Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

ECCESSO DI POTERE.

E’ arrivato un altro sonoro ceffone al governo e al ministro dell’economia Padoa-Schioppa, dopo il caso del consigliere RAI Petroni, il TAR del Lazio ha accolto il ricorso con il quale il generale Roberto Speciale contestava la legittimità della sua revoca da comandante della Guardia di Finanza.
Una delle motivazioni con le quali il TAR ha accolto il ricorso dell’ufficiale parla di “eccesso di potere” da parte del governo: “ l’eccesso di potere si può dedurre - si legge nella sentenza - dal fatto che le amministrazioni dapprima propongono il ricorrente per la nomina ad un altissimo ufficio giudiziario (consigliere della Corte dei conti) e appena dopo lo rimuovono dall'incarico fino a quel momento ricoperto per ragioni di seria, se non grave inidoneità al posto".
Insomma nel giro di quindici giorni l’arroganza,la protervia e i metodi da dittatorelli sudamericani del governo e del ministro dell’economia,che vorrebbero piegare il diritto e l’uso delle istituzioni alle loro convenienze politiche , sono stati certificati e smascherati dalla magistratura amministrativa.
Un minimo di dignità imporrebbe le “immediate dimissioni” del ministro dell’economia se non di tutto il governo, questo nei paesi civili ma non a Prodilandia dove tutto si digerisce pur di mantenere le poltrone, e così con le facce di bronzo degne di miglior causa,costoro che rappresentano una “vergogna” per l’Italia,ancora una volta,faranno finta che nulla sia successo.



Pubblicato il 15/12/2007 alle 17.9 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web