Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

LA MIGLIORE RISPOSTA ALL’ANTIPOLITICA…

La migliore risposta all’antipolitica è il boato che ha accolto Silvio Berlusconi e Michela Vittoria Brambilla mentre mano nella mano salivano sul palco del Palafiera di Roma, gremito di gente proveniente da tutte le parti d’Italia per la convention dei “Circoli della Libertà”.
E soprattutto la migliore risposta a chi considerava i Circoli della Libertà un fenomeno mediatico e basta: "Siamo più di quindicimila: poi c'è ancora qualcuno che dice che i nostri circoli non esistono. Siamo una grande forza e nessuno ci potrà più fermare", attacca la Brambilla. "Questo non è che l'inizio", aggiunge ringraziando il leader di Forza Italia che le ha lasciato il palco, "del resto - gli sorride - so che siamo nel tuo cuore". "La sinistra - spiega - ha l'abitudine di guardare la gente dall'alto in basso e poi di spremerla con le tasse. I cittadini sono stanchi di essere trattati in questo modo e da qui nasce quella che viene chiamata anti-politica".
"A chi vi considera dei fantasmi - ha concluso - voglio dire: state attenti perché questi fantasmi perderanno la pazienza e vi manderanno tutti a casa".
Poi l’intervento di Silvio Berlusconi che ha definito “un azzardo vincente” aver scelto la sala più grande del Palafiera, “avete riempito questa sala - ha aggiunto Berlusconi - e fuori ci sono ancora tanti giovani che non sono potuti entrare. Questo è il segno della grande vitalità della nostra parte politica”.
I circoli devono sostenere dal basso, anzi dall'alto dei cittadini, il sogno di vedere tutti i moderati e tutti i liberali d'Italia uniti in un grande partito delle libertà». Insomma, devono essere «protagonisti di una grande rivoluzione liberale, riserveremo una quota rilevante di candidature a quelli dei Circoli che verranno fuori come nuova classe dirigente.
"Ai giovani dei Circoli dico non occupatevi solo di politica ma anche di politica. Altrimenti rischiate di diventare come i mestieranti e i mercenari della sinistra, politicanti per professione".
Berlusconi si dice convinto dell’imminenza di nuove elezioni, che si potranno tenere anche con l’attuale legge.
I Circoli della Libertà dunque non sostituiscono  nessun partito, ma sono il raccordo tra la società civile e i partiti, mi sembra questa la definizione più appropriata, in una fase di crescente antipolitica possono e già lo fanno, raccogliere i delusi e coloro che non si vogliono schierare con nessun partito tradizionale, portando  le istanze di questi ultimi e della società civile  all’ordine del giorno della politica,perché se ne faccia carico.
Mi sembra che sicuramente non tolgono consensi a nessun partito della CDL, ma che anzi possono essere un affluente di nuovi consensi e la Brambilla è la persona adatta a guidare questo processo.
Ancora una volta il Cav. ha  visto giusto.



Pubblicato il 7/10/2007 alle 17.6 nella rubrica Immagini del giorno.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web