Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

PIGNETO SOLO UN FASCISTA “ROSSO”

Niente raid nazi fascista al Pigneto, quartiere di Roma dove sabato scorso sono state distrutte le vetrine di un negozio di un immigrato, niente intolleranza,xenofobia,razzismo e chi più ne ha più ne metta, era soltanto un “fascista rosso” che voleva farsi giustizia da se, tale Dario Chianielli deciso a vendicare il furto di un portafogli a una sua amica, e udite udite prima di consegnarsi al commissariato ha mostrato ai giornalisti un tatuaggio del Che sull’avambraccio,la canea della sinistra e dei media italiani contro il pericolo rappresentato dal governo Berlusconi e da Alemanno era quindi una bufala,nessun movente politico.
Veltroni che subito dopo l’episodio aveva tuonato : “segnale di allarme gravissimo, aggressione di segno esplicitamente politico e nazista,fenomeno dettato da violenza e intolleranza” e altre corbellerie di questo tipo,oggi si è limitato a un laconico : “ è grave minimizzare i fatti accaduti”.
Non servono altri commenti, è comprensibile che Veltroni debba dimostrare di esistere, nessuna “marea nera” dunque,ma almeno un po’ di rossore per la vergogna forse ci vorrebbe.





Pubblicato il 30/5/2008 alle 3.26 nella rubrica Trinariciuti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web