Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

DA SOLI MA ANCHE NO

Dopo che il capolista della monnezza campana Massimo D’Alema ha ufficializzato l’esistenza di “correnti” (Sic) nel partito democratico “basta guardare come si danno gli incarichi”, e che “bipolarismo non significa necessariamente bipartitismo”, Walter Veltroni ha iniziato a lavorare per costruire un nuovo centrosinistra, incontrando al Loft Claudio Fava coordinatore della sinistra democratica.
Al termine dell’incontro quest’ultimo commenta: “ E’ la fine dell’autosufficienza proclamata e declamata” , si guarda alla sinistra che sia disposta ad accettare la sfida del governo fanno sapere dal Loft, si dunque a un “nuovo centrosinistra su base programmatica”.
Finisce dunque l’era del no ai veti, della vocazione maggioritaria e di tutte le novità contrabbandate in campagna elettorale, a cui gli italiani tra l’altro non hanno minimamente creduto, è l’ammissione del fallimento.
D’Altronde la sconfitta alle politiche e alle amministrative è stata pesantissima e la resa dei conti nel partito democratico è stata soltanto rinviata, le uniche possibilità di sopravvivenza di Veltroni alla guida del PD sono legate al dialogo con Berlusconi sulle riforme e alla costruzione di una nuova alleanza programmatica del centrosinistra,anche perché alle europee del prossimo anno il risultato delle politiche già non esaltante, difficilmente sarà ripetuto in assenza di “voti utili” e antiberlusconismo.
Insomma bisogna tornare a parlare e presto anche con Rifondazione e compagni, non mi meraviglierei certo se anche Prodi ritornasse in pista, sarebbe la migliore dimostrazione di come tutto deve cambiare senza che cambi nulla.



Pubblicato il 20/5/2008 alle 15.44 nella rubrica Parole in libertà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web