Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

L'ITALIA UMILIATA.

La decisione dell'Ue di penalizzare oltre misura l'Italia riducendo di 6 il numero dei suoi europarlamentari,da 78 a 72, dà la misura piena di una politica estera a dir poco demenziale, di un prestigio del nostro paese ridotto ai minimi storici, di una totale, assoluta, dilettantesca incapacità di  D'Alema e Prodi di rappresentare il nostro paese sulla scena internazionale.
L’Europa ci penalizza più di ogni altro paese visto che perderemo la parità con Francia e Inghilterra e addirittura la Spagna non ne perderà nemmeno uno.
Ma il bello è che a giugno,a detta dei relatori del provvedimento,il rumeno Severin e il francese Lamassoure, sembra che Prodi abbia accettato senza battere ciglio questa ipotesi : “e solo adesso a mesi di distanza viene a dirci che non gli sta bene? ” chiosa Lamassoure.
Addirittura sembra che questo dossier sia stato sottovalutato e dimenticato nei cassetti di Palazzo Chigi e della Farnesina, a riprova di un dilettantismo mai visto,e non si è fatto nulla nonostante che su questo argomento si possa godere di un totale e convinto appoggio anche della CDL.
Intanto il provvedimento è stato approvato dall’europarlamento che ha bocciato tutti gli emendamenti presentati dai deputati italiani,il testo è passato con 378 sì, 154 no e 109 astenuti.
Al punto in cui si è arrivati sarà molto difficile cambiare la situazione,se non a prezzo di lunghe e laboriose trattative , oppure l’Italia dovrà porre il veto,ma per far questo occorrono gente con gli attributi, e con gli attuali governanti la missione è pressoché impossibile.





Pubblicato il 14/10/2007 alle 20.56 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web