Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

LA PRECARIA VOTERA’ PDL…

"Probabilmente voterò per il PDL, ma certamente non sono stata convinta dai complimenti di Berlusconi sul mio sorriso. Ho motivazioni più profonde. Ieri é stato uno scherzo, un gioco. Tuttavia, se andrà al governo, mi aspetto che mantenga le promesse fatte a me e a tutti i precari che ieri ho rappresentato". Così Perla Pavoncello, la giovane laureanda di Scienza delle Comunicazioni, con un contratto da precaria alla Fondazione Rosselli, alla quale Silvio Berlusconi ha scherzosamente proposto ieri di sposare suo figlio o un altro miliardario per avere qualche certezza, commenta con l'ANSA la bufera politica di queste ore.
Perla, 24 anni romana, tra due mesi si laureerà alla terza Università in Scienza delle Comunicazioni. Nel frattempo, racconta, lavora con contratti a termine (per ora 10 mesi) come ricercatrice sui media presso la Fondazione Rosselli. La battuta del Cavaliere non l'ha turbata: "Quello di ieri - commenta - è stato un gioco. Uno scherzo di Berlusconi che ho assolutamente accettato. Credo che anche un problema grave come quello della precarietà possa essere stemperato da una battuta. Non ci trovo nulla di male. Ma l'importante è che dopo Berlusconi abbia risposto alla mia domanda, cosa che è accaduta visto che ha parlato di mutui, affitti, piano Casa, proposte importantissime per noi precari. Non so se andrà al governo. Ma certamente se ciò accadrà io, come tutti i precari italiani, lo giudicheremo sui fatti reali. Verificheremo se manterrà le promesse che ha fatto ieri in trasmissione".
Alla domanda se le proposte del Cavaliere l'abbiano convinta, Perla Pavoncello prima nicchia, poi risponde che "probabilmente" voterà per il PDL. "Vedremo - aggiunge - Ma sia chiaro che, se farò questa scelta, non sarà per lo scherzo di ieri, perché mi ha fatto i complimenti sul mio bel sorriso. Ci sono convinzioni più profonde. Ad ogni modo, ripeto, dopo gli scherzi mi aspetto fatti concreti". Circa la battuta berlusconiana, Perla ammette che qualche effetto l'ha avuto. Per tutta la giornata, racconta divertita, i suoi amici l'hanno affettuosamente presa in giro: "Tantissime persone mi hanno chiamato dicendo di essere Piersilvio Berlusconi e di essere pronte a sposarmi". Poi si fa un po' più seria e conclude: "Tanti altri mi hanno detto che Berlusconi quella battuta se la poteva risparmiare, con i problemi che ci sono in giro, però a dirmi queste cose sono stati i miei amici di sinistra...".

E meno male che i precari erano offesi, chi ha offeso i precari è questo malgoverno che gli ha aumentato i contributi dal 18% al 24% , il tutto per mandare in pensione gente a 57-58 anni,non conviene nemmeno perdere tempo a commentare è la solita sinistra “parolaia e inconcludente” professionisti della menzogna e del ribaltamento della realtà, tutto come prima,anzi no, peggio.
Dopo aver perso il fiato per un intera giornata i “trinariciuti sinistri” vengono smentiti proprio dall’oggetto delle loro finte attenzioni.
Insomma manca completamente il senso dell’humour, ma questa non è una novità come disse una volta Berlusconi a sinistra non conoscono la gioia di vivere, si rabbuiano già a prima mattina guardandosi nello specchio.
Forza ragazzi è arrivato il momento di tirare fuori e indossare le t-shirt con la scritta “ IO SONO UN COGLIONE”!!!
Questi non sono alla frutta,sono al caffè e all’ammazza caffè…

I CARE,WE CAN,THEY WIN

MENO MALE CHE SILVIO C’E’!



Pubblicato il 14/3/2008 alle 14.27 nella rubrica Parole in libertà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web