Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

RIALZATI ITALIA.

Parte proprio da S.Babila a Milano la campagna elettorale del Popolo della Libertà , questa volta però il “giacobino” Silvio Berlusconi non è sul predellino della Mercedes bensì al Teatro Nuovo ospite dei Circoli della Libertà di Michela Vittoria Brambilla.
Il Cav. ha sottolineato il fallimento del governo Prodi, e del partito democratico,costretto ad andare da solo per liberarsi dall’abbraccio della sinistra comunista, ha ironizzato anche sul “nuovo Veltroni” :come si può definire nuovo chi fa politica da 33 anni? Comunque ha fatto gli auguri al partito di Veltroni,un nuovo partito democratico moderno e europeo,sperando che sia una svolta storica e non solo elettorale.
«Bisogna spiegare agli elettori – ha aggiunto Berlusconi - che il voto al di fuori del bipolarismo rappresentato dalle due grandi colonne è pericoloso, sprecato e inutile perchè i piccoli partiti hanno la forza di ostacolare i progetti».
A questo proposito non è mancata una punzecchiatura al leader della neonata rosa bianca, Tabacci fuoriuscito dall’UDC : «Il signor Berlusconi quando si è presentato a Milano ha preso 57.000 voti. Lui credo 700, in pratica l'ha votato la sua famiglia».
Berlusconi ha parlato di famiglia, intercettazioni, riforma della giustizia, tasse, criminalità e immigrazione che saranno al centro del programma di governo.
Io e Gianfranco Fini ci accingiamo a vivere un grande sogno, quello del grande Popolo delle Libertà. Dopo aver ricordato mamma Rosa, scomparsa il 3 febbraio scorso, ed aver rinnovato le sue condoglianze all'alleato Fini, colpito alla stessa perdita («a voi giovani dico di avvicinarvi ancora di più alla vostra mamma che è la persona che vi vuole in assoluto più bene al mondo»), Berlusconi ha ricordato nel suo intervento la scelta di «scendere in campo» nel 1994, sottolineando che i valori del Popolo delle Libertà sono gli stessi che ispirarono quella scelta.
Il Cavaliere ha espresso parole di elogio alla «lealtà» dimostrata dalla Lega: «Ieri sera con grande senso di responsabilità Bossi mi ha detto che presenterà il suo simbolo solo dove il carroccio ha numeri alti, quindi solo al Nord» ha annunciato il leader del Pdl.
Infine al termine del suo intervento ha utilizzato lo slogan coniato per questa campagna elettorale: “La Sinistra ha messo in ginocchio il Paese e noi ora diciamo RIALZATI ITALIA”.



Pubblicato il 9/2/2008 alle 17.8 nella rubrica Silvio Berlusconi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web