Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

UNA GRAVE UMILIAZIONE INTERNAZIONALE !

Questo il testo della dichiarazione di Silvio Berlusconi dopo il voto di oggi al senato:

"A Prodi incombe l’obbligo, per ragioni di coerenza politica, di coerenza costituzionale, di coerenza etica, di rassegnare immediatamente le proprie dimissioni nelle mani del presidente della Repubblica". Lo ha affermato il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, leggendo una dichiarazioni ai giornalisti .

"Non era mai accaduto prima nella storia della Repubblica. La politica estera e di difesa e’ il cuore della politica, la principale ragion d’essere di una maggioranza e di un governo. Prodi e D’Alema hanno chiesto al Parlamento il consenso sulla loro politica estera, sulle loro idee e sulle loro decisioni in politica estera. Questo consenso non lo hanno ottenuto", ha detto il leader di Forza Italia. "La politica estera riguarda il ruolo e l’immagine dell’Italia nel mondo e la vita dei nostri soldati impegnati nelle missioni internazionali di pace -ha aggiunto Berlusconi-. Il Paese e’ stato esposto da una maggioranza che non c’e’ e da un governo incapace, che ha rifiutato persino il dialogo parlamentare ad una grave umiliazione internazionale".

"Noi, come opposizione responsabile, abbiamo votato a favore della missione in Libano e del rifinanziamento della missione in Afghanistan, dimostrando un tenace e coerente attaccamento ai principi di responsabilita’ nazionale che devono guidare una classe dirigente -ha spiegato Berlusconi-. Perfino sull’allargamento della base americana di Vicenza sono stati solo i voti dell’opposizione che hanno consentito di mantenere la credibilita’ italiana di fronte agli alleati. Ma il governo ha voluto fare da solo ed e’ stato clamorosamente bocciato in Parlamento. Da questo disastro il Paese deve uscire immediatamente con le dimissioni di questo governo".

21/02/2007

 

Dopo le dimissioni di Prodi,ragionevolezza e buon senso dovrebbero portare a un governo di larghe intese o a un governo tecnico che traghetti il paese verso nuove elezioni.

Dubito fortemente che ciò avverrà,102 poltrone non si mollano facilmente,pertanto tenteranno di mettere una toppa,far finta di niente e si andrà avanti, con la conseguenza che magari tra qualche mese si ripresenti lo stesso problema,oppure tenteranno di allargare a elementi della CDL,del resto hanno già ampiamente dimostrato di essere dei professionisti nel campo dei “ribaltoni e colpi di palazzo”,ma in quest’ultimo caso poco male,sia che si voti tra 1 anno o tra 5  saranno comunque zombie che camminano.

Vedremo come finirà,rimane intanto l’amarezza e l’umiliazione per la figuraccia rimediata nel mondo intero,basta leggere le prime pagine dei giornali stranieri e delle agenzie internazionali per rendersene conto.  
A questo punto viene spontaneo chiedersi riguardo alla vicenda degli ambasciatori stranieri,che hanno acquistato una pagina di un quotidiano per chiedere al popolo italiano la conferma degli impegni internazionali, erano “irrituali quelli” o “dilettanti questi” ?

Pubblicato il 21/2/2007 alle 22.40 nella rubrica Silvio Berlusconi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web