Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

I PRECARI? MEGLIO LE POLTRONE…

Questa sera alla Camera dei Deputati sarà votata la fiducia chiesta dal governo sul protocollo del welfare che ha predisposto un testo simile all’accordo firmato il 23 Luglio con le parti sociali, cancellando così le modifiche approvate dalla commissione di Montecitorio sul lavoro precario e i contratti a termine volute fortemente dalla sinistra massimalista.
Dini ha ottenuto quello che chiedeva per votare il protocollo sul welfare al Senato,Rifondazione Comunista dopo una burrascosa riunione della segreteria ha dichiarato che voterà per “senso di responsabilità” la fiducia,ma nel contempo chiede una verifica politica sul programma già a gennaio,mentre Diliberto dei Comunisti Italiani parla di “ricatto” e Cento dei Verdi di “fine dell’Unione”, per il momento però nonostante i numerosissimi malpancisti interni, costoro voteranno ancora una volta la fiducia a Prodi.
Anche i socialisti di Boselli insoddisfatti, dichiarano di considerarsi con le mani libere.
Mentre parla di “governo appeso a un filo” e inadeguato al paese per la politica del “tassa e spendi”, Lamberto Dini si gode la vittoria e ironizza sulla “storica sconfitta della sinistra comunista”.
Non ha certo tutti i torti, se fossi un elettrice di Rifondazione,Comunisti o Verdi mi chiederei seriamente cosa ci fanno al governo visto che su tutti i punti qualificanti della campagna elettorale dai Pacs al superamento della legge Biagi, dalle pensioni al welfare e alla politica estera non c’è stato nessun cambiamento degno di rilievo,anzi alcune cose sono addirittura peggiorate o nemmeno discusse, a dimostrazione,caso mai ce ne fosse ancora bisogno,che il programma era una presa in giro.
E così si può tranquillamente affermare,senza tema di essere smentiti che : “ i precari sono importanti,ma le poltrone lo sono ancora di più”.




Pubblicato il 28/11/2007 alle 15.50 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web