Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

L'EUROPA CORRE,L'ITALIA AL PALO.

Il fondo monetario internazionale rivede al rialzo le stime di crescita dell'economia mondiale e europea,ma non dell'Italia.
In particolare la stima di crescita per Eurolandia è del 2,6% per l'anno in corso,l'Italia rimane fanalino di coda tra i grandi paesi industrializzati con una crescita del 1,8% nel 2007 e del 1,7% nel 2008.
In pratica si rischia seriamente di peggiorare il trend di differenza che ci separa dall'Unione Europea,che è rimasto invariato negli ultimi dieci anni.

1996-2000 MEDIA PIL UE  2,80% MEDIA PIL ITALIA  1,90%  DIFFERENZA -0,9%
2001-2005 MEDIA PIL UE  1,54% MEDIA PIL ITALIA   0,70% DIFFERENZA -0,8%
2006         MEDIA PIL UE  2,70%             PIL ITALIA  1,90% DIFFERENZA -0,8%
Dati Eurostat

Intanto la "zavorra" di governo che ci ritroviamo prosegue nella politica degli annunci,dopo aver offerto un cappuccino al giorno ai pensionati,  favoleggia di nuovo di riduzione delle tasse e nuovi tesoretti(Sic), mentre contemporaneamente si richiede urgentemente l'approvazione di una nuova tassazione delle rendite finanziarie, e non si conosce ancora in che modo saranno finanziati 21 miliardi di nuove spese previste per il 2008,ma questa non è una novità,non a caso si è battuto ogni record di spesa pubblica che è arrivata dopo oltre 10 anni a superare il 50% del PIL.
Si continuerà dunque con la sola politica possibile con questo governo,ovvero quella del "tassa e spendi".


Pubblicato il 26/7/2007 alle 16.6 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web