.
Annunci online

  Aurora86 AZZURRA LIBERTA' - * BLOG MORALMENTE INFERIORE *
 
Diario
 





   


HOME PAGE BLOG

AZZURRA LIBERTA'-ASCOLTA
 

INNO FORZA ITALIA-ASCOLTA
 



In una democrazia è il popolo
che sceglie i leader, non sono
i leader che scelgono il popolo.
Silvio Berlusconi 02/12/2006

MENO MALE CHE SILVIO C'E'



PROGRAMMA DI GOVERNO
2008-2013


TUTTI I CANDIDATI DEL
POPOLO DELLA LIBERTA'





Vota Berlusconi

 




...andremo avanti con la forza
della gente contro i parrucconi
della politica.-Silvio Berlusconi
P.zza S.Babila Milano 18/11/2007





Vota Berlusconi
 






"Lightmysite.it promuove il tuo blog  
sui motori di ricerca con
Promoblog
- fai luce sul tuo blog..."                  


"La difesa della libertà è la
missione più alta,più nobile,
più entusiasmante che      
ciascuno di noi possa avere
l'avventura di fare."     
Silvio Berlusconi  
























"E' sorta in questi anni 
un'altra Italia, umile e  
tenace , orgogliosa e    
onesta, moderata  ma   
ferma  nel  difendere   
i  principi  di  libertà,   
che  non  ha  nessun    
passato da nascondere 
e  che  soprattutto non 
ha paura di sperare e di
credere. Questa  Italia 
siamo  noi,  si  chiama  
FORZA  ITALIA  "     
Silvio Berlusconi





STO LEGGENDO:
CAMBIARE REGIME
La sinistra e gli ultimi
45 dittatori(Einaudi)


"Cos'altro dovrebbe fare
la sinistra,se non lottare
contro  le dittature  e
battersi per liberare i
popoli oppressi?"



LA GRANDE BUGIA 
"Le sinistre italiane e
il sangue dei vinti".
 


GRAZIE ORIANA: PENSIERI
E PAROLE INEDITI DOPO
L'11 SETTEMBRE.



Technorati Profile

Add to Technorati Favorites

Save This Page
del.icio.us my del.icio.us
Registra il tuo Blog
I am Aurora86 on del.icio.us
Add me to your network




Aurora86
? Grab this Headline Animator

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Subscribe in a reader


Add to Google Reader or Homepage
Subscribe in NewsGator Online
Subscribe in Rojo
Add to My AOL
Add to netvibes
Subscribe in Bloglines
Add to The Free Dictionary

Add to Plusmo
Subscribe in NewsAlloy
Add to Excite MIX
Add to netomat Hub
Add to fwicki
Add to flurry
Add to Webwag
Add to Attensa
Receive IM, Email or Mobile alerts when new content is published on this site.
Add Aurora86 to ODEO
Subscribe in podnova

Add to Pageflakes

Subscribe to Aurora86

I heart FeedBurner

Visit the Widget Gallery
View blog reactions


Liquida



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog Aggregator 3.3 - The Filter

Elenco dei Blog italiani blog Directory, inserisci il tuo

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!












































PUBBLICIZZA GRATUITAMENTE
IL TUO SITO CON FREE -      
PUBBLICITA' GRATIS ! ! !      
CLICCA QUI...










"Troppo spesso è stata dimenticata   
la moralità del fare, la moralità del    
realizzare il programma annunciato  
agli elettori, la moralità dell’operare  
per mantenere gli impegni e per         
mantenere la parola data.                  
Per noi, la moralità nella politica        
consiste soprattutto nel mantenere  
gli impegni."   Silvio Berlusconi 


ARCHIVIO
SETTEMBRE 2008
AGOSTO 2008
LUGLIO 2008
GIUGNO 2008

MAGGIO 2008
APRILE 2008
MARZO 2008
FEBBRAIO 2008
GENNAIO 2008
DICEMBRE 2007
NOVEMBRE 2007
OTTOBRE 2007
SETTEMBRE 2007
AGOSTO 2007
LUGLIO 2007 

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006
NOVEMBRE 2006
OTTOBRE 2006
SETTEMBRE 2006
AGOSTO 2006
LUGLIO 2006
GIUGNO 2006
MAGGIO 2006







who's online


      

AURORA86
FEED IMAGES








31 ottobre 2007

AUMENTANO ANCORA PANE,PASTA E LATTE.

Pasta e pane, luce e gas. Ecco i responsabili dell' impennata dell' inflazione a ottobre, che secondo le stime provvisorie dell' Istat è salita da +1,7% di settembre a +2,1%. Rialzi maggiori, infatti, sono da segnalare quelli del pane, il cui prezzo è cresciuto del 10% a ottobre contro il +7,5% di settembre e della pasta (+6,5% contro +4,5%). Ma anche altri generi alimentari hanno fatto sentire il loro peso sull' indice dei prezzi di ottobre: ad esempio il latte (+5,3%), il pollame (+7,3%) e la frutta (+5,4%). Il comparto dell' energia, dal canto suo, ha fatto segnare un aumento tendenziale del 2,9% contro la frenata dello 0,1% registrata a settembre. Su base congiunturale l'aumento è stato dell' 1,1% con un +0,9% per la componente non regolamentata e un +1,4% per quella regolamentata. Deciso balzo in avanti anche per i combustibili da autotrazione (+6,9% la benzina e +7,2% il gasolio) e per quelli per la casa, con un +5,3% su base tendenziale.
Ansa 31/10/2007
I generi di prima necessità stanno diventando sempre più beni di lusso, non si capisce cosa aspetta il governo ad intervenire con controlli mirati e a tappeto sulla formazione dei prezzi e su eventuali speculazioni come giustamente chiedonole associazioni dei consumatori,per le quali gli aumenti di alimentari energia e trasporto rappresentano una stangata di 400 euro l’anno per le famiglie.
Forse Prodi&C attendono che per migliaia di famiglie si materializzi la bancarotta,considerando anche l’aumento vertiginoso delle insolvenze per i mutui delle case.
Ma loro non hanno di questi problemi,anzi non lo sanno nemmeno, vivono su second life.
Del resto non hanno forse previsto un bonus di 41 cent. al giorno per le famiglie disagiate?




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo prodi famiglie pasta latte pane inflazione aumenti

permalink | inviato da Aurora86 il 31/10/2007 alle 17:59 | Versione per la stampa


31 ottobre 2007

UN NUOVO CARBONARO DELLA LIBERTA' .

Silvio Berlusconi è diventato nonno per la terza volta. E' infatti nato il figlio di Barbara, Alessandro. Lo ha annunciato lo stesso Berlusconi ai deputati di Forza Italia, riuniti a Montecitorio, per valutare gli aspetti organizzativi della manifestazione contro il governo che è prevista nei giorni 16, 17 e 18 novembre. Durante la riunione Berlusconi ha telefonato al capogruppo Elio Vito per sostenere e incoraggiare i 'suoi' deputati nelle iniziative della manifestazione. Vorrei essere li con voi, ha detto detto il Cavaliere, ma non posso essere presente perché in queste ore sono diventato nonno un'altra volta.
La notizia della nascita del nipotino del Cavaliere è stata salutata da un lungo applauso dei deputati di Fi riuniti per discutere della prossima due giorni azzurra del 17-18 novembre. Per ora, l'ufficalità sul nome del nuovo rampollo non è data, ma appare probabile che il primo figlio di Barbara Berlusconi e Giorgio Valaguzza si chiamerà Alessandro.

AUGURI PRESIDENTE PER LA NASCITA DI QUESTO NUOVO CARBONARO DELLA LIBERTA’ !!!




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi nuovo auguri nonno terzo barbara nipote carbonaro

permalink | inviato da Aurora86 il 31/10/2007 alle 15:9 | Versione per la stampa


31 ottobre 2007

AFFONDATA COMMISSIONE DI INCHIESTA G8 GENOVA.

La Commissione di Inchiesta sul G8 di Genova,onde accertare “presunte responsabilità istituzionali”(Sic) prevista a pag.77 del programma dell’Unione non si farà.
I rappresentanti dell’UDEUR e IDV-Di Pietro nella commissione affari costituzionali della camera dei deputati hanno votato insieme alla CDL contro l’istituzione della commissione di inchiesta sul G8 di Genova provocando così la bocciatura della proposta.
La sinistra comunista è furente: “clamoroso non accertare la verità” ha dichiarato il segretario del PDCI Diliberto, Ferrero parla di insabbiamento,Cento di sabotaggio e  Migliore di “fatto gravissimo”.
Con la magistratura che sta indagando,istituire una commissione parlamentare di inchiesta è un atto inutile e irrilevante se non per tentare “giustificazioni postume “ a chi in quei giorni mise la città a ferro e fuoco, magari incolpando le forze dell’ordine.
Del resto non c’è bisogno di tante complicazioni,tra un blak-blok  e un poliziotto i cittadini sanno bene chi è l’aggressore e chi l’aggredito.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. udeur idv genova g8 commissione inchiesta di_pietro affondata

permalink | inviato da Aurora86 il 31/10/2007 alle 0:55 | Versione per la stampa


30 ottobre 2007

LE FAMIGLIE ITALIANE SEMPRE PIU' IN DIFFICOLTA'.

E’ un analisi impietosa quella che emerge dal consueto sondaggio annuale dell’ACRI(Associazione Casse di Risparmio Italiane) in collaborazione con IPSOS, aleggia un pessimismo quasi rassegnato, alimentato anche da timori per l'andamento dell'economia internazionale.
Sono in aumento le famiglie che si dichiarano in difficoltà: in un anno diverse persone che conducevano tranquillamente la propria vita si sono trovate a fronteggiare una situazione che, se non è proprio crisi, le preoccupa.
Dal sondaggio, realizzato su un campione di mille cittadini, emerge che, rispetto al 2006, scende il numero di coloro che riescono a risparmiare, dal 37% al 33%, mentre cresce chi non riesce a mettere un euro da parte (sono il 39% del totale).
Aumentano le famiglie che faticano a mantenere il tenore di vita attuale, dal 42% al 46%, mentre si riducono quelle che riescono a mantenerlo invariato senza problemi, sono il 25% rispetto al 28 per cento del 2006.
Sempre più spesso è necessario ricorrere a prestiti o ai risparmi accumulati per arrivare alla fine del mese.
Nell’autunno del 2006 si coglievano segnali , seppur deboli, che parevano indicare, almeno in una parte del Paese, la percezione di una piccola svolta: un ottimismo in crescita. La debole svolta ottimista del 2006 è svanita, e non se ne trovano tracce.
Analizzando nel dettaglio i vari parametri presi in esame, risulta che in merito al miglioramento della propria situazione personale gli ottimisti prevalgono ancora sui pessimisti (il 29% pensa che migliorerà, il 22% che peggiorerà, il 46% che rimarrà stabile, il 4% non sa), ma il saldo (delta) a favore degli ottimisti rispetto ai pessimisti decresce: era di 14 punti percentuali nel 2006, oggi è di soli 7 punti.
Per quanto riguarda l'Europa un'ampia maggioranza continua a sentirsi europeista, anche se la crescita del pessimismo influenza la storica propensione degli Italiani verso la Ue (gli europeisti oggi sono il 60% contro il 67% del 2006). Coloro che dichiarano una minore fiducia nell'Unione Europea sono il 29% nel 2007 contro il 26% del 2006.
Uno degli elementi di maggiore disagio è l'Euro: oltre 3 Italiani su 4 se ne dichiarano insoddisfatti, dato in crescita rispetto al già elevato 71% del 2004, ed estremamente lontano dalle indicazioni pre-introduzione, quando circa 2/3 degli Italiani si dichiaravano favorevoli. In particolare si registra la percezione che l'avvento dell'Euro abbia più favorito l'uscita di capitali verso investimenti esteri che non il flusso contrario.
Nulla di nuovo dunque,dati che confermano in pieno l’ultimo rapporto Eurispes nel quale si segnala che il 51% delle famiglie vive ormai con l’incubo della “terza settimana”.
Ma il pessimismo presto non avrà più ragion d’essere, il nostro governo ha preso seri provvedimenti, per dare una mano concreta alle famiglie in difficoltà, infatti dopo un bonus ai pensionati di circa 300 euro annui/ 82 cent. al giorno, e 25 euro al mese per fare uscire i bamboccioni fuori di casa,è in arrivo anche un bonus di 150 euro annui/41 cent. al giorno per le famiglie cd incapienti,che grazie ad un emendamento approvato al senato potrebbe addirittura raddoppiare ed arrivare a ben 82 cent. al giorno, una vera manna.
Prodi&C. infatti nell’ultima campagna elettorale avevano promesso la felicità, anche se, sembra che quest’ultima,si debba realizzare soltanto pagando le tasse(Sic) così come ha recentemente affermato il ministro dell’economia.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo prodi famiglie sondaggio difficoltà pessimismo acri

permalink | inviato da Aurora86 il 30/10/2007 alle 15:51 | Versione per la stampa


30 ottobre 2007

UNA MORALITA’ NUOVA IN POLITICA.

"Ho portato una moralita' nuova in politica". Lo ha detto Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, rispondendo alle domande degli studenti del ventesimo master in comunicazione e marketing di Publitalia, che lui stesso ha inaugurato questa sera. "In politica - ha detto Berlusconi - chi manca di parola e' considerato un vero politico. L'amicizia e' una cosa che non esiste in politica. In politica si fanno le promesse e si devono fare e si mantengono quelle che si possono, questa e' la politica dei politicanti.
Io ho portato una moralita' nuova in politica che non e' solo non rubare, ci mancherebbe altro, ma mantenere gli impegni che si prendono con gli elettori. Io nei cinque anni di governo ho realizzato il programma per l'80-85%". Berlusconi, infine, ha ricordato che la politica "dovrebbe essere la missione piu' nobile, il piu' alto atto di carita' che si dovrebbe fare verso gli altri".

29/10/2007 (AGI)




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica berlusconi nuova moralità impegni mantenere

permalink | inviato da Aurora86 il 30/10/2007 alle 3:3 | Versione per la stampa


29 ottobre 2007

QUELLI DEI PACS E DEI DI.CO. !

Nel programma di governo erano previsti i PACS  per regolamentare le unioni al di fuori del matrimonio,propagandate come una grande conquista di civiltà,che annullava il gap dell’Italiacon i paesi più civili ecc. ecc. , poi constatate le divisioni e le lacerazioni nel governo e nella maggioranza si era passati a qualcosa di più morbido,ovvero i DI.CO.  un semplice riconoscimento di diritti e doveri dei conviventi, ma anche questa proposta è miseramente naufragata, il governo se ne è lavato le mani, e il provvedimento giace in qualche cassetto del senato poiché non esiste alcuna possibilità, non di approvarlo,ma nemmeno di discuterlo.
Come ciliegina sulla torta il ministro dell’interno Amato, a dimostrazione del laicismo che alberga in questa sinistra al governo,ha pensato bene di dettare una circolare, la n°55 del 18 ottobre  che invita i Prefetti e i Sindaci di tutta Italia a non accettare assolutamente la trascrizione nel nostro paese di matrimoni tra persone omosessuali celebrati all’estero,la trascrizione di un simile atto deve essere rifiutata perché in contrasto con l’ordine pubblico interno(Sic),anzi si richiama l’attenzione degli ufficiali dello stato civile a “verificare al momento della trascrizione il sesso diverso tra i due coniugi”.
Io personalmente non ho nulla da eccepire,ma sinceramente mi dispiace per quei tanti c.. umiliati  fino a questo punto,che hanno votato questa sinistra “PAROLAIA&INCONCLUDENTE”.
A proposito qualcuno sa se Veltroni ha detto qualcosa su questi argomenti?

 




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pacs omosessuali amato matrimoni di.co. circolare

permalink | inviato da Aurora86 il 29/10/2007 alle 16:20 | Versione per la stampa


28 ottobre 2007

PARTITO DEMOCRATICO? SITUAZIONE COMICA.

Vi propongo l’intervista di Silvio Berlusconi rilasciata oggi al quotidiano Il Messaggero.

 

«La nostra democrazia è in pericolo: il governo e la sua maggioranza sono in piena dissoluzione, perché la sinistra è strutturalmente impossibilitata a governare. Non ci sono alibi per non ricorrere alla sovranità popolare, anche se qualcuno cerca di impedirlo. Siamo poi certi che il Capo dello Stato non si presterà a giochi di parte o manovre di palazzo». Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, durante il suo intervento ad un convegno dei Liberaldemocratici europei, aggiungendo che «il partito unico è un sogno che intendo realizzare».

«Prodi è in balia di una sinistra anti-tutto». «Prodi è in balia di questa minoranza estrema, antagonista, anticapitalista, massimalista, antistato, radicale, anti-Stati Uniti, antieuropea. Una sinistra antitutto», sostiene Berlusconi, sottolineando come anche la politica estera del governo sia condizionata dai partiti della coalizione che «con orgoglio si dicono ancora comunisti. Nella prossima campagna elettorale lo diremo a tutti che la sinistra comunista determina tutte le scelte del governo». Berlusconi ha quindi ricordato che la sinistra, per esempio, considera gli extracomunitari «un valore da usare contro lo Stato borghese e contro la proprietà privata e gli imprenditori che giudica degli sfruttatori». Berlusconi ha accusato la sinistra per le critiche rivolte ai vescovi: «Secondo la sinistra radicale la Chiesa non dovrebbe parlare neppure per quanto riguarda le questioni coniugali o le coppie diverse da quelle tra un uomo e una donna. Vogliono che si ritorni alla Chiesa del silenzio».

«Da parte mia nessuna spallata». «Non ho tentato nessuna spallata. Spallata è un termine che non ho mai usato, è un termine usato dalla stampa, che non mi appartiene» ha precisato Berlusconi.

«Il Pd è la realizzazione postuma del compromesso storico». «Il Partito democratico è per gli ex comunisti la realizzazione postuma del compromesso storico- dice Berlusconi - Si salda così l'alleanza tra i comunisti e cattolici dossettiani che don Sturzo chiamava comunisti spuri. La verità, però, è che i comunisti hanno il ruolo chiave, mentre ai cattolici dossettiani è rimasto solo il ruolo di contorno. Gli autentici liberali non possono stare con loro».

«Loro al 38%? Danno i numeri». «Evidentemente stanno dando i numeri quando dicono che hanno già un consenso pari al 38 per cento - sostiene Berlusconi - Evidentemente non tengono vergogna anche quando presentano Veltroni come l'uomo nuovo della politica italiana, quando tutti sappiamo che non ha fatto altro in tutta la sua vita».

«Un leader "nuovo" quello del Pd? Ma se è in politica da 35 anni!». «Non so come andrà il Partito democratico, non intervengo in casa d'altri. Aspettiamo e vedremo - dice il leader di Forza Italia - Di certo c'è una grande comicità nel vedere qualcuno che è in politica da 35 anni che si presenta come la nuova politica e come tale viene recepito, per esempio da "L'Unità". E' indice della capacità della sinistra di modificare la realtà».

«Con Veltroni non approfitterò della mia maggior saggezza». Silvio Berlusconi ha ironizzato più di una volta sul neo-segretario del Pd, Walter Veltroni. «Non metterò mai in campo contro Veltroni - ha detto il leader di Forza Italia - la mia maggiore età e la mia migliore saggezza».

«La prossima volta sarà ancora più difficile governare». «La prossima volta sarà ancora più difficile governare per riparare i danni fatti da questo governo», dice Berlusconi, annunciando che sono già stati avviati i lavori dell'Officina per preparare il programma per il prossimo governo. Berlusconi ha anche annunciato la nascita dell'Università del Pensiero Liberale: «In Brianza abbiamo già acquisito lo stabile con l'aula magna, le aule, il campus. L'anno prossimo inizierà l'attività di questa università per la formazione dei giovani al pensiero liberale».

«La nostra politica è un atto di carità».Berlusconi ha paragonato la sua politica a quella della Chiesa cattolica, che la considera «un atto di carità». Berlusconi ha ricordato che al congresso del Pds di Torino, Veltroni tracciò l'evoluzione del suo partito: da comunisti a socialdemocratici per poi diventare liberali. «Insomma - ha commentato il Cavaliere - un percorso dove loro faranno sempre politica perché la considerano un mestiere, a differenza nostra che abbiamo l'idea della politica come un servizio per tutti, e la intendiamo come la Chiesa che la considera un atto di carità».

«Spero che la nostra riforma delle pensioni entri in vigore». «Spero che il disegno del governo fallisca e a gennaio la nostra riforma delle pensioni entri in vigore. Si tratta di una riforma che ha avuto il plauso dell'Unione europea, del Fondo monetario internazionale, dei mercati e delle agenzie di rating. La mia speranza è che il loro disegno fallisca e che non riescano a cambiare la nostra riforma» dice Berlusconi.

«Il tesoretto è merito nostro». «I vari tesoretti che il governo dice di aver trovato non sono altro che il frutto dell'azione del nostro governo - ha detto Berlusconi - La nostra strategia per ridurre le aliquote e combattere l'evasione fiscale ha dato i suoi frutti. Adesso loro fanno solo la politica "tassa e spendi"».

«La sinistra ama Veronica? Anche noi amiamo la Montalcini». Silvio Berlusconi ha ironizzato su Walter Veltroni che tempo fa aveva manifestato la propria ammirazione per la moglie Veronica Lario. «Noi - ha detto Berlusconi - amiamo il nostro premio Nobel in Senato Rita Levi Montalcini, così come loro a sinistra dicono di amare Veronica. Dicono: siamo per Veronica e non possiamo lasciarla al centrodestra. Non contenti dicono: non possiamo lasciare nemmeno Berlusconi al centrodestra. Non ancora contenti dicono: non possiamo lasciare nemmeno Berlusconi a Berlusconi».

«Mai messo un euro per acquistare un senatore». «Sarebbe un'offesa alla mia intelligenza, al mio passato, al mio presente e al mio futuro. Non ho mai messo sul piatto nemmeno un euro per acquistare un senatore - dice Berlusconi - E' vero che ho avuto colloqui con molti di loro con i quali ho parlato della situazione politica del nostro Paese. A loro ho spiegato che se in futuro sono intenzionati a fare ancora politica nello schieramento in cui si trovano ora difficilmente potrebbero farla». Berlusconi ha sostenuto che «si farebbe torto all'intelligenza di queste persone se si pensasse che siano cadute in questi errori». A questo proposito ha anche citato Giulio Andreotti: «E' un'offesa all'intelligenza di Andreotti pensare che abbia potuto ordinare l'omicidio di un giornalista di una piccola agenzia o che abbia avuto rapporti con la mafia, così come è accusato il presidente della Sicilia Cuffaro». A questo punto Berlusconi ha parlato anche di se stesso, dicendo che sarebbe un insulto alla sua intelligenza se veramente avesse corrotto i giudici, come sostenuto dall'accusa al processo Sme. «In quella vicenda - ha spiegato - io non c'entravo niente. Sono stato tirato dentro dal governo dell'epoca perché due aziende potevano essere svendute ad un prezzo non giusto».

 

28/10/2007




27 ottobre 2007

CHE ALTRO DEVE SUCCEDERE ANCORA?

Dopo il caos delle votazioni al senato di ieri,che hanno visto la pseudo maggioranza andare sotto per ben 7 volte,alcune delle quali su provvedimenti importantissimi come la chiusura della società Ponte sullo Stretto di Messina, non si capisce davvero cos’altro debba succedere ancora per rendersi conto della crisi irreversibile che sta vivendo il governo.
Quando si è costretti ad andare a recuperare in fretta e furia nelle toilette del senato una quasi centenaria senatrice a vita come la Montalcini,che ne aveva pur diritto dopo ore passate in aula,per non rischiare ulteriori cedimenti,significa soltanto che si è su un binario morto, e bisognerà pur scendere dal treno.
Per la prima volta  ieri ho provato un senso di pena per Prodi, dopo che ha chiamato le telecamere per lanciare un appello ai suoi ed esigere(Sic) il rispetto degli impegni,mentre in senato succedeva di tutto, in altre circostanze avrei riso,ieri no, ho visto soltanto un uomo disperato che cercava di salvare il salvabile, che non ha avuto rispetto nemmeno di se stesso e della sua dignità.
Ancora una volta oggi,Dini ha confermato di non avere più vincoli di coalizioni perché il partito con cui è stato eletto(La Margherita) non esiste più,ha ribadito quindi di avere le mani libere e che una finanziaria che non riduce le tasse e aumenta le spese,bocciata da tutti gli organismi nazionali e internazionali va profondamente cambiata in parlamento, e dello stesso avviso sono altri senatori della maggioranza,senza contare le continue liti fuori e dentro le aule parlamentari.
In queste circostanze,l’unico augurio che si può fare,per il bene dell’Italia, è che l’agonia di questo governo  finisca al più presto.




26 ottobre 2007

PROCESSO SME : ANCHE LA CASSAZIONE ASSOLVE BERLUSCONI !

La sesta sezione penale della Cassazione ha confermato l’ assoluzione di Silvio Berlusconi per la vicenda Sme. Il collegio della Suprema Corte, presieduto da Giorgio Lattanzi, ha infatti rigettato il ricorso presentato dalla procura generale di Milano contro la sentenza con cui, il 27 aprile scorso, la Corte d’appello del capoluogo lombardo aveva pronunciato l’assoluzione nei confronti dell’ex premier, accusato di corruzione in atti giudiziari, “PER NON AVER COMMESSO IL FATTO” e “PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE”. Anche il pg di Cassazione Oscar Cedrangolo, aveva stamani, nella sua requisitoria, sollecitato il rigetto del ricorso.
Adesso chi risarcirà questo “MARTIRE DELLA MALAGIUSTIZIA” ?
Chi risarcirà la democrazia italiana di 12 anni di veleni e uso politico della giustizia?
A quando un monumento o una medaglia per il cittadino Berlusconi che impedì la svendita a "prezzi e condizioni di favore" di un'azienda statale che aveva soltanto bisogno come poi fu fatto di essere rilanciata?
Mi piacerebbe una risposta a queste domande,ma forse la migliore risposta l’hanno data in tutti questi anni i tantissimi cittadini e elettori che hanno dato il loro consenso a Silvio Berlusconi e alla CDL ,convinti di votare per un galantuomo.
E così dopo 12 anni di veleni, accuse gratuite,gogna mediatica ,finalmente giustizia è fatta, accuse che si basavano come sempre,come al solito  sul teoremanon poteva non sapere  e nulla più.
E’ vero il Cav. ha le spalle larghe ne ha passate tante, chiunque altro al suo posto, dopo gli attacchi più micidiali e sleali che gli sono stati rivolti,avrebbe mollato tutto da un pezzo,sarebbe scomparso non solo dalla scena politica,ma anche da quella imprenditoriale, non lui però che è un leone, il leone della libertà.
Di fronte alla inconsistenza delle accuse fabbricate da PM che vogliono “governi condivisi” (Sic) e operano per “cambiare la società da dentro le istituzioni” ,la magistratura giudicante non si è potuta esimere,come già nel processo di appello, dal riconoscere la totale estraneità alle accuse che gli venivano contestate
Si è arrivati all’assurdo, lo stato di diritto recita che si è presunti innocenti sino a prova o sentenza definitiva inappellabile contraria, in tutti questi anni invece è accaduto esattamente l’opposto, c’era un colpevole che è rimasto tale sino a prova contraria, ossia sino a riconosciuta innocenza.
Esultiamo tutti dunque,poiché a un galantuomo è stata riconosciuta,al di la di ogni ragionevole dubbio,la sua innocenza dopo dodici anni di “persecuzione giudiziaria”.



Update 27/10/2007 : Il commento di Silvio Berlusconi:” la Cassazione mi ha assolto definitivamente sulla vicenda Sme dopo una battaglia durata dodici anni. Battaglia durante la quale mi sono sempre proclamato innocente ,abbiamo la dimostrazione che la giustizia è stata usata per fini politici, cosa che in futuro non dovrà più accadere”.


25 ottobre 2007

LOTTA ALL’EVASIONE FISCALE? UN FALLIMENTO ! ! !

"La strategia di lotta all'evasione del governo ha dato ottimi risultati: tra il 2006 ed il 2007 sono stati recuperati al fisco circa 23 miliardi di euro di maggiori entrate" e "allo stesso tempo le entrate da ruoli e riscossioni coattive sono aumentate di oltre il 20 percento". Lo afferma il viceministro dell'Economia, Vincenzo Visco, nella relazione sui risultati della lotta all'evasione fiscale che il ministero dell'Economia e delle Finanze ha trasmesso al Parlamento.
Questi 23 miliardi sono così ripartiti: 16,8 miliardi nel 2006 e 6,2 miliardi nel 2007 fino a questo momento, non si capisce quali siano questi ottimi risultati, considerato che nel 2005 la lotta all’evasione del governo degli evasori(Berlusconi) portò nelle casse dello stato ben 19,4 miliardi,record degli ultimi sette anni,che difficilmente sarà battuto anche quest’anno.
In pratica è un totale fallimento,anche se un 3 volte bugiardo come Visco non lo ammetterà mai, anzi la colpa secondo lui sarebbe da attribuire alla politica dei condoni del governo Berlusconi,ma è tutto il contrario perché il condono ha favorito l’emersione,non a caso il gettito è stato imponente , e una volta dichiarato è impensabile che il contribuente lo possa di nuovo occultare.
La verità è che l’elevata pressione fiscale,record dal dopoguerra,per ammissione dello stesso Visco, incentiva il tentativo di evasione di chi non ce la fa a pagare, o sente come una profonda ingiustizia pagare tanto e ricevere nella maggior parte dei casi servizi da terzo mondo.
Non si capisce poi perché Visco sia così contrario al condono se lui stesso ha tentato di utilizzarlo per la sua villa a Pantelleria,e se i suoi compagni di merende, i DS , attraverso la loro holding, la Beta Immobiliare,hanno aderito al condono tombale per una vertenza con il fisco di 2.234.000 euro, evidentemente per questi “moralisti senza morale” vale l’adagio “fate quello che dico,non fate quello che faccio”, così mentre i “trinariciuti” scendevano in piazza a protestare contro i condoni di Tremonti, al grido di vergogna,vergogna, loro ci sguazzavano dentro a piene mani e volevano impedirlo a noi,poveri contribuenti della strada.
Insomma non solo non riescono a recuperare evasione,ma spendono anche quello che non trovano,si veda la spesa pubblica che,altro record, ha superato il 50% del PIL.
Per dirla con Antonio Martino,allievo del compianto Milton Friedman:
Il peggior Governo che l'Italia abbia mai avuto dai tempi di Nerone. E Nerone, nel confronto, non ne esce male.”
A proposito tu hai fatto il condono ? Non vergognarti,non fare come loro




24 ottobre 2007

RAI: SFIDUCIATO PETRUCCIOLI.

Con il voto dei rappresentanti della CDL,UDEUR,RNP,IDV, la commissione di vigilanza parlamentare sulla RAI,  ha sfiduciato il Presidente Claudio Petruccioli.
Il resto dei componenti la commissione, tutti parlamentari dell’Unione, hanno abbandonato l’aula al momento del voto, che resta valido perché raggiunto il numero legale.
Il voto di per se non è vincolante per le dimissioni, ma ha un carattere politico chiarissimo,infatti Petruccioli ha dichiarato di voler rimanere al suo posto fino alla nomina del sostituto,ma di regola a questo punto dovrebbe dimettersi l’intero CDA.
C’è da sottolineare ha detto il Presidente Landolfi l’inedito asse dei rappresentanti dei partiti di Mastella e Di Pietro che hanno votato la mozione della Rosa Nel Pugno insieme alla CDL.
Io credo che, se domani nella trasmissione Anno Zero di Santoro,dove è annunciato come ospite il giudice De Magistris,ci saranno ulteriori polemiche nei confronti di Mastella, nei prossimi giorni è facile che venga sfiduciato l’intero CDA.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rai cda commissione petruccioli sfiduciato vigilanza

permalink | inviato da Aurora86 il 24/10/2007 alle 18:4 | Versione per la stampa


24 ottobre 2007

I PACCHETTINI SULLA SICUREZZA.

Il governo aveva  preso l’impegno sin da fine Agosto di presentare un “pacchetto” di nuove norme sulla sicurezza per contrastare la criminalità e microcriminalità dilagante, soprattutto a causa di immigrati di tutte le etnie comunitarie e non che ormai albergano stabilmente nel nostro paese.
Dopo circa due mesi di studio e approfondimento e dopo lo spacchettamento in quattro del provvedimento per non urtare le suscettibilità di tutte le anime di maggioranza,portato oggi per l’approvazione in Consiglio dei Ministri,dopo lunga e approfondita discussione si è deciso di  il rinvio alla prossima settimana poiché sono emerse “divisioni consistenti” e il presidente del consiglio ha concluso che “è necessaria una riscrittura del provvedimento”.
E’ tutto da ridere se non fosse una cosa tremendamente seria, evidentemente costoro considerano la sicurezza dei cittadini un optional, in fondo sono solo due mesi che aspettano una settimana in più o in meno cosa vuoi che sia? Tanto i problemi con la criminalità non li subiscono loro,senza contare che le ulteriori modifiche al ribasso che ci saranno,renderanno del tutto insufficiente il provvedimento.
Bertinotti oggi ha dichiarato che “il governo è un ammalato grave al quale è stato dato un brodino”, in qualunque paese serio un governo di tale pochezza e inconsistenza si sarebbe dimesso da un pezzo,questo in un paese normale ma non in Prodilandia,dove tutto si digerisce pur  di mantenere le poltrone.






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo rinvio sicurezza divisioni pacchetto

permalink | inviato da Aurora86 il 24/10/2007 alle 2:35 | Versione per la stampa


23 ottobre 2007

PIU' TERRORISTI E BRIGATISTI PER TUTTI/2

 Ancora una vergogna istituzionale,l’ennesima, Anna Laura Braghetti, terrorista e brigatista rossa,compagna di prospero Gallinari, condannata all’ergastolo per il sequestro e l’omicidio di Aldo Moro e per l’assassinio del prof. Vittorio Bachelet,oggi a piede libero, sembra che sia stata assunta da Italia Lavoro, agenzia del Ministero del Lavoro.

L’on. Gasparri di AN e l’on. Bertolini di FI hanno presentato interrogazione scritta al ministro del Lavoro Damiano per sapere se questo “ulteriore ennesimo scandalo” sarà immediatamente sanato facendo occupare quel posto da qualche “onesto disoccupato”.

Questa è soltanto l’ultima umiliazione alle vittime del terrorismo e ai loro familiari, dopo Sergio D’Elia  fatto eleggere alla camera dei deputati,Roberto Del Bello consulente al ministero dell’interno,Susanna Ronconi alla Consulta Nazionale sulle tossicodipendenze(fortunatamente poi dimessa),adesso è la volta della Braghetti.

Il tutto senza contare Silvia  Baraldini e Claudia Gioia esponente delle unità comuniste combattenti,condannata per l’omicidio del generale dell’Aeronautica Licio Giorgieri,entrambe  a libro paga come “consulenti” (Sic) della giunta Veltroni a Roma.

Voglio esprimere la mia solidarietà ai familiari delle vittime del terrorismo, offesi da tanto disprezzo e noncuranza,saranno pure compagni che sbagliano, ma io non ricordo nessuno di questi delinquenti che si guadagna la vita raccogliendo pomodori o in una catena di montaggio di una fabbrica, la sinistra riserva loro corsie preferenziali e “sistemazioni premiali”,vuoi vedere che esiste anche “una casta dei terroristi”?

E poi dice che uno si butta a destra,con permesso vado a vomitare…..




22 ottobre 2007

PER IL BENE DELL’ITALIA,ANDATE A CASA…

Ormai è una babele, il tutti contro tutti che da sempre agita governo e presunta maggioranza sta raggiungendo in questi giorni livelli inauditi di ridicolo, dopo che una parte di maggioranza è scesa in piazza non si capisce se contro il loro stesso governo o se contro  l’altra parte che lo sostiene, che in quello stesso momento era riunita con l’opposizione a difendere la legge Biagi oggetto della manifestazione, Di Pietro ha pensato bene di attaccare Mastella per la vicenda De Magistris chiedendo implicitamente a Prodi le dimissioni del ministro della giustizia.
Mastella avrà anche tutti i difetti di questo mondo,ma ha il pregio di parlare chiaro e diretto, dopo aver apostrofato Di Pietro come “analfabeta del diritto” e rivendicato di non aver mai chiesto “prestiti e mercedes agli amici indagati”, ha chiesto un immediata verifica di maggioranza : “ormai è una guerra continua, se facciamo schifo ce ne andiamo”, e minacciato di non votare la finanziaria.
Prodi continua a stare in trincea continuando a ripetere che “va tutto bene” , ma forse lo dice soltanto per convincere se stesso mentre tutto crolla intorno a lui,questo dopo che reduce dal vertice europeo di Lisbona,la credibilità dell’Italia è scesa ai minimi termini,Francia,Inghilterra e Germania hanno dato vita a un super direttivo economico,escludendo l’Italia,e il presidente del consiglio ha candidamente ammesso di non” saperne nulla”.
Intanto al senato gli orfani e i delusi del Partito Democratico cercano nuove collocazioni politiche, circolano insistentemente voci di più senatori che sarebbero passati con diversi partiti del centrodestra, ogni votazione potrebbe essere l’ultima.
L’Italia ha bisogno di un “governo che governi” , autorevole e che sia in grado di decidere, questo Circo Barnum può solo fare danni, è diffusa comunque la convinzione che siamo ormai nei “minuti di recupero”, che possono essere uno,due,tre, ma poi la partita si chiuderà,la crisi è vicina.
Sarebbe altresì utile al paese risparmiare questa penosa agonia,
PER IL BENE DELL’ITALIA ,ANDATE A CASA, STACCATE LA SPINA.






21 ottobre 2007

MANIFESTAZIONE WELFARE

 

IL PROTOCOLLO NON ME LO ACCOLLO!!!

IN PIAZZA CONTRO SE STESSI,ARIDATECE BERLUSCONI !!!
















Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi manifestazione immagini welfare protocollo

permalink | inviato da Aurora86 il 21/10/2007 alle 19:24 | Versione per la stampa


20 ottobre 2007

MASTELLA INDAGATO:SI VADA AL VOTO.

Anche se dalla Procura di Catanzaro il no comment è ufficiale ,la conferma è ufficiosa, Clemente Mastella è indagato per abuso di ufficio e violazione della legge Anselmi sulle associazioni segrete, dal sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris. Lo stesso per il quale, a settembre, il ministro della Giustizia ha chiesto al Csm il trasferimento cautelare urgente.
Mastella si e' detto tranquillo rispetto alla notizia della sua iscrizione nel registro degli indagati della Procura di Catanzaro per l'inchiesta Why Not: “"Mi sarei aspettato una qualche solidarieta' da parte della maggioranza di cui faccio parte e invece niente".
«Noi siamo per andare al voto in primavera. Prima ti togli il dente e meglio è, nell'interesse degli italiani, mentre il Senato discute, Sagunto rischia di essere espugnata. La maggioranza quasi non c'è più. Noi difendiamo Sagunto, ma sento che ci avviamo velocemente verso elezioni anticipate».
Intanto il governo ha battuto un altro record, per la prima volta nella storia repubblicana su oltre 1700  emendamenti presentati alla Finanziaria, l'Unione ne ha presentati 982, più di quelli dell'opposizione, fermi a 805, in pratica si fanno opposizione da soli.
Sempre nella finanziaria rischiano di volatilizzarsi oltre 450 milioni di euro, soldi dei contribuenti che serviranno per pagare le penali e altre spese alle imprese appaltatrici del Ponte di Messina,"non possiamo comportarci come i talebani cui non piaceva il Buddha" ha commentato Di Pietro,decidendo lo scioglimento della societa' per legge, "abbiamo buttato circa 450 milioni di euro. Per legge la societa' ha gia' avuto e speso 150 milioni per fare il progetto preliminare. Anzi hanno fatto anche tre gare. Stanotte i vincitori hanno brindato a champagne perche' dobbiamo pagare loro una penale del 10% per violazione contrattuale. Questi hanno fatto un utile senza nemmeno una cazzuola".
Mentre Prodi ostenta tranquillità, Berlusconi smentisce categoricamentequalsiasi ipotesi di shopping “ di senatori del centrosinistra, caso mai offro “una collocazione politicaagli esclusi del Partito Democratico, così risponde alle domande dei giornalisti il Cav. proprio mentre fa shopping in alcune  boutique del centro di Roma, e porta come esempio la DCA di Rotondi.
"No, non fatemi fare previsioni", dice sorridendo a chi lo interroga sui tempi della crisi. "C'é tanta gente che parla senza lavorare, io sono l'unico che lavora senza parlare: apprezzatelo", aggiunge scherzoso.
Che sia vero o no , l’atmosfera sembra quella degli ultimi giorni di Pompei.



19 ottobre 2007

VELTRONI? UNFIT FOR ITALY.

 IL CANDIDATO DEL COMPROMESSO.

C'era una volta la copertina con Silvio Berlusconi, "unfit for Italy", inadatto per l'Italia. Ora, invece, l'Economist riconosce che "per il compito formidabile di unire le forze del centro sinistra in Italia, Walter Veltroni è una scelta eccellente. Ma ciò di cui il Paese ha realmente necessita è di un primo ministro coraggioso abbastanza da aprire un'economia sorpassata come quella italiana a una competitività maggiore. E poco nel curriculum di Veltroni suggerisce che sia l'uomo giusto per questo compito".
"Quando gli è stato chiesto delle sue convinzioni religiose, Walter Veltroni ha risposto di credere di non credere. Il cinquantaduenne sindaco di Roma ha molte qualità, ma l'impegno risoluto non figura tra queste - prosegue il settimanale britannico - Il 14 ottobre ha vinto con una grande maggioranza le primarie per la leadership del nuovo Partito democratico italiano. Nessuno gli ha messo contro rivali forti, un riconoscimento che Veltroni è il candidato ideale per questo ruolo. È un dichiarato ammiratore del partito democratico statunitense - aggiunge l'Economist - e in particolare di John Kennedy. Inoltre, fu il primo leader di centro sinistra a pressare negli anni '90 per un movimento più ampio. La sua vittoria elettorale lo pone perciò come erede apparente del premier Romano Prodi".
"Ha provato il suo appeal elettorale - spiega il settimanale britannico - Nel 2006 quando corse per il secondo mandato come sindaco di Roma portò le preferenze accordategli dal 53 al 61%. Inoltre è una inusuale 'faccia giovane' in un Paese governato da leader anziani. Adora la retorica che guarda al futuro: nella sua campagna, infatti, il motto era una 'nuova stagione' e nella conferenza stampa dopo la vittoria ha promesso che il Partito democratico sara' una 'nuova forza' con un 'nuovo linguaggio'.
Per quattro anni ha diretto il quotidiano del Partito Comunista. Questa esperienza gli ha fatto capire, come nessun altro politico, l'importanza dei media. La sua vita, inoltre, è stata legata da sempre con la stampa e con le arti. È un avido fan di cinema, ha scritto più di una dozzina di libri - incluso un romanzo - ed è appassionato di jazz". 
"La più comune obiezione - aggiunge l'Economist - è quella che Veltroni sacrifichi i contenuti per l'immagine. Gianni Alemanno, candidato al Campidoglio l'anno scorso e 'stracciato' dall'attuale sindaco, ha detto che 'realmente non ha mai risolto nulla dei problemi fondamentali di Roma: i trasporti, la pianificazione urbana, l'edilizia e gli sprechi'". Su queste affermazioni ci sono due fronti. Chi è d'accordo con Alemanno e chi, invece, difende il sindaco. "Su un concetto invece sono tutti d'accordo - scrive l'Economist - la leadership di Veltroni è stata caratterizzata da una politica di conciliazione e dalla pratica vecchio stile tipicamente italiana dei compromessi. A questo proposito - conclude il settimanale britannico - va ricordato che a luglio una commissione investigativa dell'autorità competente ha reso noto che il consiglio comunale di Roma sotto Veltroni ha fissato le offerte per l'appalto di un grosso contratto nei trasporti pubblici, in modo da eliminare la concorrenza. Tanto che l'unico offerente è stato l'attuale fornitore di quei servizi". Non solo. "Quando il governo centrale ha esortato le autorità locali a liberalizzare le licenze dei taxi e i gli autisti romani hanno scioperato  illegalmente protestando anche in maniera violenta, Veltroni li ha trattati con i guanti bianchi. Ha aumentato le licenze, ma non di molto".

Rainews24

Chissà perché  i media italiani non danno il dovuto risalto a questo articolo,eppure quello che  l’Economist scrive,fino all’anno scorso era come il Vangelo, da prendere come esempio e da imitare da parte dei media italiani asserviti al potere, o sono io che ricordo male?
Ah già, dimenticavo che i media italiani non sono liberi, sono tutti controllati da Berlusconi.
E c’è una censura così soffocante che Rainews 24 ha omesso anche questo pezzo:
“Forse. Ma questo partito è anche erede di quelli che sono stati in circolazione sin dalla nascita della repubblica, negli anni Quaranta. Veltroni è stato nel cuore dei meccanismi della politica italiana per oltre trent'anni (è stato eletto consigliere comunista di Roma all'età di 21 anni). Poi entrò nel parlamento ed entrò nel governo (come vice primo ministro nel primo governo Prodi) all'età di 40 anni.
Qui il link all’articolo originale .




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. veltroni compromesso candidato l'economist

permalink | inviato da Aurora86 il 19/10/2007 alle 22:51 | Versione per la stampa


19 ottobre 2007

TE LA DO IO LA TRASPARENZA...

Nelle primarie del Partito Democratico, che hanno incoronato,come già ampiamente previsto Veltroni, c’è stata e c’è ancora una lotta “animalesca” ,senza esclusione di colpi, per le segreterie regionali,per l’assemblea nazionale e per i posti di potere.
Mentre domenica scorsa Fassino dichiarava urbi et orbi che i tre milioni e fischia di voti sono certificati uno per uno(Sic), il Giornale e Striscia la Notizia si incaricavano di dimostrare facendo votare più volte in seggi diversi extracomunitari,minorenni e maggiorenni italiani, che erano soltanto buone intenzioni e nulla più.
Tanto che allo stesso Fassino, la trasmissione di Canale 5 ha assegnato l’ambito Tapiro d’oro.
Quella che poteva sembrare una goliardata,con il passare delle ore e dei giorni,si è dimostrata una prassi in molte zone d’Italia.
Così un presidente di seggio piemontese:  "Un problema era che per legge extracomunitari e minorenni potevano votare presentando solo la carta d'identità quindi senza tessera elettorale: ero tenuto a farli votare. Lo stesso è accaduto con persone che mi venivano a dire di aver avuto un problema e pur non essendo della mia circoscrizione, li dovevo accettare. Inoltre -ha aggiunto- non c'era controllo sullo scrutinio: un presidente poteva, d'accordo con gli scrutatori, compilare le schede bianche falsando il voto". 
Con questi brogli nasce il Partito democratico dei mascalzoni, dice dalla Sicilia il candidato Giuseppe Arnone,che ha presentato addirittura una denuncia alla Digos,parlando di macchine cariche di extracomunitari accompagnati da «passeur» con strane promesse: “ non votate per l’altra lista sennò vicacciano dall’Italia”, dalla Sardegna invece tuona il Presidente Soru, dichiarando di essere moralmente e politicamente il vincitore, “la differenza di voti con Cabras vincitore è inferiore al numero delle schede annullate, che erano tutte a mio favore” .
Ma il top si è raggiunto in Campania, dove  a tutt’oggi,dopo cinque giorni, non ci sono i dati definitivi, lo scrutinio è stato sospeso dopo la scomparsa e la successiva ricomparsa di 27 verbali,in un seggio di Fuorigrotta avevano votato 40 persone e sul verbale risultano 200 voti, senza contare le insistenti voci di sindacalisti che offrivano l’euro per andare a votare la loro lista di riferimento.
Questo solo per dire alcuni casi tra i più eclatanti, di certo non aveva tutti i torti Rosy Bindi quando ha chiesto vigilanza “perché il peccato originale esiste”,del resto persino a uno dei candidati come Enrico Letta non è stato consentito di visionare gli elenchi dei votanti di due anni fa.
Qualcuno si meraviglia? Macchè è solo la nuova stagione…..




18 ottobre 2007

TROPPI MINISTRI? COLPA DI FASSINO E RUTELLI.

“Me lo ricordo bene  il giorno che Fassino e Rutelli entrarono nella mia stanza e mi dissero: devi dare nove ministri ai Ds e sei alla Margherita. E il resto è venuto da sé.”
Così Prodi in un intervista rilasciata a l’Espresso e aggiunge : “Quando sarà il momento provvederò io a ripensare la struttura del governo» . Non certamente ora. Perché «Il governo - sottolinea Prodi- adesso funziona. Ho già ridotto molte spese. Io stesso, come tutti sanno, avevo proposto un governo di soli quindici ministri.”
Beh vorrei vedere come si fa in questa situazione a ridurre ministri e ministeri, è come un castello di carta,appena tocchi qualcosa viene giù tutto.
Da notare che Prodi incomincia a togliersi qualche sassolino dalle scarpe,del resto lui lo ha detto chiaramente: “se devo andare a casa ci andrò,ma prima farò nomi e cognomi”.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo prodi ds fassino margherita rutelli ministri

permalink | inviato da Aurora86 il 18/10/2007 alle 14:59 | Versione per la stampa


17 ottobre 2007

UN MINISTRO… SQUILLO.

"Trovo sgradevole, inaccettabile questo modo di procedere. Quasi fossi un ministro-squillo.... Convocata senza nemmeno essere messa nelle condizioni di leggere un testo complesso che ho avuto solo pochi minuti prima del Cdm" E' lo 'sfogo' di Emma Bonino a Radio Radicale.
Roma, 17 ott. (Adnkronos)

 Succede anche questo nell’Italia di Prodi,quando un governo serio mette continuamente in discussione gli accordi già firmati con le parti sociali,accordi peraltro validati da un referendum a larghissima maggioranza e partecipazione dei lavoratori.

E’ la serietà al governo…

 

-LA SALIVA ALLA FINE SI SECCA!!

 

"Spero che alla manifestazione sul welfare del prossimo 20 ottobre i ministri non vadano. Gia' al Senato siamo attaccati con lo sputo, la saliva alla fine si secca". E' quanto ha dichiarato il ministro della Giustizia Clemente Mastella intervenendo alla puntata di 'Temporale', il programma di approfondimento politico condotto da Pierluigi Diaco su Canale Italia e in contemporanea con Sky.

Roma, 17 ott. (Adnkronos)




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo mastella bonino ministro welfare squillo

permalink | inviato da Aurora86 il 17/10/2007 alle 22:16 | Versione per la stampa


17 ottobre 2007

NESSUN TRIBUNALE PUO’ CAMBIARE LA STORIA.

Sono rimasta allibita nell’apprendere che Mastella in qualità di ministro della giustizia ha autorizzato la procura di Roma ad indagare nei confronti del senatore Francesco Storace per il reato di cui all’art. 278 c.p., ovvero offese all’onore e al prestigio del capo dello stato.
Incredibile, ai tempi di Cossiga la sinistra dopo inenarrabili contumelie minacciò addirittura di incriminarlo per alto tradimento, eppure non si mosse nessuna procura a tutelarne “l’onore e il prestigio”.
In pratica si cerca di soffocare il dissenso e le libere opinioni in pieno stile sovietico,Storace sarebbe colpevole di aver esplicitato quello che pensa perlomeno la metà degli italiani: “Giorgio Napolitano non ha alcun titolo per distribuire patenti etiche. Per disdicevole storia personale, per palese e nepotistica condizione familiare, per evidente faziosità istituzionale”.
Durissima la reazione del senatore della Destra: “Non avevo dubbi che il regime autorizzasse un processo a un parlamentare dell'opposizione. Mastella tutela solo il Presidente del Consiglio cacciando De Magistris”.
Ma nessun tribunale potrà mai cancellare la verità storica: “ chi è stato complice “ideologico e morale” dell’impero del male, ha avallato la sanguinosa repressione degli operai di Danzica, di Nagy e dei martiri d’Ungheria, predicava l’eurocomunismo mentre De Gasperi, Adenauer , Martino ,Schumann ecc. costruivano l’Europa,firmava un manifesto l’11 Aprile 1975 in cui si invitavano tutti i comunisti e sinceri democratici(Sic) ad appoggiare con ogni mezzo Pol Pot e i Khmer Rossi, considerava fino a due anni fa la questione delle foiberevisionismo fuori tempo massimo” e che i profughi italiani di Fiume,Istria e Dalmazia se ne erano andati di loro spontanea volontà ecc.ecc.ecc.”,sembra quantomeno inopportuno che dia patenti di etica a destra e a manca.
E’ pur vero che i “pistolini di Stalin e Pol Pot”, costretti dalla “Vergogna” e dal “Fallimento” a cambiare più volte nomi e simboli , sono ormai biodegrabili,ecocompatibili,biologici ed arroganti, addirittura domenica scorsa si sono “centrifugati” oltre ogni cortina ideologica, ma le facce sono sempre le stesse. La distribuzione del potere e dei ruoli, sempre le stesse. Si sono dati da fare eccome! Altro che nuovo modo di concepire la politica.
E’ tutto da ridere,se non ci fosse da piangere…



Update: questa sera il sen.Storace interverrà a Matrix,canale 5 ore 23,15.


16 ottobre 2007

BERLUSCONI:DIALOGO? CI CHIUSERO LA PORTA IN FACCIA...

«Noi siamo sempre aperti al dialogo, ma ricordo che nel 2006 la notte stessa dello spoglio, e aggiungo dei brogli elettorali, noi abbiamo offerto subito alla sinistra di sederci attorno a un tavolo per trovare soluzioni condivise. La sinistra ci chiuse arrogantemente la porta in faccia ».
Dopo un anno di malgoverno sarebbe assurdo che noi ci assumessimo mezza responsabilità del disastro che ha fatto questo esecutivo. Solo due italiani su dieci hanno fiducia in questo governo, deve andare a casa. Non si può governare contro l’80% degli italiani.
«Il Pd ha prodotto 5 partiti, perchè si sono staccate frange importanti. Credo che avranno in casa una situazione molto più difficile di prima, i rapporti con la sinistra antagonista saranno gli stessi. Un altro presidente del Consiglio dell’Unione  al posto di Prodi avrebbe gli stessi problemi, o accettare i diktat della sinistra marxista o andare a casa. Non credo che dopo lo show mediatico del Pd, che presto svanirà, ci saranno cambiamenti per la sinistra».
Silvio Berlusconi 16/10/2007




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi partito democratico dialogo

permalink | inviato da Aurora86 il 16/10/2007 alle 22:24 | Versione per la stampa


16 ottobre 2007

SONO INCOMPATIBILE CON IL PD,ME NE VADO !

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. immagine fisichella

permalink | inviato da Aurora86 il 16/10/2007 alle 18:20 | Versione per la stampa


16 ottobre 2007

BANKITALIA DELUSA:MODESTI RISULTATI SUL DEFICIT.

"Dopo il forte miglioramento conseguito nel 2006 i progressi nella riduzione degli squilibri di bilancio sono modesti". Lo scrive la Banca d'Italia nel suo bollettino trimestrale. Nel corso del 2007 le entrate inattese sono state in larga parte utilizzate per finanziare aumenti di spesa. "Scelte analoghe caratterizzano la manovra di bilancio per il 2008 che accresce il disavanzo rispetto al suo valore tendenziale".
Repubblica 16/10/2007

Nulla di nuovo, si conferma casomai ce ne fosse ancora bisogno, che questo è il governo delle tasse e della spesa pubblica, non a caso il paese è soffocato tra due record: quello della spesa pubblica che ha superato il 50% del Pil e quello della pressione fiscale che ha pareggiato il record di 10 anni fa al 43,1%, non ci sono previsioni che fanno sperare in miglioramenti della situazione nel breve termine,la spesa pubblica è in continuo costante aumento anche nel prossimo anno,la pressione fiscale invece,come previsto dal DPEF, diminuirà di ben mezzo punto passando al 42,5% ,ma solo nel 2011.




16 ottobre 2007

WELFARE: SI CAMBIA DI NUOVO.

Dopo il referendum dei lavoratori che ha approvato a larghissima maggioranza il protocollo sul welfare del 23 luglio , le modifiche allo stesso, introdotte nel consiglio dei ministri di venerdì scorso per cercare di accontentare i partiti della sinistra radicale hanno ricevuto lo stop di Confindustria nei giorni scorsi e quello dei sindacati oggi.
Dopo gli avvertimenti la “trimurti sindacale” è passata alle minacce esplicite, al termine di un’incontro definito informale a Palazzo Chigi con Prodi ,
Guglielmo Epifani, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti hanno comunicato le decisoni del Presidente del Consiglio  : “Prodi ha detto che è intenzionato a mantenere integralmente l’accordo del 23 luglio, il governo ha dichiarato la disponibilità a rivedere le parti del provvedimento che non corrispondono al protocollo sul welfare «entro 48 ore», ovvero entro giovedì, noi attendiamo fiduciosi giovedì ci sono i nostri esecutivi unitari che verificheranno il rispetto dell'impegno, se il governo non rispetterà i patti il sindacato reagirà” . 
Intanto arrivano bacchettate anche dal Fondo Monetario Internazionale : In Italia con il pacchetto sul Welfare «si è andati indietro rispetto alle riforme precedenti». Lo ha detto il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Rodrigo De Rato, rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso della presentazione dei lavori della prossima Assemblea annuale dell'Fmi. Nel pacchetto «vediamo rischi» per la tenuta dei conti.
Ma si può definire serio un governo che rimette continuamente in discussione quello che ha approvato e firmato con le parti sociali?



Update 16/10/2007 : La sinistra radicale dice no a nuove modifiche in consiglio dei ministri che annullino quelle decise venerdì scorso,e in ogni caso il parlamento è sovrano,come finira?
Ogni giorno che passa,Prodi somiglia sempre di più al vaso di coccio in mezzo ai vasi di ferro di manzoniana memoria.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo prodi sindacati welfare fmi protocollo

permalink | inviato da Aurora86 il 16/10/2007 alle 2:13 | Versione per la stampa


15 ottobre 2007

PRIMARIE: UNA FARSA?

E’ finita come da copione con Veltroni incoronato leader del Partito Democratico,ma qualcuno forse ne dubitava?
Con ben tre liste collegate,bloccate, con l’indicazione dei candidati locali ordinata per lettera(Sic) , mentre gli altri candidati alla segreteria ne avevano a stento una,e qualcuno neppure quella, era come disputare una partita di calcio in 11 contro 33,per dirla con Parisi.
Il dato finale dei votanti,intorno ai 3.300.000 comunicato dagli organizzatori è più che altro un puro esercizio di fantasia,se è vero come dimostra un’inchiesta del Giornale, che un immigrato rumeno tale Cristian Constantin Zaharia, 31 anni, con la residenza italiana, via del Fontanile Arenato,Roma,  ha votato per cinque volte in cinque seggi diversi,con il suo nome e cognome, come dimostrano le ricevute che gli sono state rilasciate in qualità di «partecipante al processo costituente» del Pd.
Cosi come anche una sedicenne che ha votato per ben tre volte in tre seggi diversi,forse non avevano poi tutti i torti Rosy Bindi ed Enrico Letta a paventare brogli.
Come si vede quindi numeri non credibili e assolutamente poco rappresentativi del corpo elettorale,drogati in primis dal voto dei minorenni e degli immigrati, anche se i baronetti locali si son dati da fare perché erano in gioco i rapporti di forza delle componenti sul territorio.
Il neo segretario e i dirigenti del PD dovrebbero chiedersi piuttosto perché c’è stato questo consistente calo rispetto alle primarie di due anni fa,dove votarono oltre 4.300.000 cittadini, sempre a detta degli organizzatori, chi e perché ha disertato le urne?
In ogni caso tra qualche ora,esaurita la sbornia mediatica, ci si dovrà confrontare con la realtà, finito il tempo degli annunci,sarà il tempo delle scelte,e il neonato partito dopo aver perso pezzi a destra e a sinistra dovrà dire come e con chi intende realizzare tutto e il contrario di tutto, il neo segretario Veltroni,ex dirigente della gioventù comunista,che andava a Berlino Est ad applaudire i burocrati di Breznev e manifestava nel nome di Togliatti, anche se adesso si vergogna a menzionarlo nella sua biografia, dovrà scendere dal pero, non potrà più mantenersi nel vago.
Con le anime interne dedite a una lotta fratricida,e i pezzi persi per strada,il neo partito creerà ulteriori fibrillazioni al traballante governo Prodi,ne potrà avere a lungo un governo che faccia perdere ulteriori consensi ,essendo già letteralmente schifato da due italiani su tre,staremo a vedere.
Veltroni dovrà chiarire se il suo Pd farà, come Prodi, una stretta alleanza con la sinistra estrema, dimostrando quindi che nulla è cambiato o avrà invece lo stesso coraggio di Schroeder di marcare una netta differenza, anche in chiave elettorale, con il Prc, il Pdci e i Verdi.
Sarà il “partito del lavoro” ha detto l’altro giorno Fassino, di quello altrui nessuno ne dubita, dopo che ha arruolato anche l’A.D. della Fiat Marchionne  tra i socialdemocratici(Sic) , sarà bellissimo vedere padroni e operai sfilare tutti insieme appassionatamente.
Io ormai lo dico da un pezzo  che i proletari del quarto stato del celebre dipinto di Pelizza da Volpedo, sono ormai stati sostituiti da industriali,finanzieri,banchieri,illustri calzolai e ingegneri tangentisti rei confessi.





Update: "Sono molto preoccupato, mi arrivano notizie di procedure quantomeno scombinate e denunce di poca trasparenza che spero vengano immediatamente fugate poiche' i seggi si sono chiusi anche in Campania oramai 20 ore fa". Cosi' il vicepremier e leader della Margherita, Francesco Rutelli, risponde a chi gli chiede conto dello spoglio che in Campania sta procedendo molto a rilento. "Credo che gli organismi di garanzia debbano assicurare la massima, serena correttezza anche in questa regione".
Repubblica


14 ottobre 2007

L'ITALIA UMILIATA.

La decisione dell'Ue di penalizzare oltre misura l'Italia riducendo di 6 il numero dei suoi europarlamentari,da 78 a 72, dà la misura piena di una politica estera a dir poco demenziale, di un prestigio del nostro paese ridotto ai minimi storici, di una totale, assoluta, dilettantesca incapacità di  D'Alema e Prodi di rappresentare il nostro paese sulla scena internazionale.
L’Europa ci penalizza più di ogni altro paese visto che perderemo la parità con Francia e Inghilterra e addirittura la Spagna non ne perderà nemmeno uno.
Ma il bello è che a giugno,a detta dei relatori del provvedimento,il rumeno Severin e il francese Lamassoure, sembra che Prodi abbia accettato senza battere ciglio questa ipotesi : “e solo adesso a mesi di distanza viene a dirci che non gli sta bene? ” chiosa Lamassoure.
Addirittura sembra che questo dossier sia stato sottovalutato e dimenticato nei cassetti di Palazzo Chigi e della Farnesina, a riprova di un dilettantismo mai visto,e non si è fatto nulla nonostante che su questo argomento si possa godere di un totale e convinto appoggio anche della CDL.
Intanto il provvedimento è stato approvato dall’europarlamento che ha bocciato tutti gli emendamenti presentati dai deputati italiani,il testo è passato con 378 sì, 154 no e 109 astenuti.
Al punto in cui si è arrivati sarà molto difficile cambiare la situazione,se non a prezzo di lunghe e laboriose trattative , oppure l’Italia dovrà porre il veto,ma per far questo occorrono gente con gli attributi, e con gli attuali governanti la missione è pressoché impossibile.






14 ottobre 2007

MENO TASSE PIU' SICUREZZA

 












Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. manifestazione tasse sicurezza immagini an

permalink | inviato da Aurora86 il 14/10/2007 alle 18:17 | Versione per la stampa


14 ottobre 2007

QUI SI STA CON STORACE.

"Giorgio Napolitano non ha alcun titolo per distribuire patenti etiche. Per disdicevole storia personale, per palese e nepotistica condizione familiare, per evidente faziosità istituzionale". E' l'attacco del senatore della Destra Francesco Storace al presidente della Repubblica, dopo che quest'ultimo ieri lo aveva censurato per l'invio delle stampelle alla senatrice a vita Levi Montalcini. "E' indegno di una carica usurpata a maggioranza - ha proseguito Storace - e la smetta di soccorrere un governo moribondo a difesa di una signora talmente importante che anche quest'anno costerà tre milioni di euro agli italiani". (Agr)

Rita Levi Montalcini,sa difendersi da sola, e lo ha fatto,non si capisce quindi  a che titolo il “carrista” del  Colle abbia sentito il bisogno di prenderla sotto la sua ala protettiva,debordare dai suoi compiti istituzionali, e definire “indegna aggressioneun’iniziativa ironica che sottolinea un problema sentito nel paese: ovvero il “governo dei pannoloni”.
Sicuramente Storace è andato sopra le righe,ma come non riconoscere che Napolitano se l’è andata a cercare?
Ma c’è una cosa in particolare su cui non si può non essere d’accordo con Storace:
“ chi è stato complice “ideologico e morale” dell’impero del male, ha avallato la sanguinosa repressione degli operai di Danzica, di Nagy e dei martiri d’Ungheria, predicava l’eurocomunismo mentre De Gasperi, Adenauer , Martino ,Schumann ecc. costruivano l’Europa,firmava un manifesto l’11 Aprile 1975  in cui si invitavano tutti i comunisti e sinceri democratici(Sic) ad appoggiare con ogni mezzo Pol Pot e i Khmer Rossi, considerava fino a due anni fa la questione delle foibe “revisionismo fuori tempo massimo e che i profughi italiani di Fiume,Istria e Dalmazia se ne andarono di loro spontanea volontà  ecc.ecc.ecc.”
NON HA TITOLI PER DARE LEZIONI DI DIGNITA’ A NESSUNO !!!
Se non a se stesso,le reazioni stizzite della casta non fanno sbadigliare,fanno ridere, se non ci fosse da piangere…




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napolitano storace montalcini indegno

permalink | inviato da Aurora86 il 14/10/2007 alle 0:41 | Versione per la stampa


13 ottobre 2007

BORDON E MANZIONE FUORI DALL'UNIONE.

Non si placano le tensioni al Senato tra l'Ulivo e i dissidenti della Margherita Willer Bordon e Roberto Manzione, fondatori de 'l'Unione democratica'. "Ieri - ha spiegato Bordon - abbiamo ricevuto una lettera da un avvocato che per conto dell'Unione ci certifica di fatto che io e Manzione non facciamo più parte dell'Unione. Di conseguenza l'Unione certifica che al Senato non ha più la maggioranza", anche perché a questo punto, "non avendo più obblighi di coalizione, io e Manzione ci sentiamo liberi di presentare nostri emendamenti ad una Finanziaria che riteniamo abbia seri elementi da modificare". Dunque "se non c'è più una maggioranza politica ci sarà una maggioranza aritmetica sui nostri emendamenti".
"Non ne ho parlato con Prodi - aggiunge Bordon - vogliamo però un chiarimento politico", perché "questo non è un gioco. Per quanto mi riguarda sono pronto anche a lasciare la politica, quindi il problema non mi riguarda. Al Senato - ha concluso Bordon - la maggioranza è letteralmente allo sbando, con le varie anime del Partito Democratico alle prese con una lotta animalesca".

Dopo Mussi e Angius,Dini e D’Amico,adesso Bordon e Manzione,a questo punto sono curiosa di sapere che faranno Fisichella e altri ancora.

Insomma il Partito Democratico che nasce per unire e semplificare, fino ad ora ha prodotto divisioni e moltiplicazioni, e siamo solo all’inizio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partito democratico prodi unione senato bordon manzione fuori

permalink | inviato da Aurora86 il 13/10/2007 alle 16:42 | Versione per la stampa

sfoglia     settembre   <<  1 | 2  >>   novembre
 

 rubriche

Diario
Immagini del giorno
Trinariciuti
Politica
Miseria,Terrore e Morte
Silvio Berlusconi
Parole in libertà

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

MARA CARFAGNA
IDEAZZURRA
NON SOLO NAPOLI
AG BELLUNO
KOMUNISTELLI
PER IL POPOLO DELLA LIBERTA'
FILIPPO
IL BERRETTO A SONAGLI
FAZIOSO LIBERALE
PENSIERI IN VOLO
VOCERIBELLE
MARALAI
AMPIORESPIRO
F. STORACE
LA DESTRA NEWS
IL VELINO
YOUTUBE
CASA DELLE LIBERTA':
FORZA ITALIA
FORZA ITALIA GIOVANI
FORZA ITALIA SENATO
FORZA ITALIA CAMERA
FORZA ITALIA GRUPPO EUROPEO
ALLEANZA NAZIONALE
LEGA NORD
UDC
NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA
NUOVO PSI
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA
PARTITO LIBERALE
PARTITO REPUBBLICANO
RIFORMATORI LIBERALI
STEFANIA CRAXI
ALESSANDRA MUSSOLINI
PENSIONATI
MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE
PARTITO POPOLARE EUROPEO
CIRCOLO DELLA LIBERTA'
CIRCOLO GIOVANI
MEDIA:
ADNKRONOS
ANSA
AVVENIRE
CORRIERE DELLA SERA
DAGOSPIA
FAMIGLIA CRISTIANA
IL FOGLIO
IL GIORNALE
IL LEGNO STORTO
IL MANIFESTO
IL MESSAGGERO
IL SECOLO XIX
ILSOLE24ORE
IL TEMPO
ITALIA LIBERA
LA 7
LA DISCUSSIONE
L'ESPRESSO
LIBERAZIONE
LIBERO
L'OPINIONE
L'OSSERVATORE ROMANO
LA PADANIA
LA STAMPA
LA TV DELLA LIBERTA'
L'UNITA'
MEDIASET
NOI PRESS
PANORAMA
POTERE SINISTRO
QUOTIDIANONAZIONALE
RAGIONPOLITICA
RAI
RAI TELEVIDEO
RASSEGNA STAMPA
REPUBBLICA
SONDAGGI POLITICO-ELETTORALI
TGCOM
THINK-TANK:
FONDAZIONE LIBERAL
FREE FOUNDATION
IDEAZIONE
ISTITUTO BRUNO LEONI
MAGNA CARTA
WEB JOURNAL:
BLOG-SHOW
BOOKCAFE
LIQUIDA
DICEVI? BLOGS JOINER
TOCQUEVILLE-LA CITTA' DEI LIBERI
FORUM:
ALFEMMINILE
CORRIERE FORUM
DONNA MODERNA
FORUM NUOVO PSI
FUORI DI TESTA
GIOVANI IT.- POLITICA
L’UNITA’
LA STAMPA FORUM
MARCO TRAVAGLIO FORUM
POLITICA ON LINE
REPUBBLICA
ULIVO/PD
SITI…ONOREVOLI:
ANTONIO PALMIERI
BENEDETTO DELLA VEDOVA
CLEMENTE MASTELLA
CARLO GIOVANARDI
GIULIO TREMONTI
RENATO BRUNETTA
PAOLO GUZZANTI
TOTO’ CUFFARO
AURORA86 CONSIGLIA:
!!:::GOVERNO PRODI
123 BETA
A CONSERVATIVE MIND
ACROSS THE BORDER
ADESTRA
AD SIDERA
AG AVERSA
AGE-VERNACOLESE
AKELA THE WOLF
ALEPUZIO
ALESSANDRA FONTANA
A LOOK TO THE RIGHT
ALTERNATIVA POPOLARE
AMANDACCO
AMERICAMERCATOINDIVIDUO
AMERICA THE BEAUTIFUL
ANNI DI SANGUE
ANTIKOMUNISTA
ANTIEUROPEO
ARCHEOPTERIX
ARMONIA DEI SENSI
ASTROLABIO
ATROCE PENSIERO
AZIONE GIOVANI
BALESTRATESI
BANDO ALL'IPOCRISIA
BARNEY PANOFSKY
BARRY GOLDWATER
BATTITORE LIBERO
BIETTO(ANCHE SE NON CI SEI PIU')
BIG DOGS WEBLOG
BLAKNIGHTS
BLOGIORNALE
BLOG PER SILVIO
BOTTOMLINE
C'E' WALTER
CALAMITYJANE
CALIMERO
CALVIN
CAMELOT DESTRA IDEALE
CAMILLO
CANTOR
CAPPERI
CARLO MENEGANTE
CATEPOL
CASTELLO BIANCO
CENSURAROSSA
CENTRODESTRA
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ GOLFO DEL TIGULLIO
CIRCOLO GIOVANI FIRENZE CENTRO STORICO
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ IL CAMINETTO
CIRCOLO LIBERTA’ TORINO
CHE CI DEVI FARE
CIVILTA'
COMMERCIALISTA
CONTROCORRENTE
C'E' POCO DA RIDERE
DALL’ALTRA PARTE
DAVERIK
DAW
DEBORAH FAIT
DEEARIO
DEIMM
DESTRA LAB
DIETRO LE LINEE NEMICHE
DILLA TUTTA
DORIA
DUMBS OX DAILY
EL BOARO
FABIO SACCO
FACE THE TRUTH
FATTI&MISFATTI
FENOMENI IN GIRO NON C’E’ NE
FREEDOMLAND
FREE THOUGHTS
FORT
FORZA FRIULI
FORZA ITALIA-BLOG
FULVIA LEOPARDI
GABIBBO
GAETANO SAGLIMBENI
GAWFER
GEMELLE GLITTER
GERMANYNEWS
GIANNI DE MARTINO
GIANFRANCO FINI PREMIER
GIANGIACOMO’S THINK THANK
GINO
GIOVANNI VAGNONE
GIOVANI AZZURRI VENETO
GIOVANI CON SILVIO
GIULIA NY
GRAZIE BERLUSCONI
GRENDEL FROM THE MOOR
HARRY
HARRY'S WORLD
HURRICANE
I DIAVOLI NERI
IGNAZIO ARTIZZU
IN GOD WE TRUST
ING.GAS NEO CON WEBLOG
INGEGNERBLOG
INNOVAZIONE GIOVANI
IL BARONE NERO
IL BLOG DELL'ANARCA
IL CAMPER
IL CASTELLO
IL CIELO SOPRA KABUL
IL FILO A PIOMBO
IL GIOVINE OCCIDENTE
IL GIULIVO
IL GRANDE GABBIANO
IL GRINCH
IL MANGO DI TREVISO
IL MASCELLARO
IL MIO MONDO
IL MISCREDENTE
IL NANO
IL RE DELLA MONNEZZA
IL REAZIONARIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
IL SORVEGLIATO SPECIALE
IN ETERE
INYQUA
IL MOTEL DEI POLLI ISPIRATI
IL RUMORE DEI MIEI VENTI
IO&LUI
ITALIA LAICA
ITALIAN LIBERTARIANS
ITURADASTRA
JIHADI DU JOUR
JOYCE
KAGLIOSTRO
KATTOLICO
KRILLIX
L'USSARO
LA CASA DELLE LIBERTA' BLOG
LA CITTADELLA
LADYJADINA
LA GRANDE FORZA DELLE IDEE
LA LIBERTA’ VA CONQUISTATA OGNI GIORNO
LA RISCOSSA
LA TAVOLA ROTONDA
LA TERRA DI MEZZO
LA TESTATA
LA VOCE DEL PADRONE
LE BARRICATE
LEFTKILLER
LE GUERRE CIVILI
LIBERALIDEA
LIBERALI PER ISRAELE
LIBERIAMO MASSA
LIBERTA' AZZURRA(LA)
LIBERTARIAN POST
LISISTRATA
LOGICA
LUCAP.
LUCARIELLO.TK
LUXOR
M&A
MANOLO
MAODDI
MARCOPAOLOEMILI
MARINIELLO
MATTEO SANNA
MELANDRINA
MEMORIE DI UN TERRONE
MEZZOGIORNOEUROPEO
MIKEREPORTER
MITHRANDIR
MISSIONARIO
MONDIAL POST
MONDOPICCOLO
MUSICAEPOLITICA
NNHOCAPITO
NEBBIA IN VALPADANA
NE QUID NIMIS
NEOCON ITALIANI
NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA
NON SI ABBIA TIMORE DI PUNIRE CAINO
NEXTCON
OGGI
OLIFANTE
ORPHEUS
OTIMASTER
PARBLEU
PARLA PER TE
PAROLIBERO
PARTIGIANO WILLIAM
PASSAGGIO A NORD EST
PASSAGGIO AL BOSCO
PAROLE&PENSIERI
PATRIOTI SI NASCE
PEGGIO SORU
PENDENTE A DESTRA
PERLAS
PESCARA LIBERA
POLITICALLY-SCORRECT
POLITICANDO
PORNOROMANTICA
POSIZIONE AUTARCHICA
PRO AMERICAN MOVEMENT
PROVOCAZIONE
PSEUDOSAURO
QUALCOSA DI DESTRA
QUID TUM?
RADICI E LIBERTA'
REJECT THE UN
ROBI
ROBINIK
ROLLI
SALVATORE LAURO
SARA-90
SARA PETELLA
SAURA PLESIO
SCHEGGE DI VETRO
SCHELETRI-SINISTRI
SCIOPENAUER
SGS
SICILIA RADICALE
SIETE PROPRIO COGLIONI
SIGLOBAL
SILVIOBERLUSCONIFANSCLUB
SILVIO NON FARMI ASTENERE PIU'
SINISTRERIA
SLIVERS OF MY SOUL
SONGCODES
SOSTIENI LANDRIANO
STARSAILOR
STATO MINIMO
STUDENTI PER LA LIBERTA'-MI
STUDIO LEGALE FIORIN
SUPERUOMO
SVULAZEN
TBLOG
TEXAS FRED
TEOCON
THANK YOU AMERICA
THE BRAIN WASH
THE HOLE IN THE WALL
THE JUST CHOICE
THE MOTE IN GOD’S EYE
THE NEW OBJECTIVIST
THE REAL CONSERVATIVE
THE RIGHT NATION
THUMBRIA
UGO MARIA CHIRICO
UPL
USER 2501
VALEFORN
VALERIO METRONIO
VELVET
VEXILLA
VIRGILIO FALCO
VITA E PASSIONI
VIVENDO E IMPARANDO
VOCIRPINE
VOTA SILVIO
W LA LIBERTA'
WALKING CLASS
WIND ROSE HOTEL
ZANZARA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom