.
Annunci online

  Aurora86 AZZURRA LIBERTA' - * BLOG MORALMENTE INFERIORE *
 
Diario
 





   


HOME PAGE BLOG

AZZURRA LIBERTA'-ASCOLTA
 

INNO FORZA ITALIA-ASCOLTA
 



In una democrazia è il popolo
che sceglie i leader, non sono
i leader che scelgono il popolo.
Silvio Berlusconi 02/12/2006

MENO MALE CHE SILVIO C'E'



PROGRAMMA DI GOVERNO
2008-2013


TUTTI I CANDIDATI DEL
POPOLO DELLA LIBERTA'





Vota Berlusconi

 




...andremo avanti con la forza
della gente contro i parrucconi
della politica.-Silvio Berlusconi
P.zza S.Babila Milano 18/11/2007





Vota Berlusconi
 






"Lightmysite.it promuove il tuo blog  
sui motori di ricerca con
Promoblog
- fai luce sul tuo blog..."                  


"La difesa della libertà è la
missione più alta,più nobile,
più entusiasmante che      
ciascuno di noi possa avere
l'avventura di fare."     
Silvio Berlusconi  
























"E' sorta in questi anni 
un'altra Italia, umile e  
tenace , orgogliosa e    
onesta, moderata  ma   
ferma  nel  difendere   
i  principi  di  libertà,   
che  non  ha  nessun    
passato da nascondere 
e  che  soprattutto non 
ha paura di sperare e di
credere. Questa  Italia 
siamo  noi,  si  chiama  
FORZA  ITALIA  "     
Silvio Berlusconi





STO LEGGENDO:
CAMBIARE REGIME
La sinistra e gli ultimi
45 dittatori(Einaudi)


"Cos'altro dovrebbe fare
la sinistra,se non lottare
contro  le dittature  e
battersi per liberare i
popoli oppressi?"



LA GRANDE BUGIA 
"Le sinistre italiane e
il sangue dei vinti".
 


GRAZIE ORIANA: PENSIERI
E PAROLE INEDITI DOPO
L'11 SETTEMBRE.



Technorati Profile

Add to Technorati Favorites

Save This Page
del.icio.us my del.icio.us
Registra il tuo Blog
I am Aurora86 on del.icio.us
Add me to your network




Aurora86
? Grab this Headline Animator

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Subscribe in a reader


Add to Google Reader or Homepage
Subscribe in NewsGator Online
Subscribe in Rojo
Add to My AOL
Add to netvibes
Subscribe in Bloglines
Add to The Free Dictionary

Add to Plusmo
Subscribe in NewsAlloy
Add to Excite MIX
Add to netomat Hub
Add to fwicki
Add to flurry
Add to Webwag
Add to Attensa
Receive IM, Email or Mobile alerts when new content is published on this site.
Add Aurora86 to ODEO
Subscribe in podnova

Add to Pageflakes

Subscribe to Aurora86

I heart FeedBurner

Visit the Widget Gallery
View blog reactions


Liquida



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog Aggregator 3.3 - The Filter

Elenco dei Blog italiani blog Directory, inserisci il tuo

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!












































PUBBLICIZZA GRATUITAMENTE
IL TUO SITO CON FREE -      
PUBBLICITA' GRATIS ! ! !      
CLICCA QUI...










"Troppo spesso è stata dimenticata   
la moralità del fare, la moralità del    
realizzare il programma annunciato  
agli elettori, la moralità dell’operare  
per mantenere gli impegni e per         
mantenere la parola data.                  
Per noi, la moralità nella politica        
consiste soprattutto nel mantenere  
gli impegni."   Silvio Berlusconi 


ARCHIVIO
SETTEMBRE 2008
AGOSTO 2008
LUGLIO 2008
GIUGNO 2008

MAGGIO 2008
APRILE 2008
MARZO 2008
FEBBRAIO 2008
GENNAIO 2008
DICEMBRE 2007
NOVEMBRE 2007
OTTOBRE 2007
SETTEMBRE 2007
AGOSTO 2007
LUGLIO 2007 

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006
NOVEMBRE 2006
OTTOBRE 2006
SETTEMBRE 2006
AGOSTO 2006
LUGLIO 2006
GIUGNO 2006
MAGGIO 2006







who's online


      

AURORA86
FEED IMAGES








3 dicembre 2008

MACCHE’ PERDERE LA FACCIA

Dopo le ammissioni Prodi: «Le sollecitazioni dell'Unione europea perché fosse risolta l'asimmetria delle aliquote Iva per le televisioni in Italia ci furono. Una posizione assolutamente condivisibile, tanto che ci impegnammo a provvedere. Ma poi non entrammo mai nel merito», sono arrivate anche le precisazioni della UE : «Se le autorità italiane avessero insistito nel non cambiare le aliquote Iva sulla tv a pagamento - ha fatto sapere Maria Assimakopoulou, portavoce del Commissario Ue alla Fiscalità Laszlo Kovacs - la commissione Ue avrebbe dovuto aprire una procedura di infrazione. Ma nel momento in cui le autorità italiane informano di avervi riposto rimedio con decisioni adeguate, il caso è chiuso, nella direttiva Ue sull'Iva c'è un allegato che dice che si può applicare un'aliquota ridotta per le tv satellitari, ma devono essere applicate le stesse aliquote per gli stessi tipi di servizi. L'aliquota andava perciò resa uguale per tutti. Quindi il governo italiano doveva decidere se tutti al 10% o tutti al 20%: è il Paese che decide».
Dunque il dilemma era se abbassare l’aliquota IVA al 10% a Mediaset e Rai allineandola a quella attuale di Sky oppure portare anche Sky al 20% , non si può riconoscere che quest’ultima è la soluzione migliore, si immagini se arrivava in parlamento un provvedimento che riduceva l’IVA al 10% a Mediaset, le strumentalizzazioni sul conflitto di interessi dove sarebbero arrivate, altro che aumentare le tasse a una tv concorrente.
La battaglia di Sky è comprensibile,difendono i loro interessi come farebbe qualunque altra azienda, quello che non è comprensibile, anzi fa scompisciare dalle risate, è il fatto che Veltroni e la sinistra difendano un “povero miliardariocome Murdoch e i “nuovi proletari” abbonati della tv a pagamento,pensate a cosa sono ridotti.
Quando saranno resi noti i motivi del provvedimento “ la sinistra perderà la faccia dalla vergogna” aveva detto ieri Silvio Berlusconi, prendendosela anche con alcuni giornali che titolavano “Berlusconi contro Sky”, oggi dopo i chiarimenti della UE il Premier ha detto: “hanno fatto una figuraccia enorme e gli italiani potranno trarre un giudizio definitivo su questi signori”.
Non sono d’accordo con Berlusconi, nel senso che non si può perdere ciò che non si ha, se mai ne hanno avuto una, Veltroni e la sinistra “ HANNO LA FACCIA COME IL CULO” , da buoni allievi della vecchia scuola comunista, sono campioni “ della menzogna e del ribaltamento della realtà” e della “verità che bisogna adattare alle circostanze”, pertanto visto che il Presidente ha il dono della comunicazione , della chiarezza e della sintesi , può riassumere tutto in una sola parola

COGLIONI ! ! !










30 maggio 2008

PIGNETO SOLO UN FASCISTA “ROSSO”

Niente raid nazi fascista al Pigneto, quartiere di Roma dove sabato scorso sono state distrutte le vetrine di un negozio di un immigrato, niente intolleranza,xenofobia,razzismo e chi più ne ha più ne metta, era soltanto un “fascista rosso” che voleva farsi giustizia da se, tale Dario Chianielli deciso a vendicare il furto di un portafogli a una sua amica, e udite udite prima di consegnarsi al commissariato ha mostrato ai giornalisti un tatuaggio del Che sull’avambraccio,la canea della sinistra e dei media italiani contro il pericolo rappresentato dal governo Berlusconi e da Alemanno era quindi una bufala,nessun movente politico.
Veltroni che subito dopo l’episodio aveva tuonato : “segnale di allarme gravissimo, aggressione di segno esplicitamente politico e nazista,fenomeno dettato da violenza e intolleranza” e altre corbellerie di questo tipo,oggi si è limitato a un laconico : “ è grave minimizzare i fatti accaduti”.
Non servono altri commenti, è comprensibile che Veltroni debba dimostrare di esistere, nessuna “marea nera” dunque,ma almeno un po’ di rossore per la vergogna forse ci vorrebbe.






6 aprile 2008

IL PARTITO DEMOCRATICO SI DEVE VERGOGNARE

Nemmeno la pioggia ha fatto desistere migliaia e migliaia di persone (oltre cinquantamila secondo gli organizzatori) dalla manifestazione del Popolo della Libertà con Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini in piazza Plebiscito a Napoli.
Dopo Fini, che ha iniziato il comizio parlando di sicurezza e della necessità di mandare all’opposizione la sinistra per farla “riposare e riflettere sui propri errori”, ha preso la parola Berlusconi che ha immediatamente attaccato Veltroni e il PD: “Il Partito democratico ci accusa di non parlare di mafia e camorra , devono vergognarsi, la metà dei consiglieri della Regione Campania sono indagati e purtroppo la Campania ha il più alto numero di consigli comunali che sono stati sciolti per infiltrazioni camorristiche, ma restano attaccati al loro potere”, con l’amara constatazione di aver “umiliato l’Italia con la vergogna delle cataste di rifiuti riprese dalle tv di tutto il mondo”, Berlusconi ha quindi promesso che il primo consiglio dei ministri da lui presieduto si svolgerà a Napoli “avrò qui una sede operativa e mi interesserò direttamente, fisicamente, personalmente della situazione fino a quando si troverà una soluzione al problema”.
Dai rifiuti alle mozzarelle è lungo l’elenco dei disastri del centrosinistra, non manca un’altra stoccata a Veltroni definito “Walterino sette doppiezze”, che “ha disatteso tutti gli impegni presi” ed a cui consiglia di cambiare slogan in “si può bluffare”.
Avevano promesso che sarebbero andati da soli e si sono alleati con i Radicali e con Di Pietro, il peggio del peggio del peggio del giustizialismo.
“Avevano detto che sarebbero presentati alle elezioni distinti dalla sinistra ed invece sono presenti nelle amministrative con candidati unici”,ricorda anche che “avevano promesso di dare vita ad una nuova classe dirigente ed invece hanno candidato nelle liste tutti i ministri ed i sottosegretari del governo Prodi”.
Berlusconi ha poi ribadito che il primo provvedimento che prenderà in Consiglio dei ministri sarà l'abolizione dell'Ici, il leader del Pdl ha spiegato che oltre ad abolire l'imposta sulla prima casa, «detasseremo tutti i premi e gli incentivi di produzione, compresi gli straordinari. In questo modo i capifamiglia, lavorando di più, potranno avere al cento per cento ciò che l'impresa gli dà, in modo da avere più soldi da destinare ai consumi della famiglia».
Se la piazze rappresentano il termometro della situazione,non c’erano e non ci sono dubbi su chi governerà l’Italia dopo il 14 Aprile, la vittoria è nell’aria ma non bisogna abbassare la guardia,soprattutto vigilando ai seggi,la beffa del 2006 brucia ancora.






16 gennaio 2008

UN VERMINAIO DI NAZISTI ROSSI.

Il Vaticano ha annullato la visita del Papa all’ Università La Sapienza di Roma ritenendo «opportuno soprassedere a seguito delle ben note vicende di questi giorni». Lo annuncia un comunicato della sala stampa vaticana.
Tutto comincia da una lettera datata 10 gennaio. A scriverla, 67 docenti dell'Università La Sapienza che la indirizzano al Rettore: «In nome della laicità della scienza e della cultura e nel rispetto di questo nostro ateneo aperto a docenti e studenti di ogni credo e di ogni ideologia, auspichiamo che l'incongruo evento possa ancora essere annullato».
Dietro di loro,studenti di collettivi vari che organizzavano la “settimana anticlericale” e occupavano il rettorato, e che naturalmente hanno esultato alla notizia dell’annullamento della visita di Benedetto XVI.
Insomma pseudo intellettuali tardo sessantottini,scienziati, luminari vari e studenti neocomunisti, in nome della laicità hanno tentato riuscendoci, di censurare la voce del Primate della Chiesa Cattolica e Vescovo di Roma .
Un autentica vergogna, una libera università trasformata in un “verminaio di nazisti rossi”, degni eredi della peggior tradizione sovietica e cubana, e che nessuno si sogni di parlare di laicità, i laici, quelli veri non si permettono di censurare il pensiero altrui, o peggio impediscono di esprimere le proprie idee, non partecipano e non condividono, ma di certo non impediscono l’esternazione delle altrui convinzioni , si possono definire laici coloro che non difendono la libertà di espressione?
E’ un “incenso laicista” , uno squadrismo intellettuale che alberga in molte università italiane, le stesse per intenderci che impediscono le conferenze di scienziati e intellettuali israeliani e americani, compresa la mia , che mi impedisce di trovare all’interno la mia bevanda preferita, la Coca-Cola, perché simbolo di “una cultura occidentale,imperialista e borghese” (Sic).
Figuratevi quale insegnamento e quale formazione possono dare questi docenti, che se all’epoca avessero fatto un sessantotto in meno e qualche sessantanove in più sarebbe stato tanto di guadagnato per loro e per l’umanità intera.
Sicuramente il S. Padre è ben al di sopra di queste miserie umane, ma ciò non mi impedisce di vergognarmi dell’intolleranza,del fanatismo e della stupidità ideologica che alberga negli atenei italiani,dove si permette di tenere conferenze a “cattivi maestri” come brigatisti e terroristi , ma non al Pontefice.
Con permesso,vado a vomitare













Update: "La rinuncia a cui è stato costretto il Papa in nome di una presunta laicità della conoscenza è il segno dell’intolleranza e di un certo fanatismo che nulla hanno di autenticamente laico. Una sorpresa molto dolorosa, che ferisce e umilia non il Pontefice, la cui figura è ben al di sopra di queste miserie, ma l’Università italiana e in generale lo Stato, che non si dimostra in grado di garantire la libertà di espressione alla massima autorità religiosa.Come cittadino italiano trovo avvilente che proprio nel mio Paese, proprio a Roma, culla della civiltà cristiana, sia impedito al Pontefice di prendere la parola.
La sinistra ancora una volta dovrebbe fare un severo esame di coscienza: l’alleanza con certe frange intolleranti, e la campagna di anticlericalismo ideologico fomentata da alcuni partiti della maggioranza, hanno creato il clima nel quale è maturata questa pagina vergognosa. Ancora una volta la libertà nel nostro Paese ha subito una grave ferita da parte di una ideologia settaria e faziosa".
Lo ha scritto in una nota il presidente Silvio Berlusconi, commentando l’annullamento da parte del Vaticano della visita di Papa Ratzinger alla Sapienza.
15/1/2008


19 dicembre 2007

ALTRO CHE SICUREZZA.

Non passa giorno che questa banda di incapaci e dilettanti allo sbaraglio al governo non producano qualche pasticcio, oggi è arrivata la conferma ufficiale che,il decreto legge sulla sicurezza varato dal governo, fortemente voluto da Walter Veltroni all’indomani dell’omicidio da parte di un romeno della signora Reggiani a Roma, sarà fatto decadere .
Il decreto che già durante l’iter parlamentare era stato fortemente svuotato di contenuti e norme più stringenti sulla sicurezza,si era invece arricchito di una norma anti omofobia che nulla aveva a che fare con l’oggetto del decreto contenente un errore giuridico “insanabile”,tanto che il Presidente della Repubblica aveva già fatto sapere che difficilmente lo avrebbe promulgato se non fosse stato corretto, e così per evitare di ritornare al senato dove il governo sicuramente sarebbe stato sfiduciato visto che la cancellazione della norma anti omofobia non avrebbe avuto i voti della sinistra massimalista si preferisce la “decadenza” del decreto.
Il governo fa sapere che sta “lavorando”(Sic) ad un nuovo decreto per evitare vuoti legislativi che sarà approvato il 28 Dicembre, insomma si gioca con la pelle dei cittadini, la decadenza del decreto potrebbe provocare il ricorso dei cittadini comunitari espulsi con tutte le falle conseguenti che si aprirebbero nel sistema giuridico.
C’è una sola parola per commentare tutto questo : VERGOGNA!
Chissà cosa ne pensa Veltroni
che si era tanto speso per questo decreto sicurezza, nonostante si sia toccato il fondo si continua a scavare.





15 dicembre 2007

ECCESSO DI POTERE.

E’ arrivato un altro sonoro ceffone al governo e al ministro dell’economia Padoa-Schioppa, dopo il caso del consigliere RAI Petroni, il TAR del Lazio ha accolto il ricorso con il quale il generale Roberto Speciale contestava la legittimità della sua revoca da comandante della Guardia di Finanza.
Una delle motivazioni con le quali il TAR ha accolto il ricorso dell’ufficiale parla di “eccesso di potere” da parte del governo: “ l’eccesso di potere si può dedurre - si legge nella sentenza - dal fatto che le amministrazioni dapprima propongono il ricorrente per la nomina ad un altissimo ufficio giudiziario (consigliere della Corte dei conti) e appena dopo lo rimuovono dall'incarico fino a quel momento ricoperto per ragioni di seria, se non grave inidoneità al posto".
Insomma nel giro di quindici giorni l’arroganza,la protervia e i metodi da dittatorelli sudamericani del governo e del ministro dell’economia,che vorrebbero piegare il diritto e l’uso delle istituzioni alle loro convenienze politiche , sono stati certificati e smascherati dalla magistratura amministrativa.
Un minimo di dignità imporrebbe le “immediate dimissioni” del ministro dell’economia se non di tutto il governo, questo nei paesi civili ma non a Prodilandia dove tutto si digerisce pur di mantenere le poltrone, e così con le facce di bronzo degne di miglior causa,costoro che rappresentano una “vergogna” per l’Italia,ancora una volta,faranno finta che nulla sia successo.




1 novembre 2007

VERGOGNA SICUREZZA.

Dopo che ieri la montagna ha partorito cinque topolini, a causa delle insanabili divisioni tra i ministri, sotto forma di disegno di legge e tre emendamenti alla finanziaria sulla sicurezza,che suonano come un autentica beffa per i cittadini in quanto saranno operativi se, come e quando usciranno dal parlamento, sull’onda dello sdegno e della rabbia popolare per la barbara aggressione di Roma dove una donna è stata aggredita,seviziata e buttata in un fosso da un Rom e adesso versa in condizioni disperate,il governo è stato costretto a fare marcia indietro e convocare un consiglio dei ministri straordinario per approvare uno dei disegni,esattamente quello che prevede più poteri per i prefetti, sotto forma di decreto legge per renderlo immediatamente operativo, e qui se non ci sarà la collaborazione dell’opposizione il decreto difficilmente avrà l’approvazione definitiva nei termini di legge, viste e considerate le divisioni di cui sopra.
E’ un autentica “vergogna” ,dopo che da anni a Roma si tollerano baraccopoli di abusivi e clandestini,addirittura in pieno centro,soltanto oggi Veltroni si è deciso a chiedere ufficialmente al governo misure straordinarie per la sicurezza dei cittadini e all’ Unione Europea collaborazione per l’immigrazione comunitaria, come mai se ne accorge soltanto adesso?
Prima evidentemente non poteva, forse perché troppo preso tra notti bianche e manifestazioni cinematografiche, forse per la cittadinanza era meglio occuparsi di far sgomberare le favelas romane e trasferire i campi rom fuori dall’abitato.
Soltanto oggi Prodi ha sentito la necessità di contattare il governo Romeno per stabilire una qualche collaborazione allo scopo di frenare il flusso delle centinaia di migliaia di romeni che sono venuti nel nostro paese negli ultimi mesi,in pratica si tenta di chiudere la stalla quando i buoi sono già scappati,quando sarebbe bastato recepire e applicare una norma comunitaria che stabilisce le espulsioni anche per i cittadini comunitari.
"La direttiva europea stabilisce in modo molto chiaro che i cittadini dell'Ue, quindi rumeni, bulgari o altri, possano spostarsi liberamente negli altri Paesi, ma devono dimostrare che hanno mezzi di sostentamento legittimi, quindi non vivere con il profitto di attivita' criminose", e nel caso contrario questi cittadini, anche se comunitari, devono "tornare nel loro Paese d'origine" attraverso misure di riaccompagnamento o rimpatrio.
Lo ha ricordato al governo qualche settimana fa,il vice presidente della Commissione Europea Franco Frattini, ma da questo orecchio evidentemente il governo non ci sente.
E’ tutto inutile fino a che ci sarà questa sinistraPAROLAIA&INCONCLUDENTE”al governo,la sicurezza per i cittadini rimarrà un optional.
Non passa giorno che questo governo non faccia danni e crei problemi ai cittadini, sotto forma di criminalità, immigrazione clandestina, delinquenza cittadina,tasse,rincari,impoverimento, burocrazia, privacy e chi più ne ha più ne metta.
Insomma,parafrasando l’On. Martino: “ il peggior governo della storia dai tempi di Nerone, e nel confronto Nerone non ne esce male”.




23 ottobre 2007

PIU' TERRORISTI E BRIGATISTI PER TUTTI/2

 Ancora una vergogna istituzionale,l’ennesima, Anna Laura Braghetti, terrorista e brigatista rossa,compagna di prospero Gallinari, condannata all’ergastolo per il sequestro e l’omicidio di Aldo Moro e per l’assassinio del prof. Vittorio Bachelet,oggi a piede libero, sembra che sia stata assunta da Italia Lavoro, agenzia del Ministero del Lavoro.

L’on. Gasparri di AN e l’on. Bertolini di FI hanno presentato interrogazione scritta al ministro del Lavoro Damiano per sapere se questo “ulteriore ennesimo scandalo” sarà immediatamente sanato facendo occupare quel posto da qualche “onesto disoccupato”.

Questa è soltanto l’ultima umiliazione alle vittime del terrorismo e ai loro familiari, dopo Sergio D’Elia  fatto eleggere alla camera dei deputati,Roberto Del Bello consulente al ministero dell’interno,Susanna Ronconi alla Consulta Nazionale sulle tossicodipendenze(fortunatamente poi dimessa),adesso è la volta della Braghetti.

Il tutto senza contare Silvia  Baraldini e Claudia Gioia esponente delle unità comuniste combattenti,condannata per l’omicidio del generale dell’Aeronautica Licio Giorgieri,entrambe  a libro paga come “consulenti” (Sic) della giunta Veltroni a Roma.

Voglio esprimere la mia solidarietà ai familiari delle vittime del terrorismo, offesi da tanto disprezzo e noncuranza,saranno pure compagni che sbagliano, ma io non ricordo nessuno di questi delinquenti che si guadagna la vita raccogliendo pomodori o in una catena di montaggio di una fabbrica, la sinistra riserva loro corsie preferenziali e “sistemazioni premiali”,vuoi vedere che esiste anche “una casta dei terroristi”?

E poi dice che uno si butta a destra,con permesso vado a vomitare…..




9 settembre 2007

V-DAY: IGNORANZA&VERGOGNA.

 Onestamente Grillo lo preferivo quando faceva il comico, adesso che ha sposato l’antipolitica, e lui e suoi accoliti sono disposti a tutto pur di apparire sulle prime pagine dei media, mi è cordialmente antipatico.
La manifestazione,tanto conclamata e attesa,del V-DAY di certo non ha ottenuto l’attenzione dei media, e coloro che vi hanno partecipato,dubito che abbiano capito effettivamente di cosa si tratta e cosa si chiede alle istituzioni.
Prima di tutto però non posso a fare a meno di esprimere profondo sdegno per il vile attacco che è stato fatto al compianto Prof. Marco Biagi nella piazza di Bologna,attraverso un video e le successive ingiurie del pubblico,tanto che l’ex magistrato Libero Mancuso, sdegnato,ha abbandonato la manifestazione.
Uno come Biagi andrebbe santificato e non insultato,se la disoccupazione in Italia è  a un livello mai raggiunto prima,nemmeno negli anni del boom economico, si deve anche al suo impegno e ai suoi studi,da cui è stata prodotta la legge che porta il suo nome.
In  un crescendo di ignoranza,rozzezza, e stupidità, Grillo&C chiedono che il parlamento legiferi su tre punti, a loro dire fondamentali(Sic) :
-La non eleggibilità dei parlamentari che hanno riportato condanne penali a qualunque titolo;
-Il divieto agli stessi parlamentari di essere candidati e rieletti per più di due legislature;
-Il ripristino delle preferenze o dei collegi uninominali per la scelta dei candidati;
Sul primo punto Grillo&C. dimenticano una cosa fondamentale, e cioè che la sovranità appartiene al popolo,le leggi in vigore già disciplinano l’eleggibilità o meno dei parlamentari a seconda del tipo di reato per il quali sono stati condannati.
ll diritto di eleggere o non eleggere i rappresentanti che più gli aggrada, che siano stati condannati o meno,direttamente o attraverso i partiti di riferimento, spetta solo ed esclusivamente al “popolo sovrano”, non a “guitti&giacobini da operetta”.
Sul secondo punto non vale la pena nemmeno di discutere, basterebbe una superficiale conoscenza di un manuale di diritto pubblico o costituzionale,per capire la differenza tra governi ad elezione diretta con limite di mandato, e rappresentanza parlamentare senza limite di mandato, sarà un caso che questa norma non esiste e non è mai esistita in nessun parlamento democratico?
Studiare almeno le nozioni fondamentali di diritto pubblico e costituzionale eviterebbe di proporre  simili castronerie.
Sul terzo punto,forse in qualche modo e con tutti i distingui del caso, si potrebbe essere anche d’accordo, ma bisogna ricordare che le preferenze sono state additate nel passato, come causa di corruzione e voto di scambio, non è chiaro quindi quali correttivi vanno adottati per evitare il ripetersi di tali fenomeni.
E mi fermo qui per carità di patria.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grillo biagi vergogna mancuso ignoranza v-day

permalink | inviato da Aurora86 il 9/9/2007 alle 20:57 | Versione per la stampa


4 settembre 2007

PENSIONATI: ARRIVA LA QUATTORDICESIMA…..

 Come promesso e come previsto, il ministro del lavoro Damiano ha annunciato che nel mese di ottobre circa tre milioni di pensionati riceveranno un bonus di 302 euro,frutto dell’accordo sul welfare tra governo e parti sociali,il provvedimento è confermato anche per il prossimo anno e diventerà quindi strutturale,tanto che lo stesso ministro lo ha definito come “quattordicesima”(Sic) per i pensionati.
Di solito nei contratti collettivi sia pubblici che privati, la tredicesima e la quattordicesima sono “mensilità aggiuntive”, nel caso in questione trecento euro,pur con tutte le considerazioni per le magre pensioni italiane, rappresentano si e no nemmeno la metà di una normale mensilità di una pensione bassa.
Allora perché definirla come quattordicesima? E’ molto semplice, 302 euro spalmati su 13 mensilità significano qualcosa come 23 euro mensili, meno di un caffè al giorno, un autentica vergogna insomma.
E così sperando che i pensionati non si facciano troppi conti,si parla di bonus,quattordicesima,ecc.,sarebbe davvero umiliante dopo tanti proclami aumentare le pensioni basse di ben 23 euro al mese,molto meglio corrisponderli in  un'unica soluzione.
Praticamente anche il governo se ne vergogna,ed è questo davvero l’unico aspetto positivo della faccenda.




2 agosto 2007

E’ UNA “VERGOGNA” ESSERE STATO COMUNISTA.

 E’ nato nel 1955 a Roma e qui risiede da sempre. E’ sposato con Flavia e ha due figlie, Martina e Vittoria. Nel 1976 viene eletto Consigliere comunale a Roma, ruolo che ricopre fino al 1981. Nel 1987 viene eletto deputato.
Questo l’incipit della biografia di Walter Veltroni che compare sul sito web lanuovastagione, che prosegue poi con l’adesione al PDS di Achille Occhetto e il proseguimento della carriera politica sino ad oggi.
A questo punto una domanda sorge spontanea: con quale formazione politica si è candidato Veltroni prima al comune di Roma e poi alla camera dei deputati?
Forse come indipendente, in qualche lista civica, o che altro?
Eppure la militanza nel PCI fa curriculum,così come essere stato membro della direzione nazionale della Federazione Giovanile Comunisti Italiani,quella che all’art.1 del suo statuto recitava” La Fgci si riconosce nella strategia del Partito Comunista Italiano, contribuisce ad arricchirla, ed educa i suoi iscritti alla conoscenza del marxismo e del leninismo, nello spirito dell'antifascismo e dell'internazionalismo proletario”,chissà perché questi passaggi così significativi della carriera politica di Veltroni vengono ignorati,sarà una svista? Una dimenticanza? O un consapevole occultamento?
Si lo so cosa volete dirmi, che Veltroni da un pezzo ha dichiarato di essere sempre stato “anticomunista”, credo che nessuno,io per prima, abbia difficoltà a crederlo.
In Italia infatti tutti gli anticomunisti come Veltroni si iscrivevano al PCI, così come tutti coloro che andavano per le piazze a chiedere firme per Solzhenicyn e raccoglievano sputi e insulti dai compagni, e naturalmente tutti gli anticomunisti come Veltroni per abbattere i regimi totalitari dell’est europeo,andavano a Berlino Est ai festival della Gioventù comunista ad applaudire i tetri e sanguinari burocrati di Breznev.
Evidentemente doveva essere un omonimo quel Veltroni che il 24 febbraio 1974 organizzava una formidabile manifestazione anticomunista intitolata: Togliatti con noi. Nel nome di Togliatti le lotte dei giovani per la pace, la libertà, il socialismo.
Dite la verità,non vi fanno quasi tenerezza anche a voi, questi ex e post comunisti che, dopo essere stati costretti dalla “VERGOGNA” e dal “FALLIMENTO” a cambiare più volte nomi e simboli, evitano accuratamente di citare le parole comunista e comunismo nelle loro biografie e nei loro curriculum come una vergogna incancellabile?




8 giugno 2007

MI VERGOGNO DI QUESTA ITALIETTA.

 E’ "inaccettabile la mobilitazione anti Bush, torna l’Italietta". Lo ha dichiarato Silvio Berlusconi, da Genova, nel corso di una manifestazione a sostegno del candidato del centrodestra Renata Oliveri. "E’ una cosa che mi addolora ed e’ colpa di questa sinistra antiamericana. Mi dispiace perche’ avviene per la visita della piu’ grande democrazia che ci ha dato la liberta’ e la dignita. Mi vergogno e mi addoloro".
Intanto la prevista visita di Bush nel quartiere Trastevere di Roma è stata annullata per motivi logistici,il previsto incontro con la comunità di S.Egidio si terrà all'ambasciata USA.
Roma sarà presidiata da oltre 10.000 agenti durante la visita di Bush,imponenti le misure di sicurezza,con elicotteri e aerei che sorvoleranno il cielo della capitale in continuazione,da oggi sino alla partenza del presidente americano è una città blindata, si ipotizzano in almeno 50.000 i partecipanti ai cortei pacifisti e no-war supportati da numerosi esponenti della sinistra radicale al governo,una vergogna tutta italiana.






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma berlusconi bush vergogna italietta

permalink | inviato da Aurora86 il 8/6/2007 alle 17:31 | Versione per la stampa


12 maggio 2006

LA VERGOGNA DI ESSERE STATI COMUNISTI

Piero Fassino, il segretario Ds, alla domanda se davvero era comunista quando stava nel Pci, ha risposto: "Assolutamente no... Mi sono iscritto al Pci "contro" il comunismo" (da Sette, 1 novembre 2001). Il suo concorrente alla segreteria, Giovanni Berlinguer, ha fatto sapere sul precedente numero di Sette, per interposta persona, che lui ha sempre usato i libri di Marx "per schiacciare le zanzare sul muro". Solo per quello. Se è stato per mezzo secolo dirigente del Pci dev'essere successo per caso: passava di lì... Ma lui col marxismo che centra? Chissà come è nata questa bislacca diceria che il Pci sia stato un partito comunista. Anche Massimo D'Alema tempo fa ha dovuto chiarire: Non ho mai studiato il marxismo-leninismo... e non credo neanche che esista (l’Unità, 11 aprile 1998). E quando faceva l’enfant prodige di Enrico Berlinguer? Era un liberale. L'ha detto e ripetuto. Un liberale come Giovanni Malagodi e il barone Ricasoli. Lo stesso Gramsci, rivelo' D'Alema, fu un "liberale" (Il Sole-24 Ore, 31 luglio 1997).

E vero che nel 1985, quando il cardinal Ratzinger definì il comunismo come "la vergogna del nostro secolo", proprio D'Alema insorse, indignato. Lo raccontava Vittorio Messori, intervistatore del prelato, alla Stampa il 4 maggio 1997. Ma sarà stato un equivoco, forse Messori ricorda male. Perché a Botteghe Oscure di comunisti non ce n'erano. Nell’estate 1999 a Newsweek proprio D'Alema spiegò che il Pci, in blocco, da tempo non era più comunista se mai lo era stato. Anzi, negli anni Settanta erano proprio gli anticomunisti a iscriversi al Pci. Ce lo ha fatto sapere, prima di Fassino, Walter Veltroni. Sulla Stampa del 16 ottobre 1999 spiego' che lui appartiene alla "generazione che aveva l'Urss come avversario" e negli anni Settanta entro' nel Pci perché "pensavo che avesse ragione Jan Palach e non i carri armati dell'invasione sovietica. Consideravo Breznev come un avversario, la sua dittatura un nemico da abbattere".

Ovvio. chi negli anni Settanta voleva abbattere i regimi dell'Est entrava nel Pci come Veltroni, andava a Berlino Est ai festival della Gioventù comunista come Veltroni ad applaudire i tetri e sanguinari burocrati di Breznev, faceva come Veltroni (e come Fassino e come D'Alema) il dirigente di quella Fgci che nel suo Statuto (confermato nel 1978) esordiva così: "Gli iscritti e i militanti della Fgci lottano per costruire una società socialista che crei le condizioni e favorisca il processo di liberazione dell’uomo verso il comunismo". E che all’articolo 1 proclamava: "La Fgci si riconosce nella strategia del Partito Comunista Italiano, contribuisce ad arricchirla, ed educa i suoi iscritti alla conoscenza del marxismo e del leninismo, nello spirito dell'antifascismo e dell'internazionalismo proletario.

Chi davvero "aveva l'Urss come avversario" in quegli anni non andava per le piazze a chiedere firme per Solzhenicyn e raccogliere sputi e insulti dai compagni, ma faceva come Veltroni che il 24 febbraio 1974 organizzava una formidabile manifestazione anticomunista intitolata: Togliatti con noi. Nel nome di Togliatti le lotte dei giovani per la pace, la libertà, il socialismo.

Ha fatto discutere Veltroni quando, nel luglio 1995, ormai crollato da anni il Muro, si è definito "anticomunista". Un temerario. Ma qui siamo davanti a un fenomeno ancor più clamoroso: un'intera classe dirigente che oggi rivela di essere sempre stata anticomunista. Di essere entrata nel Pci per questo. E' straordinario. Perfino Fabio Mussi ha fatto sapere che "già ai tempi giovanili avevo ben chiaro che il regime dell’unione Sovietica era una grande truffa e mi riconoscevo in chi, da anticomunista, criticava il totalitarismo". Insomma era un montanelliano in incognito, il Mussi. E da anticomunista faceva carriera politica nel Pci. E' curioso come si sia potuto prendere il Pci per un partito comunista. Anche Massimo Cacciari - filosofo marxista, due volte deputato del Pci, infine sindaco del Pds - un bel giorno ha rivelato: "Mai stato comunista e neppure pidiessino" (Sette, 19maggio 1994).

Ma forse almeno Enrico Berlinguer sarà stato comunista, non è vero? Nient’affatto. Veltroni ha dissolto anche quest'ultimo equivoco. In realtà era un fanatico anticomunista: "Proprio Berlinguer e la sua politica venivano considerati avversari e nemici dal Pcus", perché "sul piano dell’ideologia, il comunismo ha in sé, con la dittatura del proletariato, la negazione della libertà" (l'Unità, 30 ottobre 1999). Davanti a tante rivelazioni mozzafiato, riattualizzate da Fassino, ci si sente un po' storditi. Almeno Marx sarà stato marxista! Macché. Uno apre il "Requiem per Carlo Marx" di Frank E. Manuel e scopre la battuta che l’autore del "Capitale" amava ripetere, riferita da Engels: "Tutto quello che so, è di non essere affatto marxista".

Nemmeno lui. Ma chi l'ha imposto e sostenuto il comunismo per 70 anni? E chi li ha prodotti 200 milioni di morti? E i Paesi devastati, i carri armati? Mah. In Italia di sicuro non c'è mai stato un comunista, se non il movimento berlusconiano che Veltroni, in un libro, ha definito "stalinista". Il bianco è nero, il nero è bianco, vittime e carnefici si dissolvono, il giorno è la notte e la notte è giorno. Viene in mente Arthur Koestler, "Buio a mezzogiorno", la sua micidiale descrizione della menzogna totalitaria. Ma forse questa italica è solo una burla, una barzelletta un po' squallida.

Si capisce perché è parsa così indigeribile a sinistra la storia di Antonello Trombadori che ha sempre dichiarato lealmente di essere stato comunista e che poi è diventato sinceramente anticomunista (come racconta il recente libro curato dal figlio Duccio). La sua è la storia vera, dolorosa, di uno che si assumeva le sue responsabilità. Niente a che vedere con chi racconta oggi, solo oggi, come Fassino e Veltroni, che i regimi comunisti gli facevano schifo già allora e si iscrisse al Pci per abbatterli. Certo, avranno capito già allora che erano orrendi, ma perché hanno continuato a ingannare milioni di poveracci, mentendo sapendo di mentire? Ce lo spieghino, per favore, invece di continuare a coglionarci.


Antonio Socci

                   


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. comunisti vergogna fassino d'alema veltroni mussi trombadori

permalink | inviato da il 12/5/2006 alle 17:15 | Versione per la stampa

sfoglia     novembre        gennaio
 

 rubriche

Diario
Immagini del giorno
Trinariciuti
Politica
Miseria,Terrore e Morte
Silvio Berlusconi
Parole in libertà

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

MARA CARFAGNA
IDEAZZURRA
NON SOLO NAPOLI
AG BELLUNO
KOMUNISTELLI
PER IL POPOLO DELLA LIBERTA'
FILIPPO
IL BERRETTO A SONAGLI
FAZIOSO LIBERALE
PENSIERI IN VOLO
VOCERIBELLE
MARALAI
AMPIORESPIRO
F. STORACE
LA DESTRA NEWS
IL VELINO
YOUTUBE
CASA DELLE LIBERTA':
FORZA ITALIA
FORZA ITALIA GIOVANI
FORZA ITALIA SENATO
FORZA ITALIA CAMERA
FORZA ITALIA GRUPPO EUROPEO
ALLEANZA NAZIONALE
LEGA NORD
UDC
NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA
NUOVO PSI
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA
PARTITO LIBERALE
PARTITO REPUBBLICANO
RIFORMATORI LIBERALI
STEFANIA CRAXI
ALESSANDRA MUSSOLINI
PENSIONATI
MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE
PARTITO POPOLARE EUROPEO
CIRCOLO DELLA LIBERTA'
CIRCOLO GIOVANI
MEDIA:
ADNKRONOS
ANSA
AVVENIRE
CORRIERE DELLA SERA
DAGOSPIA
FAMIGLIA CRISTIANA
IL FOGLIO
IL GIORNALE
IL LEGNO STORTO
IL MANIFESTO
IL MESSAGGERO
IL SECOLO XIX
ILSOLE24ORE
IL TEMPO
ITALIA LIBERA
LA 7
LA DISCUSSIONE
L'ESPRESSO
LIBERAZIONE
LIBERO
L'OPINIONE
L'OSSERVATORE ROMANO
LA PADANIA
LA STAMPA
LA TV DELLA LIBERTA'
L'UNITA'
MEDIASET
NOI PRESS
PANORAMA
POTERE SINISTRO
QUOTIDIANONAZIONALE
RAGIONPOLITICA
RAI
RAI TELEVIDEO
RASSEGNA STAMPA
REPUBBLICA
SONDAGGI POLITICO-ELETTORALI
TGCOM
THINK-TANK:
FONDAZIONE LIBERAL
FREE FOUNDATION
IDEAZIONE
ISTITUTO BRUNO LEONI
MAGNA CARTA
WEB JOURNAL:
BLOG-SHOW
BOOKCAFE
LIQUIDA
DICEVI? BLOGS JOINER
TOCQUEVILLE-LA CITTA' DEI LIBERI
FORUM:
ALFEMMINILE
CORRIERE FORUM
DONNA MODERNA
FORUM NUOVO PSI
FUORI DI TESTA
GIOVANI IT.- POLITICA
L’UNITA’
LA STAMPA FORUM
MARCO TRAVAGLIO FORUM
POLITICA ON LINE
REPUBBLICA
ULIVO/PD
SITI…ONOREVOLI:
ANTONIO PALMIERI
BENEDETTO DELLA VEDOVA
CLEMENTE MASTELLA
CARLO GIOVANARDI
GIULIO TREMONTI
RENATO BRUNETTA
PAOLO GUZZANTI
TOTO’ CUFFARO
AURORA86 CONSIGLIA:
!!:::GOVERNO PRODI
123 BETA
A CONSERVATIVE MIND
ACROSS THE BORDER
ADESTRA
AD SIDERA
AG AVERSA
AGE-VERNACOLESE
AKELA THE WOLF
ALEPUZIO
ALESSANDRA FONTANA
A LOOK TO THE RIGHT
ALTERNATIVA POPOLARE
AMANDACCO
AMERICAMERCATOINDIVIDUO
AMERICA THE BEAUTIFUL
ANNI DI SANGUE
ANTIKOMUNISTA
ANTIEUROPEO
ARCHEOPTERIX
ARMONIA DEI SENSI
ASTROLABIO
ATROCE PENSIERO
AZIONE GIOVANI
BALESTRATESI
BANDO ALL'IPOCRISIA
BARNEY PANOFSKY
BARRY GOLDWATER
BATTITORE LIBERO
BIETTO(ANCHE SE NON CI SEI PIU')
BIG DOGS WEBLOG
BLAKNIGHTS
BLOGIORNALE
BLOG PER SILVIO
BOTTOMLINE
C'E' WALTER
CALAMITYJANE
CALIMERO
CALVIN
CAMELOT DESTRA IDEALE
CAMILLO
CANTOR
CAPPERI
CARLO MENEGANTE
CATEPOL
CASTELLO BIANCO
CENSURAROSSA
CENTRODESTRA
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ GOLFO DEL TIGULLIO
CIRCOLO GIOVANI FIRENZE CENTRO STORICO
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ IL CAMINETTO
CIRCOLO LIBERTA’ TORINO
CHE CI DEVI FARE
CIVILTA'
COMMERCIALISTA
CONTROCORRENTE
C'E' POCO DA RIDERE
DALL’ALTRA PARTE
DAVERIK
DAW
DEBORAH FAIT
DEEARIO
DEIMM
DESTRA LAB
DIETRO LE LINEE NEMICHE
DILLA TUTTA
DORIA
DUMBS OX DAILY
EL BOARO
FABIO SACCO
FACE THE TRUTH
FATTI&MISFATTI
FENOMENI IN GIRO NON C’E’ NE
FREEDOMLAND
FREE THOUGHTS
FORT
FORZA FRIULI
FORZA ITALIA-BLOG
FULVIA LEOPARDI
GABIBBO
GAETANO SAGLIMBENI
GAWFER
GEMELLE GLITTER
GERMANYNEWS
GIANNI DE MARTINO
GIANFRANCO FINI PREMIER
GIANGIACOMO’S THINK THANK
GINO
GIOVANNI VAGNONE
GIOVANI AZZURRI VENETO
GIOVANI CON SILVIO
GIULIA NY
GRAZIE BERLUSCONI
GRENDEL FROM THE MOOR
HARRY
HARRY'S WORLD
HURRICANE
I DIAVOLI NERI
IGNAZIO ARTIZZU
IN GOD WE TRUST
ING.GAS NEO CON WEBLOG
INGEGNERBLOG
INNOVAZIONE GIOVANI
IL BARONE NERO
IL BLOG DELL'ANARCA
IL CAMPER
IL CASTELLO
IL CIELO SOPRA KABUL
IL FILO A PIOMBO
IL GIOVINE OCCIDENTE
IL GIULIVO
IL GRANDE GABBIANO
IL GRINCH
IL MANGO DI TREVISO
IL MASCELLARO
IL MIO MONDO
IL MISCREDENTE
IL NANO
IL RE DELLA MONNEZZA
IL REAZIONARIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
IL SORVEGLIATO SPECIALE
IN ETERE
INYQUA
IL MOTEL DEI POLLI ISPIRATI
IL RUMORE DEI MIEI VENTI
IO&LUI
ITALIA LAICA
ITALIAN LIBERTARIANS
ITURADASTRA
JIHADI DU JOUR
JOYCE
KAGLIOSTRO
KATTOLICO
KRILLIX
L'USSARO
LA CASA DELLE LIBERTA' BLOG
LA CITTADELLA
LADYJADINA
LA GRANDE FORZA DELLE IDEE
LA LIBERTA’ VA CONQUISTATA OGNI GIORNO
LA RISCOSSA
LA TAVOLA ROTONDA
LA TERRA DI MEZZO
LA TESTATA
LA VOCE DEL PADRONE
LE BARRICATE
LEFTKILLER
LE GUERRE CIVILI
LIBERALIDEA
LIBERALI PER ISRAELE
LIBERIAMO MASSA
LIBERTA' AZZURRA(LA)
LIBERTARIAN POST
LISISTRATA
LOGICA
LUCAP.
LUCARIELLO.TK
LUXOR
M&A
MANOLO
MAODDI
MARCOPAOLOEMILI
MARINIELLO
MATTEO SANNA
MELANDRINA
MEMORIE DI UN TERRONE
MEZZOGIORNOEUROPEO
MIKEREPORTER
MITHRANDIR
MISSIONARIO
MONDIAL POST
MONDOPICCOLO
MUSICAEPOLITICA
NNHOCAPITO
NEBBIA IN VALPADANA
NE QUID NIMIS
NEOCON ITALIANI
NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA
NON SI ABBIA TIMORE DI PUNIRE CAINO
NEXTCON
OGGI
OLIFANTE
ORPHEUS
OTIMASTER
PARBLEU
PARLA PER TE
PAROLIBERO
PARTIGIANO WILLIAM
PASSAGGIO A NORD EST
PASSAGGIO AL BOSCO
PAROLE&PENSIERI
PATRIOTI SI NASCE
PEGGIO SORU
PENDENTE A DESTRA
PERLAS
PESCARA LIBERA
POLITICALLY-SCORRECT
POLITICANDO
PORNOROMANTICA
POSIZIONE AUTARCHICA
PRO AMERICAN MOVEMENT
PROVOCAZIONE
PSEUDOSAURO
QUALCOSA DI DESTRA
QUID TUM?
RADICI E LIBERTA'
REJECT THE UN
ROBI
ROBINIK
ROLLI
SALVATORE LAURO
SARA-90
SARA PETELLA
SAURA PLESIO
SCHEGGE DI VETRO
SCHELETRI-SINISTRI
SCIOPENAUER
SGS
SICILIA RADICALE
SIETE PROPRIO COGLIONI
SIGLOBAL
SILVIOBERLUSCONIFANSCLUB
SILVIO NON FARMI ASTENERE PIU'
SINISTRERIA
SLIVERS OF MY SOUL
SONGCODES
SOSTIENI LANDRIANO
STARSAILOR
STATO MINIMO
STUDENTI PER LA LIBERTA'-MI
STUDIO LEGALE FIORIN
SUPERUOMO
SVULAZEN
TBLOG
TEXAS FRED
TEOCON
THANK YOU AMERICA
THE BRAIN WASH
THE HOLE IN THE WALL
THE JUST CHOICE
THE MOTE IN GOD’S EYE
THE NEW OBJECTIVIST
THE REAL CONSERVATIVE
THE RIGHT NATION
THUMBRIA
UGO MARIA CHIRICO
UPL
USER 2501
VALEFORN
VALERIO METRONIO
VELVET
VEXILLA
VIRGILIO FALCO
VITA E PASSIONI
VIVENDO E IMPARANDO
VOCIRPINE
VOTA SILVIO
W LA LIBERTA'
WALKING CLASS
WIND ROSE HOTEL
ZANZARA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom