Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

EFFETTI "RETROATTIVI" DEL GOVERNO...

ROMA - Volano le entrate tributarie. Tra gennaio e giugno l' erario ha incassato 19,6 miliardi di euro in più rispetto ai primi sei mesi del 2005 mettendo a segno un incremento del 12,3% che porta il gettito a quota 179.111 milioni di euro.
Secondo i dati ufficiali diffusi dal ministero dell' Economia le imposte dirette sono aumentate del 15,9% e dai dati di dettaglio emerge un aumento deciso degli acconti dell' autotassazione (+5,7% per l' Irpef; +24,1% per l' Ires). Bene anche l' Iva che segna un +9,8%.
Raddoppia l' incasso della lotta all' evasione. Nei primi sei mesi dell' anno il gettito derivante dai ruoli, cioé delle imposte richieste con una cartella esattoriale in gran parte dovute ai controlli, è cresciuto del 101,9%, passando dai 509 milioni del 2005 ai 1.169 milioni del gennaio-giugno 2006.

Ansa 07/08/2006

 

Incredibile vero? Ma la cosa più stupefacente è che il viceministro Visco parla di “ importante risultato del governo nella lotta all’evasione,della fine della politica dei condoni” e altre amenità del genere.

Ora a parte che sentire queste parole da un “fruitore di condoni” come Visco e tutto il suo partito(ne avevo parlato qui), fa semplicemente  scompisciare dalle risate, c’è da dire invece che il maggior gettito tributario si riferisce ai redditi 2005,così come anche l’autotassazione di giugno fa riferimento a quei redditi.

Delle due l’una: “ o da oltre un anno c’erano Visco&C al governo  e nessuno se ne è accorto(forse un governo ombra?),oppure molto più semplicemente è la migliore dimostrazione di come ha funzionato benissimo la ricetta Berlusconi-Tremonti”,non a caso gli allarmismi di questi mesi sui conti pubblici si sono dimostrati totalmente infondati ridicolizzando chi li ha lanciati.

Magari gli elettori di “questa armata brancaleone” si potranno “bere balle di questa portata”,ma con i “coglioni” non ci si può meravigliare più di tanto…..


Pubblicato il 7/8/2006 alle 17.24 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web