Blog: http://Aurora86.ilcannocchiale.it

BARACK OBAMA COPIA TREMONTI

Il candidato democratico alla Casa Bianca,Barack Obama ha proposto, se sarà eletto, udite udite , la sua Robin Hood Tax, che si propone di “tassare i guadagni inattesi delle compagnie petrolifere per venire incontro agli americani che soffrono le conseguenze del caro-petrolio, farò pagare a società come la Exxon una tassa sugli extraprofitti e useremo i fondi per aiutare le famiglie a pagare i costi astronomici per l'energia”.
A questo punto forse è il caso di avvertire il “Tremonti Americano” che sul suo programma potrebbe abbattersi la scomunica dei sostenitori,anche italiani, della “concorrenza e del mercato globalizzato e deregolarizzato” , non solo, potrebbero tacciarlo di facile demagogia e populismo, da qualche parte negli USA ci sarà pure un Bersani Americano.
Ma,forse più semplicemente occorre considerare che l’alternativa,data l’attuale congiuntura, non è tra colbertismo e liberalismo,bensì tra astrattismo e realismo, ovvero evitare gli errori e gli orrori di chi non è nato liberale e non conosce il mercato, il mercato non è assenza di regole, non è solo spiriti animali ottimali, è basato sulle regole, sulla parità delle condizioni, sulla proporzionalità delle situazioni. Il mercato non esclude, ma spesso anzi presuppone anche le ragioni generali dell’interesse pubblico.





Pubblicato il 10/6/2008 alle 1.46 nella rubrica Parole in libertà.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web