Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

SENZA TAV NON SI MANGIA .

Con slogan come questo, ieri i lavoratori dei cantieri dell’alta velocità hanno occupato per qualche ora ,l’autostrada Torino-Milano non c’erano professionisti della protesta, nullafacenti e no global, ma lavoratori, con le loro tute da lavoro, a nome dei seimila operai, in difesa del loro posto di lavoro e delle loro famiglie.

A presenziare alla manifestazione CISL CGIL e UIL , “senza Tav l’Italia resta fuori dai grandi traffici commerciali che dal Mediterraneo vanno verso l’Europa”, “il mercato concorrenziale non è qualcosa da realizzare sulla pelle delle maestranze” ,questo quanto dicono i sindacati.

«Siamo passati dalla certezza di avere lavoro ancora per dieci anni - denuncia Maurizio Nieli, segretario provinciale della Filca-Cisl - a neanche la speranza di andare avanti fino a ottobre».

Durante il corteo di ieri - dice ancora Nieli - «sono stati gridati slogan contro il governo e la sua politica sui lavori pubblici. I lavoratori hanno gridato che tra un po’ loro resteranno a casa perché non ci sarà più lavoro, ma se i politici della maggioranza proseguiranno così anche loro alle prossime elezioni resteranno a casa».

Se non ci saranno segnali chiari di sblocco della situazione da parte del governo,i lavoratori torneranno a manifestare il 9 maggio.

Il tutto accade perché con il recente decreto sulle liberalizzazioni il governo su proposta del ministro Di Pietro ha rescisso i contratti di appalto per le tratte Milano-Verona, Verona-Padova e la Milano-Genova,in pratica si dovranno rifare nove gare di appalto e tutto resta fermo sino al 2011.

Di Pietro ha annunciato che così facendo si risparmierà il 20% sui costi dell’opera, omettendo di dire quanto costerà il contenzioso con le ditte appaltatrici e il tempo che non sarà breve per dirimerlo,senza contare il danno di immagine con  investitori ed aziende straniere che ormai considerano l’Italia un far west del diritto.

A tutto questo poi bisogna aggiungere i costi sociali, ma per questo governo sono solo dettagli di poca importanza.

Pubblicato il 24/4/2007 alle 23.40 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web