Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

UNA DOMENICA DI FOLLIA.

Dopo il tragico omicidio del tifoso laziale Gabriele Sandri per mano di un poliziotto,iscritto già nel registro degli indagati,nel tentativo di sedare una rissa scoppiata tra tifosi laziali e juventini in una area di servizio sull’autostrada del sole nei pressi di Arezzo, ieri abbiamo assistito a una vera e propria guerriglia urbana,distruzioni,vandalismo e assalti alle caserme,roba che in Italia non si vedeva dal G8 di Genova.
L’Italia ieri sembrava un paese alla vigilia di un golpe, si è scatenata un’autentica caccia al poliziotto,sicuramente la magistratura stabilirà con certezza le eventuali responsabilità dell’agente che ha fatto fuoco dichiarando di aver sparato in aria mentre il proiettile che ha ucciso era ad altezza d’uomo,ma questo non giustifica in alcun modo quello che è avvenuto.
Io mi chiedo perché è potuto avvenire tutto ciò,perché le forze dell’ordine non hanno usato la forza e la determinazione della legalità per spegnere sul nascere la guerriglia urbana che si è scatenata?
Forse ci sono stati ordini governativi in tal senso? E se si,da chi?
Quando si possono assaltare impunemente le sedi e le caserme delle forze dell’ordine,significa che non c’è più lo stato,non c’è più un governo.
Ha ragione da vendere il Presidente Cossiga,quando dice che con lui ministro degli interni le forze dell’ordine avrebbero fatto fuoco senza pensarci troppo su.

















Pubblicato il 12/11/2007 alle 17.5 nella rubrica Immagini del giorno.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web