Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

L’UNIONE EUROPEA BOCCIA LA FINANZIARIA.

Dopo il FMI che ha rivisto al ribasso le stime di crescita del governo e definiti “improbabili” gli obiettivi di risanamento previste nella finanziaria, anche il commissario UE agli affari economici Almunia , boccia la finanziaria presentata da Padoa-Schioppa,definendola “poco ambiziosa e non in linea con gli obiettivi dell’Eurogruppo.
Prima considerazione: se non fossero stati utilizzati introiti supplementari per finalità diverse dalla riduzione del deficit (maggiori spese e tagli fiscali) il disavanzo sarebbe stato inferiore di un punto. Seconda considerazione: il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, «ci ha detto che la Finanziaria opera una riduzione strutturale del deficit nel 2008 dello 0,2% del Pil». Target «che non appare in linea con l'impegno a ridurre il deficit di almeno lo 0,5% l'anno». La conclusione è che la Commissione «resta in attesa di vedere quali misure aggiuntive il Governo e il Parlamento adotteranno per rispettare l'obiettivo di medio termine». Lo scarto è dello 0,3% del Pil, dunque si tratta di 4-5 miliardi. Anche perché l'Italia continua a prevedere il 2011 come data per centrare il pareggio di bilancio, mentre la Commissione lo ha fissato al 2010.
Ma non ci avevano detto fino ieri che ormai l’emergenza era finita,l’Italia era fuori dal guado ecc. ecc.?
La verità è che più che fuori dal guado, i cittadini sono rimasti in mezzo al fiume, questo paese è ormai avvitato su se stesso,soffocato tra i record di spesa pubblica e tasse e non si vede lo spiraglio per uscirne finchè non ci sarà un governo che governi,capace di decidere e che si dia obiettivi ambiziosi.
L’unica consolazione in questo bailamme sono le amenità del ministro Ferrero, che ha definito l’Unione Europea “portatrice di una cultura di destra” (Sic).



Update: 10/10/07 : Dopo FMI e Unione Europea, anche la Corte dei Conti boccia la manovra: “desta perplessità e preoccupazione” , e ciliegina sulla torta,la finanziaria viene stroncata anche dal governatore della Banca D’Italia : “ Con questa manovra il debito cresce,meno spese e tasse”.

Intanto si registrano le lamentele del Ministro della difesa Parisi che parla di Difesa condannata all’inefficienza e l’attacco stizzito di Prodi all’Unione Europea e al commissario Almunia: “Lasciateci lavorare”, ma a Bruxelles non si fidano,conoscono bene il personaggio.

Insomma un flop su tutta la linea,una finanziaria che non serve a nulla se non a galleggiare, intanto si prende atto che Almunia e la UE non sono più il vangelo, chi non ricorda le accuse di “antieuropeismo” a Berlusconi quando chiese ed ottenne “per tutti i paesi dell’area UE lo sforamento oltre il deficit programmato”,in un periodo di crisi e stagnazione?

E ad accusarlo erano i Fassino,D’Alema,Napolitano,Veltroni&C. , ovvero coloro che quando si attuava l’Europa dei popoli,cianciavano di “eurocomunismo”(Sic).

Ogni tanto sarebbe utile ricordare a costoro in primis,e poi a tutti noi che l’Europa è stata fatta e voluta dai De Gasperi e Adenauer ,dai Martino e Schumann,dai Spaak e dai Monnet ,ecc. ecc. , non dai “pistolini di Stalin e Pol Pot”.

Pubblicato il 9/10/2007 alle 16.42 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web