Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

SEMPRE IN RITARDO,COME AL SOLITO.

«L'autocompiacimento per la propria diversità che a volte era arrogante pretesa di superiorità intellettuale e morale, la tradizionale disattenzione per i diritti civili in nome di un primato dei diritti sociali, la scarsa laicità nei rapporti con la società e la Chiesa, il lungo ostracismo alle riforme istituzionali sono difetti che noi Ds dobbiamo riconoscere».
«Non basta una semplice parentesi in un discorso congressuale, ma occorre un'esplicita ammissione di errori politici gravi, che hanno pesato sulla storia d'Italia».
«Questo silenzio fece di Craxi una sorta di capro espiatorio sull'altare del codice penale».

Luciano Violante-Corriere della Sera-05/04/2007

 

Come sempre, in colpevole ritardo, gli esponenti del PCI-PDS-DS, fanno mea culpa, non si smentiscono mai, dopo che Fassino due anni fa riconobbe Craxi come  uno dei “ padri della sinistra italiana” e  le sue qualità di politico e di statista , ecco che un altro campione dell’ala giustizialista dei post comunisti riconosce la persecuzione giudiziaria di Bettino Craxi.

Viene spontaneo domandarsi come la classe dirigente di questo partito che tanti errori ha commesso,per  esplicita ammissione della stessa, possa ancora rimanere al proprio posto, ma si sa, le facce di bronzo  passano sopra a tutto e tutti.

Tra qualche decennio rivaluteranno anche Berlusconi,accetto scommesse.

Tornando a Bettino Craxi ho appreso con piacere che, il consiglio comunale di Napoli il 23 marzo scorso, a larghissima maggioranza, ha dato mandato alla giunta di intitolare al defunto leader del PSI  una via o una  piazza ,prima tra le grandi città italiane,come  in tanti altri piccoli-medi centri.



Pubblicato il 5/4/2007 alle 17.28 nella rubrica Parole in libertà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web