Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

NASCE LA TV DELLA LIBERTA'

 Nasce il canale televisivo dei Circoli della Libertà. Le trasmissioni inizieranno lunedì prossimo alle 14 sul canale 862 di Sky e su diciassette emittenti regionali. Michela Vittoria Brambilla, presidente dell'Associazione Nazionale Circolo della Libertà, sarà il supervisore generale, coadiuvata da Dede Cavalleri, direttore generale dei Circoli della Libertà. Giorgio Medail, un passato in Fininvest, dirigerà la rete. 
«La nostra sarà una tv per la gente e fatta dalla gente - spiega Michela Vittoria Brambilla - I politici hanno già tanti palcoscenici: la nostra idea è dunque quella di creare una piazza mediatica per le persone comuni, perché possano finalmente far sentire la loro voce. I cittadini avranno la possibilità di portare di fronte alla telecamere temi e problemi di attualità: potranno denunciare episodi di malasanità e di malagiustizia, o ancora il dilagare della criminalità nella loro zona, la mancanza di infrastrutture, la tassazione iniqua a cui sono soggetti. Ma potranno anche raccontare storie positive, che di solito non fanno notizia». In totale saranno quattro ore quotidiane di diretta, dalle 14 alle 18. La redazione sarà a Roma, in via Gregorio VII. Ci sarà uno studio anche a Milano.
Durante le quattro ore di diretta, tuttavia, troveranno spazio anche le notizie positive, della «buona Italia che fa notizia» perché, ha spiegato Brambilla «nel nostro Paese, fortunatamente, c'è anche qualcosa che va bene. Spesso - ha sottolineato la presidente dei Circoli della Libertà - veniamo accusati di populismo ma questo è un concetto ormai vecchio di almeno dieci anni». «Un dato di fatto è che la politica non c'entra nulla con quanto sta facendo l'attuale Governo Prodi per il Paese -ha aggiunto- e denunciare questo non vuol dire fare dell'antipolitica, anzi. Noi non siamo antipolitici, ci permettiamo solo di dare voce ai cittadini, far dire loro quello che in realtà pensano. Bollare di populista chi esprime il proprio disappunto - ha concluso - significa non conoscere la realtà del Paese».
Corriere della Sera 09/06/2007

Questa mi sembra un'ottima iniziativa, una tv  fatta con la partecipazione attiva dei cittadini e che da voce alla gente comune,è la migliore risposta al distacco della politica dalla realtà quotidiana e dai problemi.
A Michela Vittoria Brambilla,al suo staff e ai circoli della libertà, i migliori auguri di un proficuo lavoro e di successo dell'iniziativa.
 
                         

Pubblicato il 10/6/2007 alle 12.53 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web