Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

IL GOVERNO DELLA SICUREZZA .

La migliore dimostrazione,caso mai ce ne fosse ancora bisogno, della concretezza,impegno, e determinazione del governo Berlusconi per la “sicurezza attiva dei cittadini” al contrario della sinistra “PAROLAIA&INCONCLUDENTE”, è la lettera di ringraziamento del sindaco di Roma Veltroni al ministro dell’interno Beppe Pisanu al momento del cambio di governo.
Parole che valgono più di tutte le cifre e le statistiche che si potrebbero citare sull’argomento, allo stesso tempo è un formidabile strumento per rinfrescare la memoria a quei cittadini(pochi in verità) e a quei politici ed esponenti di governo(tra i quali lo stesso Veltroni) , che tentano in modo goffo e ridicolo di nascondere la loro inadeguatezza e incapacità,chiamando in causa “presunte mancanze” del precedente governo.

GRAZIE MINISTRO PISANU  di Walter Veltroni

 

COLGO l’occasione dell’ormai imminente formazione del nuovo governo per rivolgere un pensiero e qualche parola al ministro dell’Interno dimissionario, con il quale come Sindaco della Capitale ho avuto, insieme con gli altri esponenti dell’amministrazione e, credo, con tutti i cittadini un rapporto fondato su una grande correttezza, la piena collaborazione tra le istituzioni e un dialogo sempre aperto e sincero.
La mia stima per Giuseppe Pisanu è fondata sul riconoscimento di alcuni fatti concreti, sulla percezione di certe sue qualità, la sua pacatezza, la sua capacità di mettersi in relazione con gli altri parlando e ascoltandone le ragioni.
I fatti concreti. L’opera di prevenzione del terrorismo internazionale è stata efficace. Si può discutere il merito di alcune misure (dando atto al ministro di aver sempre ammesso che la discussione era legittima), ma le indagini preventive sono state efficaci ed è un fatto che sul territorio nazionale non ci sono stati attentati quando è invece evidente che l’Italia è nel mirino delle organizzazioni terroristiche, come gli attacchi alle nostre truppe in Iraq e in Afghanistan ci hanno tragicamente ricordato. […]
Il terrorismo italiano ha ricevuto colpi duri e anche in questo caso va dato atto al ministro dell’Interno di aver mantenuto i toni giusti: allarmati, perché qualche ragione di allarme c’era e probabilmente c’è, ma sanamente pacati. Penso con qualche brivido a quali danni avrebbe potuto indurre un corto circuito tra il giudizio sulle imprese delle Brigate Rosse o delle frange anarchiche e le accuse di “comunismo” agli avversari politici evocate ossessivamente dal capo del governo. […]
La lotta alla grande criminalità, con Pisanu alla guida del ministero dell’Interno, si è fatta e ha prodotto risultati, nonostante fosse evidente che il governo nel suo complesso non la considerasse esattamente tra le sue priorità. Molti latitanti sono stati arrestati ed è stato catturato il “più latitante” di tutti, il boss Provenzano.
Nel governo che arriva avremo certamente un ottimo ministro. Ma un grazie a Beppe Pisanu, mi pare, lo dobbiamo tutti.

 

12/05/2006



Pubblicato il 6/11/2007 alle 22.36 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web