Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

LA SINISTRA NON CANDIDA I FASCISTI ,LI PORTA DIRETTAMENTE AL GOVERNO.

"Ciarrapico è uno dei mille candidati del PDL, un indipendente che non conterà niente nella politica del Ppe".
Così Silvio Berlusconi, mentre presenta a Roma la campagna dei “Camper Della Libertà”, risponde alle domande sul caso del candidato del PDL, Giuseppe Ciarrapico, che in un'intervista a Repubblica aveva detto di non aver mai rinnegato il fascismo. "Su Ciarrapico - dichiara Berlusconi - la sinistra è tornata quella di sempre. Dobbiamo riprendere a parlare dei comunisti nelle liste del Pd e dei loro misfatti? Ciarrapico vi ha fatto comodo quando portava via i giornali da Berlusconi e li consegnava a De Benedetti e Caracciolo. Vi ricordate che è fascista solo quando vi fa comodo".
Una Polemica strumentale di chi ormai non sa più a cosa attaccarsi, visto che le rimonte di cui parlano Veltroni e gli esponenti del partito democratico esistono solo nella loro fantasia.
Questi signori hanno però la memoria corta, la sinistra infatti i fascisti non li candida,li porta direttamente al governo.
E’ successo qualche anno fa,esattamente nel 1999, Romano Misserville , già vicepresidente del senato e uno dei fondatori di Alleanza Nazionale, successivamente espulso per aver fondato il movimento “Destra di Popoloaderì all’UDEUR di Mastella e diventò sottosegretario del secondo governo D’Alema.
Fu costretto a dimettersi dopo un intervista al quotidiano La Repubblica nella quale si definiva di destra ed ex fascista senza pentimenti, accostava la figura di D'Alema a quella di Giorgio Almirante e non nascondeva il proposito di collocare il dipinto ad olio raffigurante Mussolini che custodiva nel suo studio legale nel suo ufficio al ministero.
E ancora “D'Alema avrà lo stesso rispetto di Togliatti che io ho di Mussolini e di Almirante".
Insomma D’Alema in versioneBoia chi molla”.
Qualcuno avvisi Veltroni e Franceschini,ci vogliono davvero delle facce di bronzo degne di miglior causa, per fare prediche antifasciste al Popolo Della Libertà e a Silvio Berlusconi.





Pubblicato il 13/3/2008 alle 3.23 nella rubrica Parole in libertà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web