Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

ANCHE ROMA POVERA E DEPRESSA.

Un ceffone senza appello agli amministratori di Roma e del Lazio,Veltroni,Marrazzo e Gasbarra da parte di Benedetto XVI.
Il pontefice ha ricevuto la delegazione degli amministratori per gli auguri di inizio anno e ha usato parole durissime sul degrado e sulla povertà della capitale , nonché la “drammatica situazione” delle strutture sanitarie cattoliche nel Lazio.
Il Papa ha chiesto con forza di difendere la famiglia da "attacchi e incomprensioni nei confronti di questa fondamentale realtà umana e sociale", inoltre ha denunciato come "l'aumento del costo della vita, in particolare i prezzi degli alloggi, le sacche persistenti di mancanza di lavoro, e anche i salari e le pensioni spesso inadeguati rendono davvero difficili le condizioni di vita di tante persone e famiglie".
"Un evento tragico come l'
uccisione di Giovanna Reggiani a Tor di Quinto" ha aggiunto, "ha posto bruscamente la nostra cittadinanza di fronte al problema non solo della sicurezza, ma anche del gravissimo degrado di alcune aree di Roma; specialmente qui è necessaria, al di là dell'emozione del momento, un'opera costante e concreta, che abbia la duplice finalità di garantire la sicurezza dei cittadini e di assicurare a tutti, in particolare agli immigrati, almeno il minimo indispensabile per una vita onesta e dignitosa".
Insomma anche il Papa e il Vaticano si sono accorti che Roma è diventata come Calcutta e delle favelas sul Tevere,del degrado,insicurezza e povertà a causa di un sindaco che vive perennemente su “ Second Life
Speriamo a questo punto che l’Italia non diventi come Roma e come Napoli e la Campania.



Pubblicato il 10/1/2008 alle 15.56 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web