Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

SEMPRE PIU' ZUCCONI .

Chi mi conosce sa bene che, la sottoscritta ha sempre considerato Repubblica un quotidiano buono soltanto per farsi due risate nei momenti di stress e di depressione.

Non mi soffermerò per carità di patria su i reportage dagli USA di uno “zuccone” come Vittorio Zucconi sui neocon americani ,del tutto incapace di distinguere tra Paleocon, Teocon, Realcon, e Neocon oppure su un tale Michele Serra che definisce “idiota” il Presidente Bush ,e se lo dice uno che in vita sua al massimo ha potuto fare il direttore dell’allegato a fumetti del quotidiano del partito comunista c’è da credergli,o ancora la “fantastica” ,in tutti i sensi,inchiesta sull’uranio del Niger smentita persino dai rappresentanti di Rifondazione Comunista in seno al comitato di controllo sui servizi segreti,il che è tutto dire,ma queste sono solo alcune delle centinaia di bufale pubblicate dal quotidiano di proprietà del “tangentista reo confesso” De Benedetti che provocano in me ilarità e buonumore.

Siccome Repubblica rappresenta un caso dove al ridicolo non c’è mai limite, ieri mi sono imbattuta in un articolo dove si parlava del rifinanziamento della missione militare in Afghanistan a firma Claudia Fusani : “Alla fine le idee più chiare sembrano averle i cittadini interpellati ieri sera (a sequestro Mastrogiacomo già in corso) per Repubblica.it da IPR Marketing. Il campione si schiera in maggioranza per restare ancora in Afghanistan. Il 50% è per rimanere finché la Nato non deciderà altrimenti, il 20% pensa sia giusto restarci ancora un anno e il 27% è per il ritiro immediato.
Se si guarda la questione avendo un occhio allo "schieramento" politico del campione, il risultato non si sposta di molto. Tra gli elettori del centrosinistra il 42% è per rimanere rimettendosi alle decisioni della Nato, il 29% per andarsene fra un anno: totale 71% a favore, comunque, di un prolungarsi della missione. Nel centrodestra la percentuale sale all'81% (69% per restare con la Nato e il 12% per ritirarsi fra un anno).”

Così scrive la nuova Pravda, a quel punto incuriosita da tanto improvviso favore verso la missione in Afghanistan sono andata a guardare i precedenti sondaggi dello stesso istituto e con mia somma sorpresa scopro che poco più di un mese fa,esattamente il 24 gennaio veniva rilevato che, a favore del ritiro delle truppe italiane dall’Afghanistan era il 56% degli intervistati e il 37%  contro il ritiro, sondaggio visionabile  a www.sondaggipoliticoelettorali.it .

Delle due l’una: “ o nell’ultimo mese è successo qualcosa di clamoroso che ha convinto ben il 33% del campione a cambiare idea sulla missione italiana che io ignoro, o si tratta ancora un volta di una bufala”,  propendo per la seconda ipotesi.

Del resto questo istituto di sondaggi ??? è lo stesso che dava per certa la vittoria di Kerry su Bush alle ultime presidenziali americane e che dava l’anno scorso alle elezioni politiche il centrosinistra in vantaggio sul centrodestra di ben 8-10 punti,dal che se ne può dedurre l’affidabilità,sondaggi a convenienza insomma.

Qui si raggiunge il massimo : “Dati molto diversi da quelli rilevati in modo analogo, in passato, sulla missione in Iraq. Una maggioranza rilevante del campione era sempre per il ritiro più o meno immediato. Qui, evidentemente, i cittadini colgono una situazione qualitativamente diversa”, scrive sempre l’articolista della nuova Pravda.

E il loro stesso sondaggio del 24 gennaio dove ben il 56% degli intervistati era a favore del ritiro immediato? Niente non se ne parla ,il paragone va bene soltanto con l’Iraq,da scompisciarsi dalle risate.

Io mi chiedo e vi chiedo : ma questi pensano davvero che la gente ha ancora l’anello al naso e si può bere impunemente tutte le stupidaggini che gli propinano?

E poi ci si lamenta che in Italia si leggono pochi giornali, per forza,chi può aver voglia di leggere simili assurdità?

A questo punto mi sorge un dubbio: vuoi vedere che l’inviato di Repubblica,Mastrogiacomo, è stato rapito dai Talebani in Afghanistan perché anche loro stufi di leggere simili cazzate?    

    

Pubblicato il 9/3/2007 alle 17.45 nella rubrica Parole in libertà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web