Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

NESSUN PASSO INDIETRO

Sull'emergenza rifiuti a Napoli e in Campania lo Stato non farà passi indietro, troppe volte decisioni assunte non sono state imposte da organi democraticamente eletti ,non accadrà più che “piccole minoranze organizzate” possano bloccare opere pubbliche, parola di Silvio Berlusconi che è tornato a Napoli per fare il punto sull’emergenza rifiuti insieme al sottosegretario Bertolaso e ai ministri Maroni e Prestigiacomo, dopo il vertice in prefettura con le autorità locali, ha tenuto una conferenza stampa.
Il governo intende risolvere definitivamente il problema rifiuti in Campania,per far questo ci vorranno tre anni ha detto il premier, senza nessun passo indietro verso una “pericolosa anarchia” come è successo negli ultimi anni, Berlusconi confida di avere anche il pieno appoggio dell’opposizione sul decreto rifiuti, per un veloce iter parlamentare.
Il leader del PDL è tornato a difendere il decreto sui rifiuti. «Non esistono profili di incostituzionalità» ha spiegato il Cavaliere commentando il documento di 70 magistrati della procura di Napoli per i quali il decreto varato per risolvere l'emergenza rifiuti sarebbe incostituzionale. E a proposito della procura partenopea il premier ha anche fatto riferimento all'inchiesta che ha colpito lo staff del capo della Protezione civile. «Bertolaso è un uomo vero, non si è fatto intimidire e demotivare» ha detto il premier dando pieno appoggio al sottosegretario all'Emergenza per i rifiuti.
Per il presidente del Consiglio è importante che ci sia «un'unica responsabilità in grado di prendere decisioni». Per questo «nel decreto legge c'è la nascita di una Superprocura» così da evitare «che singoli magistrati locali possano rompere il circuito positivo, spezzando l'anello per risolvere la situazione rifiuti».
«Useremo l'esercito per garantire giorno e notte la possibilità di accedere ai siti: Chiaiano sarà definita zona militare e la discarica sarà protetta. Chi si opporrà sarà perseguibile come autore di un reato» ha aggiunto Berlusconi, specificando che le relazioni già effettuate dai tecnici danno al governo la sicurezza della «idoneità di Chiaiano» a fare da sito alla contestata discarica.
Ansa

Bene,come promesso, mettendoci personalmente la faccia,Berlusconi si sta occupando quasi a tempo pieno dell’emergenza rifiuti in Campania, conoscendo la sua determinazione mi sento di poter dire che siamo sulla strada giusta, proveranno certamente ancora a mettergli i bastoni tra le ruote, ma alla fine il problema si risolverà, avanti così.





Pubblicato il 31/5/2008 alle 3.33 nella rubrica Immagini del giorno.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web