Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

RIDUZIONE TASSE: UNA BARZELLETTA…

In quello che si era annunciato,da parte della maggioranza e di Prodi, come il vertice decisivo sui salari e sulle tasse,si è rivelato come al solito una barzelletta.
Ormai tutti gli italiani hanno imparato a loro spese e sulle loro tasche che questo è il “governo degli annunci”, chiacchiere a volontà ma fatti zero.
In pratica Prodi e una cinquantina di persone sedute attorno a un tavolo hanno continuato a promettere una genericariduzione di tasse per i lavoratori” , ma soltanto dopo la trimestrale di cassa di Marzo per valutare l’entità delle risorse, subito dopo il vertice il ministro dell’economia Padoa-Schioppa dichiarava che non prima di giugno-luglio ci sarà la possibilità di un intervento,risorse permettendo, e che gli interventi più significativi ci saranno con la finanziaria del 2009.
Insomma per il momento non se ne fa nulla, ma c’è da dire che la somma prevista per gli interventi 6-8 miliardi è poca cosa,divisa tra i lavoratori dipendenti produrrebbe un aumento di reddito pari a 20-30 euro al mese, praticamente 70-80 cent. al giorno,senza contare che globalmente non si abbassa la pressione fiscale per la tassazione delle rendite finanziarie, e poi ancora bisognerà vedere se si tratta di un intervento strutturale o un bonus "una tantum",ma in ogni caso si tratta di un "ELEMOSINA" che non risolve nulla, basta solo considerare che quest'anno le famiglie pagheranno per rincari ed aumenti di alimentari,energia,gas, trasporti ecc. circa 1700 euro.
Un consistente taglio di tasse si può fare soltanto con un taglio di scure sulla spesa pubblica che ha raggiunto il record del 50,5% del PIL, ma chiedere questo a un governo del “ tassa e spendi” è come chiedere a un tacchino di anticipare il Natale.
L’ITALIA E’ POVERA E DEPRESSA
Prodi e il governo escano da Second Life e provino a fare la spesa,pagare le bollette, carburante,trasporti,rata del mutuo ecc. con un normale stipendio da impiegato,poi vediamo se raccontano ancora barzellette come “l’Italia è ripartita dopo una sosta ai box” (Sic).
E’ tutto da ridere se non ci fosse da piangere.



Pubblicato il 11/1/2008 alle 1.56 nella rubrica Parole in libertà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web