Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

TIBET LA PROTESTA CONTINUA E ANCHE LA REPRESSIONE.

Continua la protesta autonomista del Tibet, dove i monaci sono appoggiati dalla popolazione locale che chiedono l’ autonomia della loro terra, continua anche la repressione delle autorità cinesi, il bilancio degli scontri avvenuti a Lhasa negli ultimi giorni è ancora incerto, le autorità cinesi parlano di dieci morti,mentre il governo tibetano in esilio in India conferma che i morti sono almeno ottanta, ma in questa situazione è facile capire che si tratta di bilanci assolutamente parziali e provvisori.
Il leader spirituale dei tibetaniil Dalai Lama lancia un appello alle autorità internazionali affinché si apra un inchiesta per accertare cosa sta realmente accadendo a Lhasa e parla di “genocidio culturale” del popolo tibetano, sottolineando come in Tibet ci sia al momento uno «stato di terrore».
Le autorità hanno anche ribadito la scadenza entro la mezzanotte di domani, lunedì, dell'ultimatum perché i manifestanti si costituiscano se vogliono evitare più gravi conseguenze, mentre a Lhasa affluiscono migliaia di soldati.
Intanto la protesta anticinese arriva anche in Europa , centinaia di manifestanti hanno tentato di assaltare l’ambasciata cinese all’Aia, fermati dalla polizia olandese.
Mi chiedo che senso ha partecipare ai giochi olimpici in un paese che non mostra alcuna considerazione per i più elementari diritti umani , dove la tortura e la pena di morte sono prassi quotidiana, si avrà il coraggio di fare un passo indietro?





Pubblicato il 17/3/2008 alle 2.59 nella rubrica Immagini del giorno.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web