Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

ESPERIMENTI DI POLITICA FISCALE.

Supponiamo che ogni giorno, dieci uomini escano a bere una birra e che il conto complessivo sia di €100. Se pagassero il conto come paghiamo le tasse, andrebbe più o meno così:
I primi quattro (i più poveri) non pagherebbero niente.
Il quinto pagherebbe €1.
Il sesto pagherebbe €3.
Il settimo pagherebbe €7.
L'ottavo pagherebbe €12.
Il nono pagherebbe €18.
Il decimo (il più ricco) pagherebbe € 59.
E così decisero di fare.
I dieci continuarono a bere al bar ogni giorno e sembravano piuttosto contenti dell'accordo, finchè un giorno, il proprietario fece loro un'offerta.
"Dal momento che siete tutti così buoni clienti," disse, "vi riduco il costo delle vostre birre giornaliere di €20."
Le birre per i dieci ora costano solo €80.
Il gruppo voleva continuare a pagare il conto con lo stesso sistema con cui si pagano le tasse, quindi i primi quattro non furono influenzati dallo sconto. Avrebbero continuato a bere gratis. Ma cosa sarebbe successo per gli altri sei clienti che pagano?
Come potevano dividere i €20 di sconto in modo che ognuno ottenesse la propria "parte equa"? Calcolarono che €20 diviso per sei equivaleva a € 3.33. Ma se avessero sottratto quell'importo dalla quota di ognuno, allora il quinto ed il sesto avrebbero finito con l'essere addirittura pagati per bere la loro birra.
Allora, il barista suggerì che sarebbe stato equo ridurre il conto di ciascuno all'incirca di una quota uguale, e procedette nel calcolo degli importi che ciascuno avrebbe dovuto pagare. E dunque:
Il quinto, come i primi quattro, ora avrebbe bevuto gratis (risparmio: 100%)
Il sesto, avrebbe pagato €2 invece di €3 (risparmio: 33%)
Il settimo €5 invece di €7 (risparmio 28%)
L'ottavo €9 invece di €12 (risparmio 25%)
Il nono €14 invece di €18 (risparmio 22%)
Il decimo €49 invece di €59 (risparmio 16%).
Ognuno dei sei era in condizioni migliori di prima, E i primi quattro continuavano a bere gratis. Ma una volta usciti dal bar, i dieci iniziarono a confrontare il risparmio di ciascuno.
"Ho ottenuto solo un euro su dieci", dichiarò il sesto. E indicando il decimo "ma lui ne ha avuti dieci!".
"Sì, infatti" esclamò il quinto. "Anche io ho risparmiato un solo euro. Non è giusto che lui abbia avuto dieci volte più di me!"
"E' vero" gridò il settimo. "Perchè lui dovrebbe ricevere €10 quando io ne ho avuti solo due? Il ricco si prende tutto lo sconto!"
"Scusate un attimo," urlarono all'unisono i primi quattro. "Noi non abbiamo preso niente del tutto. Il sistema sfrutta i poveri!"
I nove circondarono il decimo e presero a picchiarlo.
La sera successiva, il decimo non si presentò al bar a bere, pertanto i nove si sedettero e presero da bere senza di lui. Ma quando fu il momento di pagare il conto, scoprirono qualcosa di importante. Non avevano abbastanza soldi tra tutti loro per pagare neanche la metà del conto!
E quello, ragazzi e ragazze, giornalisti e professori universitari, è come funziona il nostro sistema fiscale, quelli che pagano più tasse ricevono i maggiori benefici da una riduzione delle tasse. Tassateli troppo, attaccateli per il fatto che sono ricchi, e potrebbero iniziare a non farsi più vedere. In effetti, potrebbero iniziare a bere all'estero dove l'atmosfera è più amichevole.

Pubblicato il 24/4/2007 alle 14.50 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web