimasto tale sino a prova contraria, ossia sino a riconosciuta innocenza.

Esultiamo tutti dunque,poiché a un galantuomo è stata riconosciuta,al di la di ogni ragionevole dubbio,la sua innocenza dopo dodici anni di “persecuzione giudiziaria”.

Chi risarcirà questo “martire della malagiustizia” ?

Chi risarcirà la democrazia italiana di 12 anni di veleni e uso politico della giustizia?

A quando un monumento o una medaglia per il cittadino Berlusconi che impedì la svendita a "prezzi e condizioni di favore" di un'azienda statale che aveva soltanto bisogno come poi fu fatto di essere rilanciata?

                       


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi processo sentenza sme motivazioni innocenza prove

permalink | inviato da il 12/5/2007 alle 2:19 | Versione per la stampa


27 aprile 2007

UN MARTIRE DELLA MALAGIUSTIZIA .

Silvio Berlusconi è stato assolto dai giudici della seconda corte d'appello di Milano nel processo Sme. La procura generale lo scorso 26 marzo aveva chiesto la condanna a cinque anni di reclusione per il leader di Forza Italia, accusato di corruzione in atti giudiziari.

I giudici hanno assolto Berlusconi dall'accusa di corruzione in atti giudiziari per i 434 mila dollari che da un conto Fininvest sono finiti al giudice Squillante attraverso Cesare Previti. Per questo capo d'accusa l'assoluzione, in base all'art.530 comma 2 (la vecchia formula dell'insufficienza di prove) è nel merito per non aver commesso il fatto. In primo grado Berlusconi per questo campo di imputazione era stato prosciolto per prescrizione grazie alla concessione delle attenuanti generiche. Per quanto riguarda invece il capo di imputazione sui 100 milioni di lire passati dal conto di Pietro Barilla al giudice Squillante, i giudici hanno confermato l'assoluzione, come in primo grado, perché il fatto non sussiste.

E così dopo 12 anni di veleni, accuse gratuite,gogna mediatica ,finalmente giustizia è fatta, accuse che si basavano come sempre,come al solito  sul teorema “non poteva non sapere”  e nulla più.

Sono 12 anni che aspetto,era ora che si facesse un po’ di giustizia, queste le prime parole di Silvio Berlusconi dopo che gli avvocati Ghedini e Pecorella lo hanno informato della sentenza, sottolineando che al contrario di tanti comuni cittadini lui ha i mezzi per difendersi.

E’ vero il Cav. ha le spalle larghe ne ha passate tante, chiunque altro al suo posto, dopo gli attacchi più micidiali e sleali che gli sono stati rivolti,avrebbe mollato tutto da un pezzo,sarebbe scomparso non solo dalla scena politica,ma anche da quella imprenditoriale, non lui però che è un leone, il leone della libertà.

Di fronte alla inconsistenza delle accuse fabbricate da PM che vogliono “governi condivisi” (Sic) e operano per “cambiare la società da dentro le istituzioni” ,la magistratura giudicante non si è potuta esimere,come già nel processo di primo grado, dal riconoscere la totale estraneità alle accuse che gli venivano contestate.

Adesso chi risarcirà il cittadino Berlusconi? E soprattutto chi risarcirà  la democrazia italiana condizionata per tutti questi anni dai veleni e dall’uso politico della giustizia?

A quando un monumento al cittadino Berlusconi che si adoperò per impedire una svendita a “prezzo e condizioni di favore” di un’azienda italiana che aveva soltanto bisogno di essere rilanciata?

Mi piacerebbe una risposta a queste domande,ma forse la migliore risposta l’hanno data in tutti questi anni i tantissimi cittadini e elettori che hanno dato il loro consenso a Silvio Berlusconi e alla CDL ,convinti di votare per un galantuomo.

Voglio chiudere questa mia riflessione riportando alcuni brani dai verbali del processo di Brescia a Antonio Di Pietro, che non fu condannato perché non sussistevano elementi penalmente rilevanti, ma sicuramente moralmente e politicamente riprovevoli,che aiutano a capire come si tentò di attuare la “via giudiziaria al potere”.

 

Brescia, settembre 1996.

Il Maresciallo dei Carabinieri Giovanni Strazzeri si presenta a palazzo di Giustizia per rendere una testimonianza. Spiega perché in febbraio si è congedato dall’arma, e ricostruisce il suo lavoro in procura:

<<L’80% della attività di indagini eseguite dai magistrati impegnati sul fronte della pubblica amministrazione era ed è concentrato sui vari filoni di indagine a carico del Gruppo Fininvest>>

<<Il procuratore Borrelli aveva avvertito che chiunque avesse trovato informazioni sia sulle società Fininvest, sia su Silvio Berlusconi, bisognava informarlo immediatamente, per far conseguire una promozione>>

<<Volevano a tutti costi arrestare Paolo Berlusconi per spingere il fratello Silvio a dimettersi da Presidente del Consiglio>>

<< Di Pietro mi disse:”Strazzeri, dobbiamo impegnarci. Abbiamo fatto fuori quelli della DC, quelli del PSI, e adesso dobbiamo far fuori Silvio Berlusconi, eliminato lui, potrò andare io al governo, perché io rappresento l’area moderata e col consenso di tutta la gente, potrò andare a Palazzo Chigi tranquillamente”>>

<< [la segretaria di fiducia di Davigo] Da quando è iniziata l’inchiesta ha rilasciato, ai soli giornalisti accreditati ai corridoi della Procura(quelli dell’Espresso, Repubblica, Unità, Corriere della Sera), notizie riservate e copie degli atti istruttori>>.

 

Nel gennaio 1994, << in diverse occasioni, quando mi trovavo negli uffici di Di Pietro sentii dire da colleghi che al telefono c’era per lui l’On. Violante. Non riuscivo a rendermi conto quali rapporti ci fossero tra Di Pietro e il suddetto parlamentare. Me ne resi conto subito dopo, quando verso la metà del mese di novembre del 1994 entrai nell’ufficio di Di Pietro per vedere se vi era il mio collega Corticchia.

Mentre parlavo con la segretaria, squillò il telefono, rispose un collega che disse a Di Pietro: “Dottore, c’è al telefono per Lei da Roma l’On. Violante”. Glielo passò. Dopo qualche secondo sentii:

“Luciano è tutto pronto, però dobbiamo agire con cautela. D’accordo con Borrelli abbiamo pensato di aspettare il vertice di Napoli. Questa volta non dobbiamo fallire come è accaduto con il fratello Paolo. Vedrai che faremo un gran lavoro, questa volta non ti deluderemo”…>>

Il Maresciallo venne arrestato per calunnia, che giuridicamente è una novità assoluta.

Corticchia confermerà quanto detto da Strazzeri.


sfoglia     febbraio        aprile
 

 rubriche

Diario
Immagini del giorno
Trinariciuti
Politica
Miseria,Terrore e Morte
Silvio Berlusconi
Parole in libertà

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

MARA CARFAGNA
IDEAZZURRA
NON SOLO NAPOLI
AG BELLUNO
KOMUNISTELLI
PER IL POPOLO DELLA LIBERTA'
FILIPPO
IL BERRETTO A SONAGLI
FAZIOSO LIBERALE
PENSIERI IN VOLO
VOCERIBELLE
MARALAI
AMPIORESPIRO
F. STORACE
LA DESTRA NEWS
IL VELINO
YOUTUBE
CASA DELLE LIBERTA':
FORZA ITALIA
FORZA ITALIA GIOVANI
FORZA ITALIA SENATO
FORZA ITALIA CAMERA
FORZA ITALIA GRUPPO EUROPEO
ALLEANZA NAZIONALE
LEGA NORD
UDC
NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA
NUOVO PSI
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA
PARTITO LIBERALE
PARTITO REPUBBLICANO
RIFORMATORI LIBERALI
STEFANIA CRAXI
ALESSANDRA MUSSOLINI
PENSIONATI
MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE
PARTITO POPOLARE EUROPEO
CIRCOLO DELLA LIBERTA'
CIRCOLO GIOVANI
MEDIA:
ADNKRONOS
ANSA
AVVENIRE
CORRIERE DELLA SERA
DAGOSPIA
FAMIGLIA CRISTIANA
IL FOGLIO
IL GIORNALE
IL LEGNO STORTO
IL MANIFESTO
IL MESSAGGERO
IL SECOLO XIX
ILSOLE24ORE
IL TEMPO
ITALIA LIBERA
LA 7
LA DISCUSSIONE
L'ESPRESSO
LIBERAZIONE
LIBERO
L'OPINIONE
L'OSSERVATORE ROMANO
LA PADANIA
LA STAMPA
LA TV DELLA LIBERTA'
L'UNITA'
MEDIASET
NOI PRESS
PANORAMA
POTERE SINISTRO
QUOTIDIANONAZIONALE
RAGIONPOLITICA
RAI
RAI TELEVIDEO
RASSEGNA STAMPA
REPUBBLICA
SONDAGGI POLITICO-ELETTORALI
TGCOM
THINK-TANK:
FONDAZIONE LIBERAL
FREE FOUNDATION
IDEAZIONE
ISTITUTO BRUNO LEONI
MAGNA CARTA
WEB JOURNAL:
BLOG-SHOW
BOOKCAFE
LIQUIDA
DICEVI? BLOGS JOINER
TOCQUEVILLE-LA CITTA' DEI LIBERI
FORUM:
ALFEMMINILE
CORRIERE FORUM
DONNA MODERNA
FORUM NUOVO PSI
FUORI DI TESTA
GIOVANI IT.- POLITICA
L’UNITA’
LA STAMPA FORUM
MARCO TRAVAGLIO FORUM
POLITICA ON LINE
REPUBBLICA
ULIVO/PD
SITI…ONOREVOLI:
ANTONIO PALMIERI
BENEDETTO DELLA VEDOVA
CLEMENTE MASTELLA
CARLO GIOVANARDI
GIULIO TREMONTI
RENATO BRUNETTA
PAOLO GUZZANTI
TOTO’ CUFFARO
AURORA86 CONSIGLIA:
!!:::GOVERNO PRODI
123 BETA
A CONSERVATIVE MIND
ACROSS THE BORDER
ADESTRA
AD SIDERA
AG AVERSA
AGE-VERNACOLESE
AKELA THE WOLF
ALEPUZIO
ALESSANDRA FONTANA
A LOOK TO THE RIGHT
ALTERNATIVA POPOLARE
AMANDACCO
AMERICAMERCATOINDIVIDUO
AMERICA THE BEAUTIFUL
ANNI DI SANGUE
ANTIKOMUNISTA
ANTIEUROPEO
ARCHEOPTERIX
ARMONIA DEI SENSI
ASTROLABIO
ATROCE PENSIERO
AZIONE GIOVANI
BALESTRATESI
BANDO ALL'IPOCRISIA
BARNEY PANOFSKY
BARRY GOLDWATER
BATTITORE LIBERO
BIETTO(ANCHE SE NON CI SEI PIU')
BIG DOGS WEBLOG
BLAKNIGHTS
BLOGIORNALE
BLOG PER SILVIO
BOTTOMLINE
C'E' WALTER
CALAMITYJANE
CALIMERO
CALVIN
CAMELOT DESTRA IDEALE
CAMILLO
CANTOR
CAPPERI
CARLO MENEGANTE
CATEPOL
CASTELLO BIANCO
CENSURAROSSA
CENTRODESTRA
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ GOLFO DEL TIGULLIO
CIRCOLO GIOVANI FIRENZE CENTRO STORICO
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ IL CAMINETTO
CIRCOLO LIBERTA’ TORINO
CHE CI DEVI FARE
CIVILTA'
COMMERCIALISTA
CONTROCORRENTE
C'E' POCO DA RIDERE
DALL’ALTRA PARTE
DAVERIK
DAW
DEBORAH FAIT
DEEARIO
DEIMM
DESTRA LAB
DIETRO LE LINEE NEMICHE
DILLA TUTTA
DORIA
DUMBS OX DAILY
EL BOARO
FABIO SACCO
FACE THE TRUTH
FATTI&MISFATTI
FENOMENI IN GIRO NON C’E’ NE
FREEDOMLAND
FREE THOUGHTS
FORT
FORZA FRIULI
FORZA ITALIA-BLOG
FULVIA LEOPARDI
GABIBBO
GAETANO SAGLIMBENI
GAWFER
GEMELLE GLITTER
GERMANYNEWS
GIANNI DE MARTINO
GIANFRANCO FINI PREMIER
GIANGIACOMO’S THINK THANK
GINO
GIOVANNI VAGNONE
GIOVANI AZZURRI VENETO
GIOVANI CON SILVIO
GIULIA NY
GRAZIE BERLUSCONI
GRENDEL FROM THE MOOR
HARRY
HARRY'S WORLD
HURRICANE
I DIAVOLI NERI
IGNAZIO ARTIZZU
IN GOD WE TRUST
ING.GAS NEO CON WEBLOG
INGEGNERBLOG
INNOVAZIONE GIOVANI
IL BARONE NERO
IL BLOG DELL'ANARCA
IL CAMPER
IL CASTELLO
IL CIELO SOPRA KABUL
IL FILO A PIOMBO
IL GIOVINE OCCIDENTE
IL GIULIVO
IL GRANDE GABBIANO
IL GRINCH
IL MANGO DI TREVISO
IL MASCELLARO
IL MIO MONDO
IL MISCREDENTE
IL NANO
IL RE DELLA MONNEZZA
IL REAZIONARIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
IL SORVEGLIATO SPECIALE
IN ETERE
INYQUA
IL MOTEL DEI POLLI ISPIRATI
IL RUMORE DEI MIEI VENTI
IO&LUI
ITALIA LAICA
ITALIAN LIBERTARIANS
ITURADASTRA
JIHADI DU JOUR
JOYCE
KAGLIOSTRO
KATTOLICO
KRILLIX
L'USSARO
LA CASA DELLE LIBERTA' BLOG
LA CITTADELLA
LADYJADINA
LA GRANDE FORZA DELLE IDEE
LA LIBERTA’ VA CONQUISTATA OGNI GIORNO
LA RISCOSSA
LA TAVOLA ROTONDA
LA TERRA DI MEZZO
LA TESTATA
LA VOCE DEL PADRONE
LE BARRICATE
LEFTKILLER
LE GUERRE CIVILI
LIBERALIDEA
LIBERALI PER ISRAELE
LIBERIAMO MASSA
LIBERTA' AZZURRA(LA)
LIBERTARIAN POST
LISISTRATA
LOGICA
LUCAP.
LUCARIELLO.TK
LUXOR
M&A
MANOLO
MAODDI
MARCOPAOLOEMILI
MARINIELLO
MATTEO SANNA
MELANDRINA
MEMORIE DI UN TERRONE
MEZZOGIORNOEUROPEO
MIKEREPORTER
MITHRANDIR
MISSIONARIO
MONDIAL POST
MONDOPICCOLO
MUSICAEPOLITICA
NNHOCAPITO
NEBBIA IN VALPADANA
NE QUID NIMIS
NEOCON ITALIANI
NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA
NON SI ABBIA TIMORE DI PUNIRE CAINO
NEXTCON
OGGI
OLIFANTE
ORPHEUS
OTIMASTER
PARBLEU
PARLA PER TE
PAROLIBERO
PARTIGIANO WILLIAM
PASSAGGIO A NORD EST
PASSAGGIO AL BOSCO
PAROLE&PENSIERI
PATRIOTI SI NASCE
PEGGIO SORU
PENDENTE A DESTRA
PERLAS
PESCARA LIBERA
POLITICALLY-SCORRECT
POLITICANDO
PORNOROMANTICA
POSIZIONE AUTARCHICA
PRO AMERICAN MOVEMENT
PROVOCAZIONE
PSEUDOSAURO
QUALCOSA DI DESTRA
QUID TUM?
RADICI E LIBERTA'
REJECT THE UN
ROBI
ROBINIK
ROLLI
SALVATORE LAURO
SARA-90
SARA PETELLA
SAURA PLESIO
SCHEGGE DI VETRO
SCHELETRI-SINISTRI
SCIOPENAUER
SGS
SICILIA RADICALE
SIETE PROPRIO COGLIONI
SIGLOBAL
SILVIOBERLUSCONIFANSCLUB
SILVIO NON FARMI ASTENERE PIU'
SINISTRERIA
SLIVERS OF MY SOUL
SONGCODES
SOSTIENI LANDRIANO
STARSAILOR
STATO MINIMO
STUDENTI PER LA LIBERTA'-MI
STUDIO LEGALE FIORIN
SUPERUOMO
SVULAZEN
TBLOG
TEXAS FRED
TEOCON
THANK YOU AMERICA
THE BRAIN WASH
THE HOLE IN THE WALL
THE JUST CHOICE
THE MOTE IN GOD’S EYE
THE NEW OBJECTIVIST
THE REAL CONSERVATIVE
THE RIGHT NATION
THUMBRIA
UGO MARIA CHIRICO
UPL
USER 2501
VALEFORN
VALERIO METRONIO
VELVET
VEXILLA
VIRGILIO FALCO
VITA E PASSIONI
VIVENDO E IMPARANDO
VOCIRPINE
VOTA SILVIO
W LA LIBERTA'
WALKING CLASS
WIND ROSE HOTEL
ZANZARA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom